Massimo e Florence in Vietnam, Laos, Cambogia e Bangkok

Viaggio bellissimo con visita Luang Prebang, Siem Riep e poi crociera nella baia di Ha Long

Diario letto 10933 volte

  • di drmassigreco
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Per quest'estate anche se non è perfettamente la stagione, decidiamo per il sud- est asiatico. L’Asiatica Travel con sede ad Hanoi propone un tour di Vietnam Laos e Cambogia. Il prezzo è molto interessante quindi partiamo. I servizi di quest’agenzia sono molto precisi e ci si può fidare tranquillamente. Del resto non ci sono grosse alternative anche per un fanatico come me dei viaggi in fai da te. Infatti, anche se molto turistici questi paesi sono molto difficili da girare da soli. La rete ferroviaria e deputata soprattutto al trasporto merci. Riguardo all'auto non esiste il noleggio senza l'autista. Tanto vale affidarsi a un’agenzia. Iniziamo con i consigli di viaggio. Partiamo innanzitutto con il prezzo. Tutto compreso per il viaggio descritto, compresi voli aerei, soggiorno a Bangkok con relative escussioni, mance, pasti, bevande ed extra vari abbiamo speso circa € 3500 a persona. Conviene sempre a mio giudizio accoppiare sempre due meglio tre stati da fare insieme. In questa stagione piove spesso ma bisogna fare come i locali per i quali e come se niente fosse portare un paio di scarpe aperte di plastica e un impermeabile leggero di plastica. Non bisogna essere schizzinosi, le condizioni igieniche non sono proprio europee. Portare sempre dei dollari possibilmente di piccolo taglio (in Laos praticamente e la moneta circolante).

13/08/12 BANKOK

Arriviamo in perfetto orario con il nostro volo Lufthansa da Francoforte. Con un taxi arriviamo al nostro hotel piove a dirotto cominciamo bene. Facciamo una passeggiatina nei dintorni. C’è un variopinto mercato e siamo tentati di provare il cibo locale ma e troppo presto. Decidiamo quindi di cenare al ristorante dell'hotel a bordo della piscina dove c’è una splendida vista di tutta la citta. Sprofondiamo sfiniti nei nostri letti.

14/08/12 BANKOK

Avevamo già preso accordi con un italiano trasferito in Thailandia che fa la guida Lakis. In pulmino quindi iniziamo il giro dei templi. Il primo e Wat-Saket o Montagna d'oro. Costruito su una collina artificiale fatta di detriti vi si accede con una lunga scala spirale. Custodisce le ceneri del Buddha e dalla sommità si vede tutta la citta. Proseguiamo per Wat-Prakeao il complesso di monumenti che ingloba il Palazzo Reale e il Buddha di Smeraldo. Si tratta del tempio più importante per i credenti buddisti. L'interno è un susseguirsi di templi e pagode con il caratteristico stile architettonico Thai, ricchissimo di decorazioni floreali che potrebbe alla lontano ricordare il rococò. Per i nostri gusti occidentali e molto carico, ma c’è una tale esplosione di colori che risulta piacevole e armonioso. Il Palazzo Reale e visitabile solo dall'esterno ed e una sovrapposizione di stili architettonici quale neoclassico e rinascimentale con il tetto in stile thai. Pare che ciò sia stato voluto dai monarchi dell'era Bangkok aperti all'occidente. Dopo la pausa pranzo in cui ho mangiato il piatto più piccante della mia vita. Si trattava di noodels molto buoni che nonostante io abbia l'abitudine ai piatti piccanti mi hanno letteralmente bruciato la bocca. La visita procede con il Tempio del Buddha disteso Wat-Pho. Il tempio è molto bello con la solita esplosione di colori. La caratteristica e pero l'enorme statua del Buddha disteso lunga circa quarantasette metri e alta dodici. Come sempre con una piccola offerta si possono fare dei riti propiziatori in questo caso si buttano le monetine nei centootto contenitori in metallo a fianco della statua. Ciò provoca un tintinnio continuo caratteristico del tempio.

Ultima tappa dopo avere attraversato il fiume e il Tempio dell'alba Wat-Arun. Si tratta di un tempio diverso in stile nepalese ossia a piramide con scale ripidissime. Inizia a piovere a dirotto. Finiamo quindi la giornata nel famoso centro commerciale MBK. Si tratta di un posto particolare dove l'originale e il contraffatto coesistono fianco a fianco. Di fronte alla gioielleria con prezzi occidentali c’è il negozio che vende Rolex taroccati con tanto di catalogo. Ma il massimo sono i telefonini del momento taroccati. Con cinquanta euro si può avere sia l'iPhone 4 che il Samsung Galaxy III perfettamente funzionanti. Provare per credere. Ci facciamo portare a Pat Pong il quartiere a luci rosse. Qui il tarocco raggiunge la perfezione. I cataloghi Rolex sono originali e gli orologi contraffatti indistinguibili dall'originali. Infine l'attuazione del posto la fila interminabile delle ragazzine che si prostituiscono e localini a luci rosse propagandati da appiccicosi quanto fastidiosi pierre. Mangiamo in un tipico ristorante tailandese. Il tutto e buono ma le porzioni estremamente ridotte. Mentalmente rispondo alla domanda di come non si vede in giro neppure un thailandese in sovrappeso

  • 10933 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social