Benvenuti nella terra dei primati

Viaggio on the road tra le meraviglie della perla d'Africa

Diario letto 3550 volte

  • di lima
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Da anni sognavamo l’incontro coi gorilla di montagna, specie ad altissimo rischio di estinzione, di cui sopravvivono circa 800 esemplari la metà dei quali concentrati sui monti dell’Uganda, al confine con il Congo e il Ruanda. Essendoci documentati a lungo sul Paese e la sua varietà paesaggistica e faunistica, abbiamo steso un itinerario che ci permettesse di visitare oltre alla foresta impenetrabile di Bwindi, anche i parchi nazionali di Murchison Falls e Queen Elizabeth, alcuni villaggi e il lago Bunyoni. Pur essendo viaggiatori esperti ed indipendenti, abbiamo deciso di affidarci per gli spostamenti, la prenotazione delle strutture e i permessi per gli accessi ai parchi ad Albrieux Africa Tour, tour operator locale gestito dal bravissimo Edoardo, un ragazzo italiano dalla professionalità, gentilezza e disponibilità davvero uniche.

Partiamo il 23 dicembre da Malpensa, volo Turkish Airlines con scalo ad Istanbul, ed arriviamo prima dell’alba della vigilia di Natale ad Entebbe. Sbrighiamo velocemente le formalità doganali, ma purtroppo il nostro fidato drone non entra nel Paese. La normativa in materia non era molto chiara a dire la verità, ma gli addetti ai controlli non hanno voluto sentire ragioni…ci separiamo quindi dal nostro amico che recupereremo alla partenza…o almeno speriamo visto che la ricevuta che ci danno è un pezzetto di carta stropicciato! All'uscita ad attenderci incontriamo Vincent, colui che sarà la nostra guida ed autista per tutta la durata del viaggio, che ci accoglie calorosamente dandoci il benvenuto sul suo “potente” mezzo: un cabinato 4x4 tutt'altro che in ottime condizioni, ma di sicuro molto spazioso e confortevole. Pur essendo ancora buio, ci mettiamo subito in viaggio, 7 ore di strada, quasi tutta asfaltata, ci separano dalla nostra prima destinazione: il Murchison Falls NP. Ne approfittiamo per dormire, e tutto sommato il viaggio passa abbastanza velocemente, tra chiacchiere e sosta al mercato per l’acquisto di acqua e frutta fresca. La strada non offre attrattive particolari, è un susseguirsi dei tipici “villaggi” africani, in cui la vita, il commercio, le attività artigiane, i giochi dei bambini o il semplice oziare si svolgono tutti ai margini delle carreggiate. Scene che conosciamo bene, ma che ci fa sempre piacere ogni volta ritrovare!

Il parco Nazionale delle Cascate Murchison è il più vasto parco nazionale dell’Uganda, situato nella zona nord occidentale del paese. Comprende un tratto della costa del lago Alberto ed è diviso a metà dal Nilo Vittoria, che lo attraversa da est a ovest e che dà origine alle imponenti Cascate Murchison. Arriviamo nel pomeriggio e facciamo subito il nostro primo game drive. Il paesaggio è molto bello, in questa zona del parco la savana si perde a vista d’occhio e i colori sono magnifici. Vediamo numerosissimi, antilopi, elefanti, giraffe, bufali e ci fermiamo ai lati del sentiero, con vista su un branco di elefanti, a gustarci il miglior ananas e mango della nostra vita. Per il tramonto arriviamo al nostro lodge, il Pakuba Safari, una bella struttura con piscina e vista panoramica sul Nilo, ma wifi non pervenuto! Qui ci gustiamo la ricca e varia cena della Vigilia a buffet ed intorno al fuoco, nei tavolini illuminati solo dalle lanterne… sicuramente un Natale suggestivo!

Il giorno di Natale la sveglia suona prima dell’alba e il nostro regalo consiste in una famiglia di antilopi accucciati proprio davanti alla porta della nostra stanza…ininiziamo la giornata nel modo giusto! Dopo colazione ci immergiamo nel bush, reso magico dalla luce tenue del primo sole e dall'umidità che si alza dalla terra. Un mix di colori caldi che svaniscono nella nebbia mattutina e che rendono l’atmosfera particolarmente suggestiva, tra gli avvistamenti di numerose giraffe, babbuini ed antilopi. Raggiungiamo il Nilo dove aspettiamo la barca che ci poterà in prossimità delle cascate. Il safari sul fiume è spettacolare, vediamo decine di uccelli, ippopotami, coccodrilli, elefanti e giraffe sulla riva. Ad alcune centinaia di metri dalle cascate attracchiamo ed iniziamo il trekking di circa 1 ora in salita e sotto un sole cocente! Durante il percorso facciamo diverse soste nei vari view point da cui si gode una bella vista sulle cascate. La portata dell’acqua è davvero impressionante! Giunti in cima ci godiamo il panorama e il fresco degli spruzzi di acqua vaporizzata che rendono particolarmente scivolose le rocce ma che regalano anche un magnifico arcobaleno. Nel frattempo Vincent è venuto al recuperarci al parcheggio in cima alle cascate, dopo aver attraversato il fiume con l’auto su di una chiatta, percorso che faremo quindi per rientrare al lodge gustandoci l’ennesimo safari al tramonto, avvistando uno sciacallo, moltissimi elefanti e giraffe, oltre alle immancabili antilopi

  • 3550 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social