Weekend tra i laghi della Val Pusteria

Due giorni tra montagne maestose, paesaggi stupendi e acque cristalline: questo e altro sono le Dolomiti!

Diario letto 3660 volte

  • di Gianlu95
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Ci ha lasciato quindi una sensazione contrastante, a seconda dei punti da cui lo si ammira: il giro del lago, infatti, è possibile attraverso una passerella di legno costruita su uno dei due versanti che porta ad un rifugio/bar davanti a cui si apre un prato verdissimo dove poter riposarsi e perchè no organizzare un pic-nic, mentre per completare il giro bisogna attraversare la strada e camminare in mezzo a un bosco dove sono indicate, come del resto in tutto il percorso, curiosità sulla flora e la fauna che abitano il lago e, inoltre, ci si può anche cimentare con prove fisiche, quali il "lancio della pigna", una sorta di tiro al bersaglio costruito interamente in legno.

Insomma come bellezza di paesaggio sicuramente Braies la fa da padrone, ma anche Anterselva sa come attirare l'attenzione del viaggiatore, grazie alle sue acque limpidissime.

Stanchi e spossati dal gran caldo, che, nonostante in montagna sia più sopportabile, si staglia comunque sui 35°, torniamo verso la città nella quale abbiamo prenotato l'hotel, ovvero Brunico, famosa e ridente cittadina sulla strada tra Bressanone e Dobbiaco.

L'hotel prescelto è l'Hotel Blitzburg, una costruzione molto caratteristica all'esterno, con torrette e colori tipici dei paesi di montagna, mentre all'interno è sostanzialmente moderno, con l'unico neo (ma ovviamente in montagna è giusto che sia così) di non avere aria condizionata in camera e di avere solo un set di asciugamani per coppia. Per cena optiamo per il ristorante del nostro hotel, dove, nonostante il gran caldo, non possiamo non provare specialità del luogo come i canederli e lo strudel.

Essendo l'hotel vicinissimo al centro (5 min. a piedi) ci concediamo una passeggiata digestiva nel centro storico, ricco di case colorate, con balconi fioriti e gli stendardi delle antiche casate nobili della zona.

GIORNO 2

Come ben sa chi è pratico della montagna, la domenica non è esattamente il giorno adatto per fare gite particolari, vista la quantità di turisti che raggiungono le Dolomiti per trovare fresco e relax.

Dopo esserci quindi svegliati un po' più tardi delle nostre abitudini quando viaggiamo e dopo aver assaggiato la lauta colazione dell'hotel, decidiamo di fare un giro in centro a Brunico e, con grande sorpresa, ci imbattiamo in una processione religiosa (penso dovuta alla festa patronale) in costumi tradizionali che ci passa proprio di fronte...video e foto sono immancabili!

Entrati in centro scopriamo che in questi luoghi le tradizioni restano ancora vive, nonostante il turismo la faccia da padrone, perchè tutti i negozi o quasi sono chiusi per tutto il giorno; per fortuna ce n'è uno, davvero particolare, che tiene aperta la sua attività ed è il Museo/Maso dello speck, vera chicca per scoprire come venga realizzato uno dei salumi più buoni sulle nostre tavole. Si possono comprare speck di tutti i tipi e sapori, nonchè altri prodotti tipici come birre, sughi e chi più ne ha più ne metta.

Il gran caldo però non permette grandissimi giri e, inoltre, per non beccare il traffico del ritorno in autostrada partiamo per tempo per tornare a casa.

Il weekend è finito, ma ci ha lasciato negli occhi e nel cuore paesaggi magnifici, luoghi incantevoli e la voglia di ritornare in questo patrimonio naturale.

  • 3660 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social