5 giorni tra i mercatini natalizi!

Eccomi qua a descrivere uno dei viaggi più belli che abbia mai fatto: il tour dei Mercatini natalizi in Alto Adige e ad Innsbruck! Un sogno che si realizza: l’atmosfera che ho sempre desiderato avere per il Natale lassù l’ho ...

Diario letto 1779 volte

  • di Daniela
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Eccomi qua a descrivere uno dei viaggi più belli che abbia mai fatto: il tour dei Mercatini natalizi in Alto Adige e ad Innsbruck! Un sogno che si realizza: l’atmosfera che ho sempre desiderato avere per il Natale lassù l’ho trovata! Il 4 dicembre io, mamma e mia sorella Rita siamo partite dalla stazione Termini con il treno delle 7:54. Il tempo non era dei migliori, dai finestrini vedevamo solo cielo grigio e pioggia, tutto questo fino a Verona, dove invece le condizioni andavano un po’ migliorando. Il mio ragazzo Aki, partito da Milano alle 6:30 in macchina, è arrivato a Bolzano alle 9:30, ha fatto un giro per il centro e poi ci ha aspettato in stazione.

Arriviamo puntuali alle 14:30, posiamo i bagagli in macchina (Aki ha trovato forse l’unico parcheggio libero gratis proprio davanti alla stazione!) e iniziamo ad “esplorare” Bolzano, con Aki come guida, visto che nel frattempo l’aveva girata praticamente tutta... "maledicendomi" per averlo fatto svegliare così presto!!! Da piazza della Stazione prendiamo il viale proprio di fronte e giungiamo in piazza Walther, dominata dal bellissimo Duomo e piena di bancarelle per il caratteristico mercatino natalizio. Qui troviamo di tutto, ma lo stand che ci colpisce per primo è quello della Sacker Torte! Compro subito la tazza commemorativa del mercatino 2004, in vendita qui confezionata con un assaggio di sacker (6 euro ben spesi!). Continuiamo il giro del centro passando per via e piazzetta della Mostra, via Goethe, la bellissima piazza delle Erbe piena di bancarelle con composizioni di verdure e frutta coloratissimi! Si prosegue per via Streiter (poeta e sindaco di Bolzano nella seconda metà dell’800) dove vi sono degli antichi banchi del pesce in marmo, e si sbocca nella famosa via dei Bottai, ricca di antiche insegne in ferro battuto, che ci porta direttamente nella quadrata piazza del Municipio. Anche qui c’è un piccolo mercatino. Attraverso piccole viuzze giungiamo in piazza del Grano dove attirati dal buonissimo odore ci facciamo tentare da succo e frittelle di mele caldi! Attraverso piccole viuzze giungiamo di nuovo in piazza Walther dove diamo l’arrivederci al mercatino all’ultimo giorno! Saliamo in macchina e ci dirigiamo verso l’hotel Haller, a Mareta, frazione di Racines, a 7 km da Vipiteno. Prenotato su internet non hanno voluto nessun tipo di anticipo e abbiamo ricevuto un trattamento davvero ottimo! I prezzi sono tutt’altro che alti e per 117 euro a persona (offerta per l’Avvento) abbiamo 4 notti/5 giorni in mezza pensione, compreso l’uso di tutta l’area benessere, con sauna, bagno turco, doccia delle meraviglie ecc. Il posto è incantevole, Mareta è dominata da uno dei Castelli più belli del Tirolo, le montagne sono tutte innevate... un sogno! La nostra prima cena è, oserei dire, pantagruelica, come poi tutte le altre, con gran buffet di insalate, primo, secondo, contorno e dolce! Svegliatici con la neve che cade, il 5 mattina lo dedichiamo a Brunico. La colazione in hotel si rivelerà come la cena: tantissimi tipi di cereali (da noi snobbati!), succhi di frutta, marmellate fatte in casa, vari tipi di formaggio (da noi amati!), speck, salumi vari, tanti tipi di pane, cornetti, thè, caffè e latte! Belli pieni e soddisfatti... partiamo! Autostrada da Vipiteno a Bressanone e da lì statale fino a Brunico. Le valli che attraversiamo sono bellissime e in più, a rendere tutto più bello, c’è anche la neve che scende piano piano! Arrivati parcheggiamo la macchina nel parcheggio sotterraneo a pagamento, molto funzionale in quanto proprio davanti alla via dove si svolge il mercatino. Attraversata la strada inizia il giro. Il mercatino di Brunico non è grandissimo, ma molto intimo e carino: ci sono gli stand con artigiani che creano sculture e candele proprio davanti a noi, compriamo le cartoline con l’annullo speciale, la crema allo speck da mettere sul pane caldo, vari addobbi natalizi, qualche cioccolata nello stand della Milka ed io, naturalmente, la tazza commemorativa 2004! Ormai decido di fare tutta la collezione! Decidiamo di fare un giro nel centro storico. E’ molto carino, le vetrine delle pasticcerie sono dei richiami a cui è difficile resistere (altro che sirene di Ulisse!), Rita e mamma vedono la bella Chiesa e il Castello che domina la cittadina, mentre io e Aki sbaviamo di fronte ad una delle suddette vetrine...! A pranzo decidiamo di fermarci al ristorante “Corso”, proprio lungo la via del mercatino: prendiamo un piatto di specialità tirolesi, con speck, salame e prosciutto di cervo, formaggi ecc, e mamma lo strudel, facendolo assaggiare anche a noi

  • 1779 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social