Agosto tra Vilnius, Riga e la Valletta con bimba a seguito (Vol. 2)

Cosa fai per le vacanze? Un giro fra Lettonia, Lituania e Malta

Diario letto 786 volte

  • di ElviraRabuazzo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Cosa fai per le vacanze?....

Agosto tra Vilnius, Riga e la Valletta con bimba a seguito - Vol.2

Giorno 6-20/08/19

Secondo Giorno di sole non ci abbandona, pertanto Riga decidiamo di visitarla con il giro sull'hop on hop off, con audio guida inclusa, con la R.pass (in un italiano decente), si fanno 2 cambi di linea ma si vede tutta la città anche la parte, moscovita e quella oltre il ponte, in direzione aeroporto, che sembra più residenziale e meno turistica.

Scesi dal tour andiamo in direzione chiesa di St. Pietro, per intenderci quella con i musicanti, è proviamo a toccare tutti i musi degli animali, compreso il gallo. Avendo fame proviamo un posto consigliato dal coupon, Key of RIga, vista cattedrale e museo della Borsa. Avete l'imbarazzo della scelta (inoltre notiamo che nessuno dei ristoranti inserisce il costo del coperto).

Continuiamo a girovagare alla ricerca degli edifici più caratteristici, come i Tre Fratelli, il Castello, la Cattedrale il Museo della Borsa, passiamo dalla porta svedese, un giro in barca sul canale della città, una passeggiata nel verde dell’Esplanade, la Cattedrale di san Giacomo, Hobbywool, Caserme di Jacob e Torre delle polveri, essendo tardi non possiamo entrare a visitare il museo al suo interno.

Torniamo a casa, per riposare e non abbiamo voglia di prendere mezzi per mangiare in centro, ma soprattutto dopo tanta cucina locale ci manca la pasta e la pizza … troviamo il ristorante da “Sergio” quasi miracolosamente a 10 min a piedi davanti alla caserma dei pompieri-polizia; 2 consigli non fate i simpatici con la proprietaria perché è glaciale, al limite dello scortese, ma sia la pizza che la pasta meritano [certo è un po’ strano che qualche avventore (tedesco, polacco) riesca ad abbinare la 4 formaggi con una tisana ai frutti di bosco, ma voi fate finta di nulla… contenti loro.

Giorno 7-21/08/19

Ultimo giorno a Riga, piove a catinelle, anzi proprio a secchiate, cerchiamo di fare quanti più luoghi coperti possibili, a cominciare dalla chiesa ortodossa con la cupola dorata, dentro è qualcosa di spettacolare, se avete modo alla fermata del bus Gertrude iela, c’è la chiesa di st. Gertrude, che protegge i viaggiatori; usciamo da li per andare al museo di storia naturale, il quale è suddiviso in 5 piani circa, c’è anche la fiera del pomodoro-i, ma questa credo sia una esposizione temporanea, comunque carino da fare soprattutto con i bambini. Nel frattempo (che non accenna a finire l’acquazzone) avendolo tra gli sconti, decidiamo di vedere la città dall’alto del campanile della chiesa di st. Giovanni, dentro c’è una piccola esposizione di lavori a maglia, pietre d’ambra, giochi di luce, il gallo originario, prendiamo l’ascensore e la vista è mozzafiato.

Consiglio caldamente l’esperienza, sicuramente migliore in assenza di vento e pioggia, ad ogni buon conto suggestiva. Bene la bimba si è svegliata, abbiamo fame, tanta fame, così proviamo un posto consigliato su tripadvisor, Folkklubs ALA pragrabs, frequentato da studenti, da fuori sembra piccolissimo ma nel seminterrato è enorme, con biblioteca annessa, inoltre pare che facciano spettacoli di danza popolare la sera, ma serve prenotare il cibo è ottimo ed economico, c’è anche la versione vegan dei piatti popolari.

Perdersi nel centro fa sempre bene, prima che chiudano proviamo a vedere un altro museo, riusciamo ad entrare alla Torre delle polveri,che al suo interno ha un’esposizione sulla guerra Lettone, dal medioevo ai giorni nostri

  • 786 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social