Venezia e Trieste in 4 giorni

Venezia semplicemente fantastica, Trieste una bella scoperta

Diario letto 1958 volte

  • di agatascheggia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Partenza domenica 16 agosto alle 9.00: destinazione Venezia. Arriviamo a Mestre e parcheggiamo la macchina al parcheggio coperto Saba (avevamo prenotato prima on line - www.sabait.it). Attraversiamo la strada dal parcheggio e siamo difronte alla stazione di Mestre Biglietti e via per destinazione Venezia Santa Lucia Arrivati alla stazione decidiamo di prendere il battello per andare all’hotel. Scelta poco azzeccata visto che sono state tolte le norme anti covid per il distanziamento a bordo dei mezzi pubblici e ci ritroviamo pigiati come sardine, tra il caldo e umido tipico di Venezia, i mille odori a bordo, gli zaini in spalla, valigie in mano e mascherine al volto. Fortunatamente la tratta dura poco (Riva di Biasio/Rialto). Arriviamo in hotel, cambio veloce pronti via! Mangiamo in ristorante indicato dall’hotel ( Ae Sconte )... Benvenuti a Venezia ragazzi! Prezzi cari e cibo turistico, ma ce lo aspettavamo. Servizio molto curato, il personale è molto gentile e questo lo possiamo constatare durante tutta la durata della nostra permanenza. Siamo già alle 15.30 e decidiamo di cominciare a perdersi nella città tra calle, rami, ponti, campi e fondamenta. Venezia è bella, segreta, romantica e sfacciata. Venezia è tante cose insieme. È sorprendente perché quando giri da un canale all'altro si apre sempre uno spettacolo da vedere, come dice mia figlia. Venezia è un museo a cielo aperto. Nel primo pomeriggio riusciamo a vedere quasi tutto il Sestiere Castello e il Sestiere San Marco (come si chiamano i quartieri a Venezia, che sono 6 ovviamente). Ceniamo al ristorante Bacaro ACIUGHETA (www.aciugheta.com) ma non poteva mancare lo spritz prima al locale di fronte al Bacaro Magna bevi tasi (entrambi i posti consigliati).

È lunedì mattina. Ci svegliamo alle 5.30 e alle 6.00 siamo fuori dalle hotel. Come i nostri amici fotografi insegnano, le foto belle si fanno all’alba. Ed è cosi che si apprezza il silenzio e la bellezza della città che si sta svegliando ma che ancora dorme. Piazza San Marco vuota ti lascia senza fiato, così come il resto dei rii e canali. La particolarità di Venezia è anche la sicurezza che si prova quando la si visita. Non ci sono problemi di microcriminalità e a qualsiasi ora del giorno e della notte è tranquilla. Torniamo in hotel per la colazione e alle 9.30 abbiamo appuntamento con la nostra guida Alessia Ferrari Bravo (http://guidaturisticavenezia.it) . Di lei non dirò niente se non... contattatela subito se decidete di andare a Venezia! È super professionale, molto preparata, simpatica e disponibile. Siamo stati tre ore con lei e ci ha fatto scoprire parti della sua città che non avremmo mai visto e mai compreso da soli. Salutiamo Alessia all’ora di pranzo e mangiamo nel quartiere Cannaregio al ristorante ALGIUBAGIO’ (www.algiubagio.net). Torneremo qui anche la sera. Buon servizio e bei piatti. Bella la location proprio sulla laguna. Finito il pranzo prendiamo il traghetto per Murano. Assistiamo alla lavorazione del vetro soffiato, facciamo un giro tra i tanti negozietti che ci sono e poi scappiamo letteralmente da un temporale che sta per arrivare. Torniamo a Fondamenta Nuove (è il porto dove si prende il traghetto per Murano/Burano/Torcello) e via a piedi in hotel.

È martedì mattina. Andiamo subito verso piazza San Marco e Palazzo Ducale intenti ad entrare a visitare ma purtroppo la Basilica è chiusa per restauro e la fila per Palazzo Ducale è già chilometrica. Siamo in tempo di Covid e le file sono ancora più impossibili di quello che già erano

Scopri queste e altre storie su Go Live FVG! »
  • 1958 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social