Turchia 2002: un viaggio tra moschee e hamam !!!

PROLOGO ...Forse una delle ragioni per le quali non ho mai dormito molto in autobus è che mi piace guardare e godermi tutto il paesaggio esterno. La TURCHIA in particolare ha un ambiente che spesso cambia dopo la curva o ...

Diario letto 765 volte

  • di A V
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

PROLOGO ...Forse una delle ragioni per le quali non ho mai dormito molto in autobus è che mi piace guardare e godermi tutto il paesaggio esterno. La TURCHIA in particolare ha un ambiente che spesso cambia dopo la curva o il dosso successivo, quindi sono qui, nonostante le quasi 11 ore passate in bus e il buio della notte, a guardare fuori e a cercare ostinatamente qualcosa che non ho visto.

Siamo quasi a Istanbul a siamo partiti nel pomeriggio verso le 15 da Kusadasi .

Alle 6:20 di domani 5 maggio prenderemo l'aereo che ci porterà a Francoforte e da qui a Bologna dove, io e Paola, avremo ancora due ore di treno per Milano.

Mi rigiro ancora sul sedile, Paola è appoggiata sulla mia spalla e cerca di dormire un pochino, mentre Barbara e Marco sono sui due sedili vicino ai nostri.

Sono contento del nostro viaggio, sono contento anche di tutte le esperienze fatte e sono contento dei nostri due compagni di 'avventure' sempre pronti a dedicarci un sorriso o una battuta in ogni momento. Con Marco e Barbara condividiamo molti interessi tra cui la continua voglia di conoscere e forse, con loro, anche i miei viaggi precedenti sarebbero stati più ricchi di un sano entusiasmo. Mi rigiro verso il finestrino dell'autobus e vedo in lontananza le prime luci di Istanbul, pensare che mi sembra così lontano il giorno della nostra partenza, il giorno in cui arrivammo proprio qui ...

24 aprile 2002 Parola mia, non ho mai guardato così di continuo l'orologio: le due ore e mezzo di treno tra Milano e Bologna mi sono sembrate un'eternità. Fortunatamente abbiamo evitato lo sciopero degli addetti alle pulizie dei treni e alle 14,30 siamo alla stazione di Bologna... Anche Paola mi sembra impaziente.

Decidiamo di mangiare e poi con calma prendere la navetta per l'aeroporto.

Paola vuole un gelato, io preferisco altro, comunque decidiamo di cercare una gelateria nei dintorni della stazione. All'improvviso scorgiamo la tendina di un chiosco... È una piadineria!!! Avete presente, nei film, le scene in pieno deserto quando si scorge in lontananza un'oasi? Ecco, la stessa cosa. Ci basta una rapida occhiata e siamo già in procinto di ordinare una piadina con lo squaquerone e il prosciutto crudo (per quanto mi riguarda).

Passiamo un'oretta piacevole, poi ci carichiamo lo zaino in spalle e ritorniamo in stazione, dove, dopo 15 minuti, ci attende la navetta.

Siamo solo da cinque minuti nell'area check in ed ecco che arrivano i nostri compagni di viaggio: Barbara e Marco. All'inizio mi spavento: nel loro carrello conto ben sei valigie/zaini...

era solo un'illusione ottica, sono carichi quanto noi.

Sono passati solo due mesi da quando li abbiamo visti su a Milano, ma devo dire che per me è sempre un enorme piacere rivederli... Non parliamo poi per Paola, mi sembra così contenta quando può rivedere sua sorella e suo cognato.

Il tempo per un caffè e siamo pronti per l'imbarco poco prima delle 19:00.

L'aereo parte con una ventina di minuti di ritardo e, seduti nell'attesa, scrivo il diario e non posso fare a meno di notare l'espressione di Barbara: è inchiodata al sedile e non muove un muscolo, la mummia di Ramsete II nel museo egizio del Cairo mi sembrava un pochino più dinamica...

bando alle chiacchiere, si decolla per Francoforte! Neanche il tempo di bere qualcosa che siamo arrivati e di nuovo via verso Istanbul.

Partiamo in ritardo, per il resto comunque le due ore e mezzo di viaggio scorrono tranquille.

All'arrivo ci attende un signore con un cartello:"Star Holiday Hotel"... Iniziamo a vedere i minareti illuminati da luci artificiali, la Moschea blu e Santa Sofia; il nostro albergo è in pieno centro, il Sulthanamet. Finalmente in albergo ci possiamo sdraiare per dormire... Sono le tre di notte ora locale

  • 765 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social