Tour del Vietnam

Dall'estremo nord di Sapa alla punta sud dell'isola di Phu Quoc

Diario letto 47527 volte

  • di StefanoTN
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Volo Qatar da Monaco di Baviera prenotato a inizio aprile, 600 euro con arrivo ad Hanoi e partenza da Ho Chi Min. Si conferma un'ottima compagnia, unica pecca i pochi film in italiano disponibili.

Arrivati all'aereporto di Hanoi abbiamo sbrigato velocemente le pratiche di rilascio del visto e siamo arrivati in Hotel nel pomeriggio di giovedì 27 novembre. Per Hanoi abbiamo scelto l'Hanoi Sky Hotel', ottima posizione vicino alla città vecchia. Camere pulite e colazione abbondante, forse non molto varia. Mi sento di consigliarlo anche perchè direttamente con loro si può organizzare i tour verso Sapa e Halong Bay, nonchè la lettere di approvazione per la consegna del visto di ingresso in aeroporto. Siamo rimasti ad Hanoi fino a venerdì, la sera abbiamo preso il treno notturno per Lao Cai, inizia il nostro tour verso Sapa. Il treno ci mette quasi 8 ore e i letti sono veramente piccoli e scomodi, almeno per me che sono 1,94 mt. Da Lao Cai a Sapa trasferimento in bus, circa 1 ora. Arriviamo a Sapa verso 9, ci viene servita la colazione e verso le 10 iniziamo il trekking con la nostra guida. Gruppo di circa 15 persone, tutti giovani, passeggiatina piacevole e non faticosa nonostante il caldo. Abbiamo preso due giorni di sole splendidi. In tutto il Vietnam troverete negozietti che vendono prodotti della 'The North Face': zaini, giacche, pantaloni. Se avete intenzione di prendere qualcosa non aspettate di arrivare a HCM, come ho fatto io, o in altri posti credendo che sia uguale. A Sapa troverete maggior disponibilità, più modelli e prezzi minori. Ovviamente la contrattazione è obbligo, armatevi di pazienza e sparate basso. Altra nottataccia in treno per tornare ad Hanoi lunedì 1 dicembre e lo stesso giorno escursione a Tam Coc la 'Halong Bay' su fiume (prenotata via mail da Sapa a 10 dollari). Il posto è molto suggestivo e merita sicuramente.

Martedì 2 dicembre: partenza per la baia di Halong. Abbiamo prenotato il tour di 2 giorni e una notte in barca. Nonostante i 2 giorni di pioggerellina fastidiosa quasi sempre presente, la baia di Halong è tappa fondamentale da fare per tutti quelli che decidono di vedere il Vietnam. Noi siamo stati sulla Galaxy Cruise, cibo buono e abbondante, stanze piccole ma letti comodi, c'è anche la WiFi a bordo (segnale + o - forte in base a dove ci si trova con la barca). Il tour comprende visita a piedi a una grotta, giro in Kayac di 2 ore e visita/bagno a una splendida spiagge di sabbia bianca (peccato sempre la pioggia). La sera in barca si può lanciare col karaoke o darsi alla pesca notturna dello squid (seppie), ho preferito quest'ultima opzione ma i risultati son stati veramente scarsi.

Mercoledì 3 dicembre: Ultimo giorno di tour, nel pomeriggio trasferimento all'aereporto di Hanoi e volo Vietnam Airlines verso Danang, destinazione Hoi An dove passeremo i prossimi 3 giorni. Inizia la nostra avventura verso il Vietnam centrale. Hoi An è patrimonio Unesco a vale la pena di essere visitata, le vie sono molte caratteristiche, il mercato è molto grande ed è bello perdersi all'interno e la sera la città si accende con le famose lanterne. Tutte le vie del centro storico sono riempite di lanterne che rendono tutto molto suggestivo. Nei 3 giorni di Hoi AN abbiamo avuto modo di vedere un pò di Danang, a pochi KM, città sul mare più grande e moderna, le Marble Mountain (delle colline vicino a Danang piene di grotte e templi) e soprattutto MySon: le rovine di una serie dei templi in mezzo alla giungla (tipo quelli cambogiani ma molto molto più in piccolo). Purtroppo del tempio più grande (28 metri di altezza) rimangono solo le fondamenta, ringraziamo le bombe americane per questo! A Hoi An abbiamo soggiornato presso il Sun River Hotel, camere enormi, colazione sulla carta (puoi ordinate quante volte vuoi e farti delle colazioni super), rapporto qualità/prezzo ottimo. Unica pecca forse la posizione, a circa 2 km dal centro cittadino. Ma l'hotel da a disposizione dei clienti gratuitamente delle bici per chi volesse, non siamo andati sempre a piedi

  • 47527 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. elisa.mn
    , 12/1/2015 15:02
    Complimenti Stefano, bellissimo viaggio! Sto valutando di andare anch'io a visitare il Vietnam e il tuo racconto mi ha ispirato tantissimo! ciao Elisa

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social