Guida per il perfetto viaggiatore indipendente: la preparazione

Una miniguida prima di partire

  • di raf999
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1-10
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Una miniguida della viaggiatrice solitaria e fotografa umanitaria Raffaella Milandri.

PREPARAZIONE AL VIAGGIO FAI DA TE ALL'ESTERO: INDISPENSABILI SICUREZZA E INFORMAZIONE

Una raccomandazione: il viaggio fai da te non è per tutti.Richiede un grande spirito di adattamento e tutta una serie di risorse personali. E' una esperienza di vita e non una vacanza rilassante. Che tu sia da solo o in compagnia, sono pressoché indispensabili: -una conoscenza anche minima della lingua inglese; -buone tecniche di mimo, per i casi in cui non si possa usare l’inglese; -buon senso dell’orientamento e buona capacità di leggere le cartine stradali; -indipendenza economica, con tutto l’occorrente-contanti, bancomat, carte di credito- per far fronte alle spese impreviste; -buona tecnica di improvvisazione e velocità decisionale per togliersi alla svelta da situazioni sgradevoli, scomode o pericolose; - facilità nei rapporti interpersonali e capacità di sorridere e trasmettere sensazioni positive a chi incontri. -conoscenza di tutto ciò che è INDISPENSABILE, dai documenti richiesti, alle pratiche doganali, alle normative sui voli aerei, alle eventuali vaccinazioni.

Se sai cavartela bene da solo, sappi che se sei in compagnia dovrai farti carico dei più deboli, ovvero dovrai badare a chi non ha esperienza o ha poco senso pratico. In vacanza ognuno pensa al proprio piacere, ma non devi dimenticare le persone che sono con te e devi renderti disponibile, anche se potrai risultare alle volte troppo premuroso o noioso. Il principio base della vacanza fai da te è “Tutti a casa sani e salvi” e questo deve avere priorità assoluta.

Controlla prima di partire:

-i documenti (passaporto, patente, visto laddove necessario); Per il passaporto verifica sempre la scadenza e il numero di pagine libere; per la patente, informati in caso ti occorra la patente internazionale. -le vaccinazioni necessarie e consigliate e le medicine da portare: può sembrare eccessivo partire con una farmacia da viaggio, ma è sempre meglio che farsi prendere alla sprovvista da un malanno nel deserto del Thar, a Tokyo, ad Algeri o in una cittadina del Bihar. Fondamentale consultare un Centro di Medicina del Viaggiatorenella ASL più vicina. Controlla anche il tuo stato di salute: un buon check up è sempre doveroso prima di un viaggio, in particolare se vai in zone dove il clima è molto caldo e umido, o in zone di alta quota. In Tibet ad esempio l'altitudine (dai 3600 metri di Lhasa fino ai 5200 metri di alcuni passi montani) coglie di sorpresa molti viaggiatori impreparati. -le opportune assicurazioni di viaggio e sanitarie prima di partire, sono in genere poco costose e permettono di viaggiare in sicurezza; -il clima che incontrerai onde portare il giusto abbigliamento; -il tipo di prese elettriche in uso nel Paese dove andrai, onde poterti procurare il giusto adattatore; -registrati al sito www.dovesiamonelmondo.it, onde lasciare una traccia del tuo percorso ed essere reperibile in caso di emergenze. -le usanze del Paese che visiterai onde evitare disagi e creare problemi. Per un bacio in pubblico, nell’aprile 2010, una coppia di inglesi a Dubai è stata arrestata.

FONTI DI INFORMAZIONE

-collegati al sito www.viaggiaresicuri.it curato dal Ministero degli Esteri e dall’ACI, validissimo per le informazioni, raccomandazioni e avvertenze sempre aggiornate;

-l'utilissimo sito www.simvim.it della Società Italiana di Medicina e delle Migrazioni fornisce consigli utili e gli indirizzi dei Centri di Medicina per Viaggiatori, oltre a fornire l'elenco per comporre la tua farmacia da viaggio

  • 23343 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. chiaki
    , 20/2/2011 12:02
    Fantastica guida!! Quest'anno ho intenzione di fare un viaggio in solitaria pobabilmente in Scozia o Islanda, ma i miei genitori sono preoccupati e non vogliono lasciarmi andare spero che leggendo la tua guida si calmino almeno un pochino.

    Ciao
    Grazie mille
  2. patagonia
    , 16/2/2011 10:39
    nn viaggio in solitaria perchè ho un pò paura, ma faccio viaggi x conoscere gente e culture, spesso spartani, da Africa, India o Sud America....Applico le tue regole anche a me stessa, che sia in gruppo o solo in due persone.
    Ciao
    Fiore

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social