La Costa Azzurra fuori dai sentieri più battuti

Con i consigli di viaggio della guida per caso

Perché? Perché questo è molto più di un museo: è la casa di Renoir, che lui stesso fece costruire nel 1908. Ed è proprio in questo luogo che il pittore vivrà e lavorerà fino alla sua morte, avvenuta nel 1919.

A due passi dal centro ed immerso nel verde di ulivi secolari e rigogliosi giardini, la casa di Pierre Auguste Renoir fu costruita all'inizio del xx secolo per volere del pittore stesso. Al suo interno sono custoditi 14 quadri originali, sculture e oggetti appartenenti all'artista. Chiudete gli occhi e lo vedrete ancora lì, seduto nel suo atelier intento a dipingere le bellezze locali, incurante della malattia reumatica che lo tormenta e deforma sempre più.

L’ingresso al museo costa 6 euro. Gratuito per i minori di 26 anni e per tutti la prima domenica del mese. Attenzione: chiuso il martedì.

Consigli pratici: In auto Per arrivare a Cagnes: da Nizza, autostrada, uscita 48. Seguire le indicazioni per Centre Ville. Parcheggiare in centro, poi prendere la navetta gratuita 44 (Square Bourdet) per il borgo medievale. Frequenza, ogni 20 min, tutti i giorni.

In autobus: Da Nizza prendere a scelta autobus 94,200, 400, 500 in partenza da Albert 1. Andata e ritorno 3 euro. Scendere a Cagnes in Square Bourdet e da lì prendere la navetta gratuita 44 per il borgo medievale.

LA VALLÉE DU LOUP

Il fiume Loup nasce dalla vicina montagna dell’Audibergue. Scendendo a valle attraversa graziosissimi borghi e villaggi, disegnando curve sinuose e scavando gole impressionanti ed impervie. Nella sua corsa il Loup alimenta alcune belle cascate, ma poi, a mano a mano che si avvicina alla foce la sua corrente perde forza e diventa così il rifugio di anatre, gallinelle d’acqua, martin pescatori, trote ed altri animali selvatici. Lungo le sponde del suo ultimo tratto offre sentieri pedestri, occasione di piacevoli passeggiate nella natura, e infine si getta nel Mediterraneo, al confine fra Cagnes sur Mer e Villeneuve Loubet.

Ho tracciato a grandi linee il percorso del Loup. Noi lo seguiremo, ma a ritroso. In macchina Da Cagnes Sur Mer, quindi, prendiamo la M 336 direzione Vence e poi seguiamo le indicazioni per Tourrettes sur Loup, la seconda tappa della giornata. In autobus è un po’ più complicato, ma fattibile se ci si organizza con le corrispondenze. Da Cagnes sur-Mer prendere la linea 400 fino al capolinea, poi la linea 510/511 e scendere a Tourrettes sur Loup. 3 euro andata e ritorno. Tourrettes sur Loup

Se parcheggiate all'ingresso del villaggio e a piedi vi addentrate nel borgo, fatti alcuni passi qualcosa sicuramente attirerà la vostra attenzione: l’onnipresenza della violetta nelle vetrine dei negozi. Bisogna infatti sapere che a Tourrettes sur Loup la si coltiva da più di due secoli e se ne utilizzano i fiori per creare ogni sorta di dolce, sciroppo o bon bon, mentre dalle foglie si estrae una fragranza utilizzata in profumeria. Il borgo è piccolino, ma molto tipico. Da non perdere il vecchio acquedotto col suo mulino, la chiesa Saint Grégoire del XII secolo, la torre dell’orologio e il vecchio castello (oggi municipio). Seguendo il cammino di ronda si arriva ad una piccola cappella dalla quale si ammira lo stupendo panorama circostante, fatto di uliveti, e alberi da frutto. Prima di ripartire, una rapida visita alla Bastide aux Violettes e alle sue serre, vi svelerà tutti i segreti del fiore divenuto simbolo di Tourrettes.

Se poi questo universo viola e profumato vi intriga e capitate da queste parti a fine febbraio, non perdetevi La fête de la violette (25 e 26 febbraio 2017). E’ durante questa festa che Tourrettes si addobba e si veste di tutti i colori sgargianti e screziati dei fiori della Costa Azzurra: decine di decorazioni floreali invadono il centro storico, in un tripudio di colori e profumi. In programma numerose visite gratuite del patrimonio storico e gastronomico del villaggio, mercatini provenzali e musica folklorica

  • 4791 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social