Splendido Zimbabwe

Viaggio durante la green season in questo belpaese, troppo trascurato dal turismo internazionale: clima temperato, verde a sazietà, natura eccezionale, viaggiare comodi... cosa volete di più nel grande continente?

Diario letto 6852 volte

  • di claudia958
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

Da anni curiosi di questo Paese, a lungo abbandonato dal turismo internazionale, se non per le Victoria Falls, finalmente abbiamo deciso di organizzare il viaggio, su consiglio di amici italiani che vivono in mozambico e che vi erano stati già nel 2012.

Per ragioni di lavoro abbiamo deciso il periodo della green season, stagione delle piogge, ed abbiamo dunque dovuto scartare la regione del lake kariba e delle mana pools (queste ultime a malincuore, ma almeno sarà l'occasione per tornare).

Preparato l'itinerario abbiamo cercato di prenotare le sistemazioni via internet, con non poche difficoltà, per cui ci siamo rivolti ad un'agenzia locale (travel wild zimbabwe, situata a vic falls) che chi ha prepagato e prenotato lediverse sistemazioni,alcune scelte da noi, alcune proposte da loro. Prezzo pacchetto per 3 persone (coppia + single) per 12 notti + noleggioauto per 5 gg + transfer vari 5000 euro! da versare con bank transfer su banca di vic falls!! che fare? ci fidiamo? non ci fidiamo? lozimbabwe sembra così lontani ( e con situazione politica ed economica così instabile) che quasi quasi rinunciamo... poi pensiamo che anche quando alcuni TO europei vendono i viaggi falliscono o truffano... perchè lo zimbabwe dovrebbe essere peggio? Perciò paghiamo, dopo aver chiesto alcune garanzie che ci vengono prontamente fornite.

Il 31 gennaio partiamo:volo egyptair 474 euro A/R milano-harare (prima ottima notizia)

Arriviamo puntuali (in anticipo) ad harare ed il primo transfer ci viene a prendere all'aeroportoe ci porta aljacana's gardens: bellissimo ed accogliente b&b gestito da una coppia olandese,in una zona di harare residenziale decisamente chic. Al pomeriggio prima visita del centro città (niente di che).

Il mattino successivo ci portano l'auto noleggiata al b&b e partiamo per le eastern highlands: noi siamo amanti delle montagne e di lì avevamo deciso di cominciare. Strade comode, asfaltate, senza buchi, pochissimo traffico... arriviamo a Rupare (paesone agricolo) e lì svoltiamo verso le montagne: paesaggi verdissimi costellati di massi granitici che sembrano arrivati lì per caso e poi le montagne, quelle vere, fino a 2500 m. Arriviamo al Pine tree Inn, sistemazione cadente stile english, e andiamo subito a fare una piccola escursione, un po' sotto la pioggia ma pazienza, i fiori gli uccelli le piante sono tutti nuovi per noi e così camminiamo fino al tramonto senza accorgercene... serata da inglesiin vacanza con roastbeef e verdure, colazione successiva sempre all'inglese, servita da numerosi camerieri (rigorosamente "neri") agli ordini di responsabile/padrone (rigorosamente "bianco") dall'ottimo inglese un po' affettato (come del resto lui..). Escursione al nyanga national park ed ad alcune belle cascate, circondate da antilopi, emerenda all'incredibile troutbeck inn, albergo di lusso già in epoca coloniale e rimasto di lusso tutt'ora, con lago artificiale annesso di notevoli dimensioni costruito per nessun altro scopo che la pesca amatoriale!! ovvero quando il lusso coloniale esagera veramente! e trasforma lo zimbabwe (allora rhodesia) in highland scozzesi...

Il mattino successivo partenza dalle montagne ed attraversando foreste intere di coltivazione del legno arriviamo, dopo mutare, ad una zona ricca di baobab: nei villaggi fabbricano bei tappeti con la corteccia di baobab e per fortuna ci siamo trattenuti ne abbiamo comprati solo 2! Arriviamo in serata a masvingo e di lì raggiungiamo dapprima l'ingresso del great zimbabwe nationalpark, e poi la nostra sistemazione al Norma Jeane's lakeview Inn: ancora una bella sistemazione in stile inglese, con roast beef a cena e colazione inglesissima: cominciamo ad avere dei dubbi sul dove siamo capitati, e il clima un po' piovoso, all'inglese, confonde ancora di più..

  • 6852 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social