La Turista per caso della settimana è Giovanna C.

Organizzatrice di viaggi fai da te, irriducibile delle guide cartacee, grande esperta di Sud Est Asiatico!

Ultima settimana di rubrica a-tu-per-tu con i Turistipercaso della Community prima della pausa estiva, poi ritorniamo a settembre! Chiudiamo in bellezza la stagione coi viaggi e i ricordi di Giovanna, veterana del nostro sito, a cui è iscritta ormai dal 2007! Grande esperta di organizzazione fai-da-te e di sud est asiatico...

Ecco cosa ci dice di sé:

«Ciao a tutti, sono Giovanna e vivo in provincia di Como. Ho iniziato a viaggiare con il mio attuale compagno nel lontano 1995, ero (e sono) affascinata dalle antiche civiltà e dopo aver visto in TV un documentario che parlava di Tikal ho deciso che il mio primo viaggio sarebbe stato in Guatemala. Pensandoci ora era proprio un altro secolo, niente cellulari, né prenotazioni online, niente macchine fotografiche digitali... avevamo una guida cartacea (che accompagna ancora i nostri viaggi di oggi), giravamo in bus e telefonavamo a casa una volta ogni tanto per far sapere che stavamo bene. Da lì è nata la passione per i viaggi, tutti organizzati da me; il mio compagno dice sempre di sentirsi come "un pacco" trasportato da Malpensa in chissà qualche sperduto posto di cui lui (per sua scelta) non vuole sapere nulla, così più grande sarà la sorpresa nel momento in cui si troverà là... Dopo quella prima esperienza abbiamo viaggiato molto in America Centrale, soprattutto in Messico che ci ha ospitati per diversi anni. Uno dei posti più particolari dove siamo stati è la Barranca del Cobre, un gruppo di canyon molto profondi simili a quelli più noti degli Usa che abbiamo attraversato a bordo di un treno partendo dai 1.400 m di Chihuahua e arrivando al mare. Era gennaio, aveva nevicato e faceva freddissimo, sembrava di stare sulle Alpi svizzere piuttosto che in Messico! Nel 2010 la decisione di volare verso oriente e lì sono rimasta stregata! Tutto mi piace di questa parte di mondo, la cultura, la gente, il cibo, i paesaggi, il mare e le spiagge, i siti antichi e i templi, la religiosità che si respira. Da allora abbiamo esplorato il Sud est asiatico, passando dalla Thailandia alla Cambogia con il meraviglioso sito di Angkor Wat, dal Laos al Myanmar che ci ha regalato grandi emozioni. Non dimenticherò mai l’alba a Bagan con lo spettacolo delle mongolfiere che si alzavano in volo ai primi raggi del sole... A gennaio del 2020 siamo riusciti a fare il nostro ultimo viaggio nelle Filippine, dove abbiamo visitato la zona montuosa di Luzon con le sue bellissime risaie Patrimonio dell’Umanità; rientrati appena in tempo e subito chiusi in casa come tutti a causa di questa terribile pandemia. È stato, ed è ancora, un periodo molto duro sotto tutti i punti di vista, ma ora vogliamo guardare avanti. I sogni non sono morti, è solo questione di avere pazienza per un po’ e sono sicura che torneremo ed esplorare il mondo che ha ancora tanto da dirci. E a chi pensa che un viaggio sia una cosa superflua o inutile ricordo le belle parole che scriveva Tiziano Terzani: "Fermati ogni tanto. Fermati e lasciati prendere dal sentimento di meraviglia davanti al mondo". Un saluto a tutti i lettori di TPC!»

Grazie Giovanna, irriducibile delle guide cartacee, ci piace! Nella gallery qui sotto qualche suo scatto dal mondo, mentre sui social di #Turistipercaso i suoi racconti di viaggio foto ci faranno compagnia tutta la settimana...

Parole chiave
  • 526 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social