Vanuatu, isole di fuoco e felicità

Un viaggio alla scoperta di isole sconosciute al turismo europeo, per incontrare persone che vivono in modo molto diverso dal nostro in terre magnifiche

Diario letto 14695 volte

  • di Debora e Luca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Dove andate quest'anno in viaggio? Alle isole Vanuatu ... silenzio ... Ah! ... Cioè?

Questa è stata la reazione di quasi tutte le persone (eccetto 2) che ci hanno fatto questa domanda. L'idea nasce dall'incredibile curiosità di Luca per tutto ciò che riguarda il "fuori Italia". Isole del mistero, isole sconosciute al turismo europeo sicuramente, paradiso tropicale, spettacolo della natura, vulcani attivi, pozze d'acqua blu; pochi racconti di viaggio di italiani, qualche video su You Tube ed il viaggio per il 15* anniversario di matrimonio entra in lavorazione. Mesi di preparazione, letture, studi ed in gennaio partoriamo la prima esperienza "total fai da te" verso il Paese più felice del mondo, come lo definisce la Lonely.

Volo Emirates Milano Dubai Sidney e Port Vila con Air Vanuatu. Alloggi tutti prenotati via web, assicurazione viaggio, visto Australia. Tutto pronto, con la fifa di aver tralasciato qualcosa.

MERCOLEDÌ 3 SETTEMBRE

Partiamo. Le prime 6 ore di volo per Dubai filano via lisce. Emirates non si smentisce e le diamo subito un bel 10 per tanti piccoli dettagli. Imbarcati per Sidney sull'A380 accade quello che nessuno vorrebbe. Il super aereo non parte, prova e riprova manca il contatto elettrico. 3 ore di ritardo passate a bordo, con il cuore in gola e la consapevolezza di mettere la propria vita nelle mani di elettricisti, informatici e non si sa di chi, poi il rullaggio e il decollo. Amici e parenti tutti ... vi vogliamo bene! 14 ore di volo sono lunghe e arrivati a destinazione ci troviamo a correre come disperati al controllo immigrazione, dove confidiamo nell'assistenza Emirates, promessa a bordo, per chi ha una connessione con tempi ristretti causa il loro ritardo. Nulla! Allora pensiamo di trovarli al ritiro bagagli. Nulla! E in più non ci sono neanche le valigie. Non sto a raccontare tutti i dettagli ma alla fine, con la caparbietà che ci contraddistingue, nonostante il check in ed il gate fossero già chiusi riusciamo a salire sul volo Air Vanuatu.

Alle 15 atterriamo all'aeroporto internazionale di Port Vila abbastanza "provati", nonché arrabbiati con Emirates che, nell'aeroporto di casa, a Dubai, con tre ore e mezza di stop over non è riuscita a fare il carico bagagli.

I nostri nomi sono scritti sul cartellino ben in vista all'ingresso e subito imbocchiamo la strada per il Traveller's budget motel, con il transfer già organizzato da Jack. Come al solito, noi siamo un po' titubanti sull'affidarsi ai mezzi pubblici appena arrivati ed invece constatiamo poi che quelli di Vila sono perfetti. Il Motel rispetta perfettamente le descrizioni dei viaggiatori , lasciate su Trip Advisor; è un piccolo angolo di quiete sviluppato intorno ad una piscina, dove gli ospiti si sentono a casa , grazie alle presentazioni di Jack di ogni nuovo arrivato che si siede intorno al grande tavolo che invita alla conversazione. Alle 19 siamo pronti per la passeggiata in town , con le ns. belle torce da fronte perché, eccetto le vie principali, le strade sono poco illuminate. In 10 minuti raggiungiamo il fulcro della vita cittadina, the Market, dove signore, giovani e anziane, nei loro abiti sgargianti, mettono frutta e verdura in bella mostra: tuberi di diverso tipo a noi sconosciuti, papaya, fruit passion, rasberry, cocco e banane. Un'esplosione di colori a cui si aggiungerà più tardi il viola, colore delle tuniche di un gruppo di coristi, con la loro allegria fatta di canti e balli.

Le disavventure vanno affrontate in modo degno: due calici di Chardonnay e un Seafood Platten che resterà nella nostra memoria: gamberi, pesce locale, granchio e aragosta, con poisson crù alla Tahitienne in abbinamento con papaya e pompelmo. Sublime. Voto 10 al Waterfront grill

  • 14695 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social