Toscana in tre giorni

Ponte del 2 giugno tra le colline toscane e il buon cibo

Diario letto 10929 volte

  • di paris15
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Siamo una coppia di 26 anni e per il ponte del 2 giugno abbiamo fatto un bel giretto nella splendida Toscana.

Il 2 giugno partiamo alle 6.30 da Seriate (Bergamo) e dopo aver fatto anche un'oretta di coda sull'autostrada, per le 12.30 siamo a Siena. Parcheggiamo fuori dalla fortezza medicea che nei festivi è gratis. Quindi ci dirigiamo verso il centro e incontriamo la Basilica Cateriniana San Domenico, che tra le altre meraviglie contiene la testa-reliquia di santa Caterina da Siena, entro una splendida cappella rinascimentale costruita per l'occasione. Visto l'orario ci catapultiamo nel centro di Siena per mangiare e ci capitiamo quasi per sbaglio in un ristorantino gourmet "Morbidi", molto chic che fa il pranzo a buffet, molto particolare e consigliato per chi vuole mangiare bene e a buon prezzo (visto che i 12 euro per il menù fisso).

Visto il brutto tempo che ci perseguita, non possiamo salire sulla torre dei Mangia allora dopo le solite foto di rito nella splendida Piazza del Campo, ci spostiamo verso Piazza del Duomo. Compriamo i biglietti comulativi per visitare Battister, Cripta, Facciatone e Duomo. Noi siamo partiti dal battistero, molto suggestivo e colorato, poi abbiamo fatto la Cripta, molto interessante e conserva ancora il fascino antico, poi siamo saliti sul Facciatone passando per il Museo dell'Opera metropolitana del Duomo (un consiglio, se soffrite di vertingini, pensateci bene prima di salire qui, non da il senso di sicurezza) e abbiamo concluso con la visita al fantastico Duomo. Peccato che alcune parti erano coperte per via di restuari in occasione del Giubileo.

Alle 19.00 ceniamo in Piazza del Campo, proprio sotto la torre e ci spariamo una cenetta tipica al ristorante Il Bandierino (peci al sugo di cinghiale, tagliata di chianina e dolcetto, il tutto accompagnato da una bottiglia di Chianti, per soli 23 euro a testa). Soddisfatti e stanchi ce ne andiamo da Siena per dirigerci verso il nostro B&B casa Bice (anche se abbiamo prenotato tramite Smartbox, lo consiglio sia per la vista dalla finestra o cucina, sia per il paesaggio che si vede mentre si sale tra le colline del Chianti).

Ci svegliamo verso le 8.30 e il proprietario del B&B ci offre una splendida colazione. Sempre perseguitati dalla pioggia, ci avviamo verso San Gimignano. Dopo innumerevoli sali e scendi, finalmente arriviamo davanti a questo patrimonio dell'Unesco. Parcheggiamo appena fuori dalle mura e sono ci catapultiamo in questo paesino dall'aria medievale. Ammiriamo le stradine e ci troviamo alla piazza principale, così decidiamo di salire sulla Torre Grossa. Diciamo che tutti quei scalini hanno aiutato a smaltire la colazione ma la vista dall'alto è da togliere il fiato. Passeggiamo ancora un pò tra le viuzze e per le 11 ce ne andiamo in direzione Volterra. Una volta in questo altro splendido paese, ci si accorge subito che è più moderno e più turistico ma altrettanto affascinante. Mangiamo un panino veloce in un bar e dopo aver girato tutta Volterra ce ne andiamo. Facciamo circa 70 km e arriviamo nell'affollatissima Pisa, troviamo un parcheggio gratis e ci catapultiamo nella celeberrima Piazza dei Miracoli e subito la bellezza della Torre di Pisa cattura tutta la nostra attenzione e non smettiamo di fare foto. Visto il prezzo per salirci (18 euro mi sembra uno sproposito), visitiamo il Museo delle sinopie, il Battistero di Giovanni, la Cattedrale e per ultimo il Camposanto. Un giretto nella via accanto alla piazza, aperitivo e via che scappiamo a Montecatini Terme dove abbiamo l'hotelCon il cofanetto regalo Emozione 3 abbiamo prenotato presso il Club hotel Corallo, personale gentilissimo che ci ha consigliato dove cenare. Montecatini è molto carina ma dopo una giornata in giro non vediamo l'ora di andare a dormire, così salutiamo tutti e buonanotte. Il sabato mattina da programma si doveva andare al mare ma ovviamente c'era tutto tranne che il clima giusto, così decidiamo di ritornare verso Bergamo facendo tappa a Parma. Ci siamo fatti viziare con un delizioso panino al Panino d'arte e poi una visita veloce al Monastero di San Giovanni Evangelista, Cattedrale, Palazzo della Pilotta e infine gelatino al parco Ducale.

Tristemente ce ne torniamo a Bergamo ma con dei bellissimi ricordi della nostra splendida Italia.

  • 10929 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social