Verona città splendida!

Week-end romantico a Verona per il concerto di Michael Bubblè

Diario letto 3155 volte

  • di roma83
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Circa un mese fa una collega mi ha proposto di andare al concerto di Michael Bubblè a Verona cedendomi i biglietti che aveva acquistato per lei e il marito. Essendo una sua grande fan sin dall’uscita del suo primo cd, e non avendo mai visitato questa città ho accettato senza alcuna esitazione, sapendo come convincere il mio ragazzo ad accettare la proposta: il week-end romantico a Verona sarebbe stato il regalo per il nostro anniversario! Mi è bastato sbattere un po’ le ciglia (appositamente allungate con un rimmel d’eccezione) e fare lo sguardo da gattina affinché accettasse di partire senza troppi “ma” e troppi “se”.

Ci prendiamo il venerdì libero dal lavoro e alle 14 partiamo da Roma con la macchina per arrivare a Verona verso le 20 ( 6 ore di viaggio circa con due soste), probabilmente il treno sarebbe stato più comodo perché non si hanno problemi di parcheggio della macchina (i parcheggi intorno al centro storico sono tutti a pagamento e non ti permettono di lasciare la macchina in sosta per più di due ore!), ma i prezzi erano veramente improponibili quando li ho cercati, quindi percorriamo l’autostrada A1 con la nostra Mini diesel.

A Verona abbiamo alloggiato presso l’Hotel Arena, un po’ spartano ma a due passi dal centro e siamo stati fortunati a trovare libero uno dei pochi posti macchina dell’albergo che per 10 euro ci permette di lasciarla fino a domenica. Consiglio l’albergo per chi non ha grandi pretese, alla fine è un buon compromesso considerando che veramente con 5 minuti si è in Piazza Brà dove si trova l’Arena. Venerdì sera abbiamo cenato alla Trattoria “Alla Colonna”, prenotando con anticipo. La specialità sono le orecchie di elefante,sostanzialmente una cotoletta di pollo di grandi dimensioni, che in effetti merita veramente di essere assaggiata, ma fate attenzione alle dimensioni, il mio ragazzo ne ha ordinata una media e gli hanno portato una cotoletta della grandezza circa di una pizza che sarebbe andata benissimo per due, e la mia “piccola” è una porzione abbondante che si riesce a finire se non si mangia nient’altro, insomma noi che avevamo mangiato già una bruschetta (che peraltro ci ha lasciato molto delusi) non siamo riusciti a finire le nostre cotolette. Per darvi un’idea: due bruschette, due cotolette, un piatto di patate al forno, acqua, birra, amaro e un sorbetto al limone 40 euro in tutto, più che onesto direi soprattutto considerando le quantità!!!

Se come noi andate a maggio durante il week-end in cui si tiene l’evento “Le piazze dei sapori”,nella zona circostante l’Arena troverete un centinaio di espositori e rivenditori enogastronomici e, con una spesa minima, potete gustare le specialità di molte regioni italiane ( assaggi di salumi e formaggi, panzerotti salati fritti, la classica piadina romagnola, il solito barbecue misto e tanto altro).

Sabato da bravi turisti abbiamo visitato la città facendo tappa nei posti di maggiore interesse:Piazza Brà e l’Arena, Porta Borsari, Piazza delle Erbe (bellissima con tutte quelle bancarelle e quei magnifici palazzi che la circondano e dove per la modica cifra di 2.50€ si può mangiare una squisita macedonia di frutta molto rinfrescante specialmente nei periodi caldi), Piazza dei Signori, la Torre dei Lamberti (dove abbiamo deciso di salire a piedi e dalla quale si ha una splendida panoramica di tutta Verona!!),la casa di Giulietta (che si può benissimo vedere solo da fuori facendo la foto con la statua di Giulietta, perché all’interno non c’è poi un gran che da ammirare) la chiesa di Sant’Anastasia (molto bella e se siete fortunati potrete ammirare la maestria con cui l’organista suona l’organo imponente della chiesa), le Arche Scaligere, via Mazzini (la via dello shopping!), e tutti i magnifici vicoli che rendono la città ancora più romantica!

Sabato a pranzo ci siamo fermati in un posticino su via Mazzini che si chiama “M27”, è un posto molto carino,in chiave moderna che fa pizza, pasta, insalatone e panini a prezzi ragionevoli che per di più fornisce un servizio di take-away rapido ed efficiente (noi ad esempio ci siamo portati via il pranzo per il viaggio di ritorno di domenica invece di mangiare panini di gomma all’autogrill!!!)Finalmente arriva il fatidico momento del concerto…vi risparmio il commento per non dilungarmi, ma vi consiglio almeno una volta nella vita di andare a vedervi un concerto all’Arena, è un’emozione fantastica, niente a che vedere con quelli fatti negli stadi o all’interno dei palazzetti!

Domenica mattina prima di partire abbiamo visitato le ultime cose che ci erano rimaste come Castelvecchio con il suo suggestivo ponte (non vi dico che belle foto che abbiamo fatto), abbiamo percorso il Lungadige verso Ponte Vittoria e poi ci siamo rilassati passeggiando tranquillamente tra le vie che più ci erano piaciute.

Con la complicità di uno splendido sole, abbiamo trascorso un week-end da favola, vi consiglio di andarci e spero che i miei suggerimenti possano esservi di aiuto!!!

  • 3155 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social