Alsazia, Normandia e Irlanda on the road

Da Milano verso la strada dei vini, una campagna tappezzata di vitigni, punteggiata da castelli arroccati e colorati villaggi a graticcio, poi Mont Saint-Michel, Calais (e non solo) e giro completo della meravigliosa Irlanda

Diario letto 11793 volte

  • di Pennywise1982
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

INTRODUZIONE

Anche quest’anno, nelle nostre vacanze estive, Milano, luogo di partenza ed arrivo, è stato il punto più a sud. L’aver avuto poco tempo per organizzare una vacanza che comprendesse voli aerei da prenotare in anticipo ha reso questo viaggio on the road ancora più allettante. L’idea di andare in Irlanda ci frullava nella testa da un po’ ma non pensavo ci saremmo spinti fin lì in macchina. È stato un viaggio stupendo! L’Alsazia e la Normandia, che inizialmente dovevano essere solo mete di passaggio, ci sono piaciute tanto quanto (se non di più) l’Irlanda. La nostra compagna di viaggio è stata questa volta una Jeep Renegade. Sebbene molto affidabile non ci ha pienamente convinti poichè è una macchina molto grande esternamente ma poco capiente all’interno. Inoltre consuma molto…troppo. Abbiamo attraversato la tratta Francia-Irlanda con un traghetto della Stena Line all’andata e con uno della Irish Ferries al ritorno. La traversata dura ben 18 ore quindi se si soffre il mal di mare non è piacevolissima. Se si decide di intraprendere un viaggio del genere consiglio di organizzarsi un po’ in anticipo poiché la frequenza di questi traghetti non è giornaliera ed inoltre cambia a seconda del periodo dell’anno. Abbiamo preso i biglietti online con un paio di giorni di anticipo dopo aver letto che rispetto all’acquisto direttamente al porto costano meno. In Irlanda la guida è a sinistra e, con una macchina con il volante sullo stesso lato, si fatica un po’ soprattutto all’inizio.

GIORNO 1, 26 LUGLIO 2016

Intorno alle sei del mattino ci siamo messi in macchina e, superata la Svizzera, abbiamo abbandonato l’autostrada per raggiungere la strada dei vini alsaziani, uno degli itinerari più suggestivi dell’Alsazia. Si tratta di una campagna tappezzata di vitigni, punteggiata da castelli arroccati e colorati villaggi a graticcio. La maggior parte delle guide suggerisce di percorrerla da nord a sud, ma noi, per esigenze di viaggio, l’abbiamo attraversata in senso inverso. La prima, e sicuramente più bella, sosta è stata a Riquewhir, un piccolo paesino con bellissime case a graticcio dai tetti in legno e le mura colorate. Sembra un villaggio di un racconto di Natale. Qui in una delle tipiche e numerose cantine abbiamo acquistato e subito degustato un ottimo pinot rosé, il Doppf & Irion, che prende il nome dalla cantina stessa. Nonostante fossimo a luglio non abbiamo resistito alla tentazione di entrare in un piccolo negozio contenete una smisurata quantità e varietà di souvenir natalizi…era un mondo di favola, luminoso e luccicante!

Dopo esserci rifocillati con un paio di sandwich e qualche sorso dell’ottimo vino, abbiamo proseguito nel meraviglioso percorso facendo sosta a Orschwiller, per vedere il castello di Haut Koenigsbourg. Questo bellissimo castello medievale, uno dei monumenti più visitati di Francia, avrebbe meritato una visita, ma purtroppo questioni di tempo ci hanno costretto a rinunciare, e ci siamo ripromessi quindi di tornare

  • 11793 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social