Good luck in Uzbekistan 2009!

Viaggio in Uzbekista luglio 2009 cosa abbiamo visto: Tashkent: Amir Temur Square, Independence Square, Old City part of Tashkent with Khast-Imom Complex and Chor-Su bazaar, Applied Arts Museum. Nukus Visit Art Museum with Russian and Uzbek art, State Museum. Khiva ...

Diario letto 8180 volte

  • di patrizia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Viaggio in Uzbekista luglio 2009 cosa abbiamo visto: Tashkent: Amir Temur Square, Independence Square, Old City part of Tashkent with Khast-Imom Complex and Chor-Su bazaar, Applied Arts Museum.

Nukus Visit Art Museum with Russian and Uzbek art, State Museum.

Khiva Ichan-Qala fortress. In Ichan-Qala fortress visit Kunya-Arc, Sayeed Alauddin mausoleum, medrese Arab-Mukhamadkhan, mosque Oq-Masjid, medrese Hodjan Berdi-biya, Shirgazikhan, Abdullakhan, Juma mosque, medrese Allakulikhan, Toshkhovli palace, Pakhlavan Makhmud mausoleum, minaret Islom-khodja. Bukhara Visit Samani dynasty mausoleum, Arc Fortress, Chashma-Ayub, Kalon ensemble, medrese Miri-Arab, Magoki-Attori mosque, medrese Ulugbek and Abdulazizkhan, trade domes, Lyabi Hauz complex, medrese Chor-Minor, Chor-Bakr and Bakhoutdin Naqshbandi mausoleum.

Shakhrisabz Ak-Saray palace, mausoleum of Jakhongir and Omar-Shaykh, mausoleum Dorut-Tilovat where conqueror Tamerlane’s father and his spiritual tutor are buried, Kok-Gumbaz mosque. Samarkand Registan Square, ruins of Bibi-Khanum Mosque, Shakhi-Zinda necropolis, Gur-Emir mausoleum, Ulugbek observatory, Afrosiyob museum, central bazaar in Samarkand Fergana Valley Khudoyar-khan Palace, Djami Mosque, Kamol-Kazy Madrassah, Dahman-Shakhon and Madirakhan Necropolis

I nostri hotel: Grand Tashkent Hotel A. Kahhara str. 57 Tashkent, 100047 Uzbekistan Hotel Jipek Joli Rzaev kochasi 4 Nukus 142000 Karakalpakstan Uzbekistan Malika Khiva: P. Kori kochasi 19 A, Khiva, Uzbekistan Minzifa Eshoni Pir kochasi 63 Bukhara, Uzbekistan Kamila Hotel 26 Artyom Street Samarkand Uzbekistan Asia Fergana Navoi kochasi 26 A Fergana, Uzbekistan

Venerdì 3 luglio Volo Nizza- Taskhent Eccoci nella capitale Uzbeka! Al banco a Nizza, anche questa volta, mi sono presa una bella botta di fifite^ E' il nostro primo viaggio organizzato senza il supporto di un'agenzia italiana.

Tramite Expedia abbiamo comperato i biglietti aerei: è stato semplice. Ci siamo scelti anche i posti a bordo, tramite E-mail ci hanno mandato la conferma... Tutto facilissimo! Ma per visitare il paese occorreva anche il visto. La “RomanaSocialTour” ci ha eseguito la pratica. E' stato semplicissimo. E' bastata una telefonata all'agenzia e una alla “TNT TRACO” , questi sono venuti a domicilio a ritirare i passaporti, ci sono stati recapitati a casa, dopo circa una settimana, con il visto, il pagamento è stato effettuato in contanti contrassegno: più semplice di cosi!!! Ma al banco ci fanno qualche difficoltà: oggi è il 2 luglio, il nostro visto ha la data del 3 luglio, con qualche telefonata si aggiusta tutto, infatti noi arriveremo in Uzbekistan il 3 luglio, quindi dovrebbe essere tutto a posto.

Il volo con “Aeroflot2 è stato tranquillo. I controlli sono molto meticolosi per il bagaglio e non solo, la cosa mi tranquillizza. La sosta a Mosca è passata velocemente, circa due ore, tra i vari giri nei “Duty Free” per controllare i prezzi della Vodka! E... Finalmente Tashkent.

Dall'aereo siamo scesi, ora bisogna uscire dall'aeroporto.

Sorpresa: due crocerossine ci porgono un termometro a mercurio, camminiamo tutti in fila, con il braccio piegato, pochi metri avanti e altre due crocerossine ritirano il termometro, controllano la temperatura... E se qualcuno avesse la febbre!?! meglio non pensarci! Controllo passaporti: procedura estenuante, avevo letto che ci andava molta pazienza, quindi ci mettiamo in coda... Non possiamo fare altro.

Tutto bene, il visto è O.K. Ero preoccupata! Il bello viene adesso: dobbiamo compilare una sorta di carta di sbarco: i moduli sono tutti in cirillico! Siamo disperati, non solo noi ma anche gli altri turisti. Inaspettatamente arriva un impiegato che gridando come un venditore ambulante offre moduli scritti in inglese, inutile dire che è stato preso d'assalto! Bisogna scrivere le proprie generalità e anche quanti dollari o Euro abbiamo. E anche questa è fatta! L'automobile e il nostro autista ci stanno aspettando e in pochi minuti siamo in albergo: Gran Tashkent, situato vicino all'aeroporto. Giusto il tempo di consegnare i passaporti, cambiare un pochino di soldi, 50 dollari... Ma l'equivalente in Sum è tanto, ci danno solo tagli da 1000 Sum, (scopriremo poi che non esisto tagli superiori) impossibile metterli nel portafoglio, opto per la borsa, molliamo le valige e via. Approfittiamo di un taxi, che per 3000 Sum, circa due euro, ci porta in centro, proprio nella “Piazza dell'Indipendenza”

  • 8180 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Carota
    , 23/6/2010 23:48
    è uno dei racconti più belli che abbia mai letto!!!!

    complimenti mi piacerebbe molto poter parlare con l'autrice, denota una curiosità e una propensione allo stimolo che difficilmente ho "trovato" prima!!

    bellissimo, mi ha messo ancora più voglia di partire... e agosto mi sembra lontano!!!

    ciao ciao
    Monica

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social