Il Campionato Italiano della Lirica

Dall'archivio storico di Syusy e Patrizio un cabaret geniale-demenziale sulla lirica

 

Il Campionato Italiano della Lirica è uno spettacolo teatrale andato in scena per un'intera Estate bolognese di circa vent'anni fa nello spazio dell'ex carcere di San Giovanni in Monte, tra la chiusura del carcere e il successivo restauro come sede universitaria, fortemente voluto dall'allora assessore alla cultura Nicola Sinisi. Syusy, Patrizio, Vito e i Gemelli Ruggeri, con la regia di Massimo Martelli e un'orchestra di 12 elementi diretta dal maestro Aurelio Zarrelli, per intrattenere il pubblico tutte le sere con qualcosa che fosse sempre diverso, hanno pensato di andare in scena con 8 pezzi, tratti da 7 diverse opere liriche. Uno scontro diretto di due opere ogni sera, votato dal pubblico. Un vero e proprio Campionato! A dare l'impronta alla mise en scène è stata Syusy, grande appassionata di lirica, con la consulenza dell'esperto Martino Ragusa. Oggi recuperiamo dal nostro archivio storico alcuni pezzi, prima di goderveli leggete un'introduzione molto speciale, scritta dalla fan numero uno di questo spettacolo: Zoe!

La lirica, tra il geniale e il demenziale

di Zoe.

Antico materiale; e quando dico antico, intendo proprio arcaico! Vent'anni fa, ben prima del programma Turisti per Caso e il seguente Velisti per Caso, poco dopo dell'Araba Fenice, Se Rinasco e Lupo Solitario, i miei genitori, insieme agli storici compagni di "Gran Pavese Varietà", sono tornati a quella che io definisco la loro vera natura, ovvero al teatro. Per una serie di serate, infatti, hanno dato vita ad una specie di cabaret demenziale sulla lirica e sui suoi grandi autori, come Mozart, Rossini, Puccini, Salieri e Bizet, che nei loro spettacoli salivano veramente "in scena", interpretati da ognuno di loro.

Dico che la loro vera natura sia il teatro perché cominciarono la loro carriera proprio con il teatro per bambini e poi col teatro di strada, finendo al Circolo Pavese con lo spettacolo demenziale dal vivo "Gran Pavese Varietà", che successivamente li portò in televisione. Il fatto è che sebbene io sia nata con Turisti e Velisti per caso, ho sempre visto con i miei le puntate di Gran Pavese o Lupo Solitario, ed è stato quello che mi è rimasto nel cuore proprio come fan, più che il Velisti per caso con cui ho vissuto la mia infanzia!

La Lirica, insomma, è il perfetto esempio del lavoro che facevano al Gran Pavese, ed è anche qualcosa di cui io, come ammiratrice e come fan, vado molto fiera. Dentro c'è qualcosa della pazzia genuina dei Monty Python o dei Muppets, e tutto il risultato di quel metodo teatrale insegnato dalla Galante Garrone e Lecoq, dell'improvvisazione e della scuola di clown. La Lirica infatti altro non è che il risultato d'improvvisazioni che hanno poi prodotto dei punti su cui basare lo spettacolo e che ne hanno formato la versione definitiva, grazie anche all'amore per la lirica vera e propria di Maurizia Giusti (Syusy Blady) e Luciano Manzalini (Ruggero Ruggeri), e, ovviamente, la partecipazione e la genialità di tutti quanti

Parole chiave
, ,
  • 688 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social