Ai Mercatini di Natale di di Trento

Un weekend ai Mercatini di Natale

Diario letto 486 volte

  • di gigi55
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Quest'anno per motivi familiari non vogliamo allontanarci molto da casa e abbiamo anche prenotato tardissimo, la scelta è caduta su i mercatini zona Trento.

Partenza venerdì 7 dicembre in macchina dalla provincia di Milano alle 6,30, prima delle 9 eravamo a Trento. Trovato comodissimo posteggio (a pagamento, con telepass) nel parking proprio sotto il mercatino a Piazza di Fiera.

TRENTO - per prima cosa colazione cappuccio e brioche, per non perder tempo visto che i mercatini aprono alle 10, ci siamo recati ai mercatini in p.zza Cesare Battisti (molto deludenti), sosta a visitare il bellissimo Duomo di Trento (ma Milan l'è un grand Milan) e poi l'appuntamento è in Piazza di Fiera, la piazza centrale del centro storico di Trento, dove è allestito anche l' albero di Natale. Oltre 90 le casette di legno espositrici, ma anche qui non ci hanno entusiasmato vuoi perché era un giorno feriale, festivo solo per noi milanesi giorno di S. Ambrogio.

La tappa successiva è Pergine dove ho prenotato una camera per 4 al Residence Hotel Miralago - 182€ con colazione (abbondante) inclusa. Camera bella spaziosa, pulita, posteggio privato gratuito l'unico problema che è un po' fuori dal centro abitato...ma noi dobbiamo solo dormirci. Lasciato i bagagli ci rechiamo a LEVICO dove il Mercatino si tiene nel Parco secolare degli Asburgo, circa 60 casette di legno disseminate su tutta l’area del parco offrono l'occasione per una passeggiata, trovare posteggio non è facile. Anche questi mercatini, come quelli di Trento non mi hanno coinvolto un granché, ci siamo seduti per pranzo ad un stand gastronomico e abbiamo assaggiato della polenta con formaggio e speck... ne è valsa la pena. L'evento della giornata era l'arrivo dei Krampus alle 17, per arrivare a quell'ora ci siamo diretti verso il centro di Levico, e soffermati ad ammirare cinque scultori che stavano lavorando dal vivo tronchi in legno per comporre nuovi personaggi del presepe a grandezza naturale che si trova in Piazza della Chiesa e visitato il museo dei presepi (sono appassionato). Ritornati al parco abbiamo, visto i Krampus, spaventosi esseri che si aggirano per il parco, questi belli.

In macchina verso PERGINE facile posteggio pubblico, e giro ai mercatini. Questo viene chiamato Mercatino di Natale dei Canòpi Gnomi Minatori, piccolo ma più carino dei precedenti. Abbiamo aspettato con interesse lo spettacolo programmato, nessuno sapeva nulla pur essendo scritto su programma ufficiale. A fatica ci danno info: Stelle scintillanti in Piazza Municipio, una cagata pazzesca (per dirla alla Fantozzi); un'animatrice??? distribuiva a quattro bambini quelle bacchette che accese fanno tante stelline... delusione. Tra l'altro era pubblicizzata la Catalogna, come ospite ufficiale, ma... al 7 dicembre non era ancora arrivata. Per tirare ora di cena siamo andati a vedere la mostra dei presepi, vale la pena. Ritornati in piazza e pur attirati dalle molte casette della ristorazione, animatissime a quest'ora abbiamo preferito sederci al caldo. In piazza del municipio, ristorante Al Volt, scelta azzeccata, personale gentile buon rapporto qualità-prezzo.

Torniamo alla camera, notte, colazione e poi si parte verso la prossima meta Rango, anche il viaggio è piacevole, attraverso bei paesaggi. Posteggio appositamente allestito presso il campo sportivo di Cavrasto (1,5 km da Rango), servizio di bus navetta (a/r € 1,00). Dopo aver preso la mappa presso lo stand della Pro-Loco all'ingresso del borgo (vi sono un centinaio di espositori) ci inoltriamo per le vie di Rango uno tra "I Borghi più Belli d'Italia". I Mercatini di Natale sono ambientati nelle vecchie case contadine, che si aprono ai visitatori. Ad uno stand, ci siamo seduti e abbiamo mangiato costine di maiale, con un frittella di patata e crauti. Alla grande fontana in piazza ammirate il borgo di Rango riprodotto in miniatura a mano.

Lasciamo Rango in direzione di Tenno: Club Hotel Tenno dove avevamo prenotato una camera per quattro (in realtà erano due camere comunicanti ognuna con il proprio bagno) anche qui posteggio riservato, a chi arriva prima anche al chiuso. Costo 204€ colazione esclusa. Anche questo Hotel un po' fuori dal paese, ma con grande sorpresa notiamo che dal piazzale antistante l'albergo partono i bus navetta per il Borgo di Canale di Tenno (2€ a testa A/R). L'antico borgo medioevale di Canale di Tenno, conosciuto come il paese degli artisti e dei pittori, tra le sue massicce case in pietra che s’inerpicano sul fianco della montagna, i vòlti, i vicoli e i cortili, ospita un Mercatino di Natale caratteristico, per l'ambientazione. Merita una visita la Casa degli Artisti nasce negli anni Sessanta da un’idea di Giacomo Vittone, pittore per diletto. Qui gli artisti potevano trovare calda ospitalità e luoghi ricchi d’ispirazione, lasciando in cambio una loro opera. Per cena difficile trovare un buco, abbiamo ripiegato sull'hotel all'interno del complesso dove avevamo la camera: Villa Giosi, direi che è andata bene, stanchi siamo saliti in camera poi a letto

  • 486 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social