Il Vietnam e l'arte di attraversare la strada

Un viaggio tra natura meravigliosa e caotiche città

Diario letto 6394 volte

  • di viaggiatrice-marina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Abbiamo scelto di visitare il Vietnam più per amore dell'Indocina in generale che per motivi specifici.

Questo è stato un bene perchè lo abbiamo visitato e scoperto senza particolari aspettative e ricevendone ottime impressioni.

A differenza degli altri viaggi questa volta abbiamo pensato di farcelo organizzare da una agenzia locale. Abbiamo preferito fare questa scelta sia perchè l'agenzia aveva buone referenze nel web, sia perchè volendo visitare tutto il Vietnam e inserirci qualche giorno al mare non volevamo perdere troppo tempo negli spostamenti sui mezzi locali. L'agenzia si chiama Asiatica Travel e merita un encomio perchè sono stati molto bravi, seri, precisi, puntuali, adattabili visto che appena arrivati ad Hanoi abbiamo chiesto una modifica che hanno prontamente accolto senza chiedere sovrapprezzi. Personalmente è una delle migliori agenzie con cui ho organizzato viaggi. L'itinerario è stato proposto da me sulla base di suggerimenti tratti da altri viaggi e forum. Loro lo hanno adattato alla logistica. Hanno anche fatto proposte come quella di soggiornare in una casa privata di una minoranza etnica a Mai Chau, o quella di includere anche una notte in giunca nella visita alla baia di Halong. Gli hotel sono stati proposti da loro, erano di un livello medio, molto gradevoli.

Abbiamo anche scelto le guide parlanti italiano che si sono rivelate molto brave e di grande volontà visto che la maggior parte di loro ha imparato la lingua autonomamente, quindi tanto vale richiedere i loro servizi e valorizzare le loro competenze.

Consigli:

  • spendere due giorni ad Hanoi anziché uno come tanti consigliano;
  • lo spettacolo delle marionette d'acqua;
  • la mini crociera nella Baia di Halong è molto piacevole e suggestiva, ma visitando la baia in giornata costa decisamente meno;
  • ad Hoi An farsi fare un vestito perchè sono bravissimi. Io consiglio questo: Dong Duong, 115 Tràn Phù St. - Quàng Nam – Hoi An. Mi hanno fatto una giacca reversibile, un vestito, una camicia senza maniche, tutto di seta, in 18 ore, con un'ottima fattura (parola di mia sarta!) e spendendo $80.
  • partecipare a qualche ora di lezione di cucina Vietnamita, magari ad Hoi An (non Gioan's, sebbene la Lonely Planet ne parli bene).

ITINERARIO

Il Vietnam, per la sua naturale conformazione si presta ad essere visitato seguendo la direttrice nord-sud o contrario. Noi, sebbene arrivassimo da sud, cioè da Ho Ci Minh City, abbiamo preferito partire da nord, cioè da Hanoi.

Questa è stata una scelta istintiva che si è rivelata vincente perchè in gennaio ad Hanoi è freddo (dagli 11 ai 16°) e arrivando dall'Italia non abbiamo accusato particolari sbalzi di temperatura.

Abbiamo preferito non andare a Sapa per una esclusiva questione di temperatura, infatti nel periodo in cui eravamo là a Sapa c'erano 5° e non esiste il riscaldamento. Per me sarebbe stato troppo per cui ho evitato, anche se mi è dispiaciuto.

Hanoi (2gg): Mausoleo di Ho Ci Minh, Tempio della Letteratura, Museo Etnografico, Museo delle donne, Tempio di Ngoc Son, quartiere vecchio e lago Hoan Kiem. Spettacolo delle marionette d'acqua (consigliato).

Mai Chau: visita al villaggio di etnia Thai Bianco e alloggio nella casa privata ospitante.

Baia di Halong: mini crociera su una giunca.

Hue: la cittadella proibita, pagoda Thien Mu.

Danang: museo di Cham.

Hoi An (2,5gg): sito archeologico di My Son. Visita alla vecchia città

  • 6394 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social