Thailandia-Cambogia andata e ritorno

Itinerario circolare tra Bangkok, Siem Reap, Koh Kut e Bangkok

Diario letto 38105 volte

  • di Giovanna C.
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Quarta volta in Thailandia e prima volta in Cambogia. Erano anni che volevo visitare l’area archeologica di Angkor e finalmente mi organizzo per andarci. Una meta imperdibile per chi è appassionato di storia e rovine, a mio parere uno dei siti più affascinanti del mondo.

VOLI

Volo Milano-Bangkok con Oman Air comprato a inizio novembre 2015 all’ottimo prezzo di 399€ a testa a/r. Spendo due parole su questa compagnia, eravamo dubbiosi date le recensioni non proprio tutte positive, voli in ritardo, bagagli persi e via dicendo. Noi siamo stati fortunati ed è andato tutto bene, voli in orario, trattamento ottimo a bordo, bagagli arrivati, insomma niente da dire. Ad altri viaggiatori che abbiamo incontrato in Thailandia è andata peggio, zaini rimasti a Muscat e consegnati una settimana dopo con conseguenti disagi. Per quanto riguarda me, non esiterei a viaggiare di nuovo con la Oman.

Volo Bangkok-Siem Reap di sola andata con Air Asia a 156€ per due persone con un bagaglio imbarcato, niente da dire su questa compagnia con cui abbiamo volato parecchie volte sempre senza alcun problema.

BANGKOK

Nonostante sia la quarta volta per noi in Thailandia, non ci eravamo mai fermati a visitare la capitale. Siamo più per i paesini e i villaggi che per le metropoli, però stavolta facciamo una sosta all’andata almeno per visitare le principali attrazioni. Non mi dilungo sulle attrattive di Bangkok, in Rete si trovano tutte le info utili. Visitiamo le attrazioni più famose, Palazzo Reale, Wat Pho con il suo incredibile Buddha sdraiato, 46 metri di lunghezza e 15 di altezza, totalmente rivestito d’oro e con i piedi decorati di madreperla Ci colpisce in particolare il Wat Arun che si trova sull’altra sponda del fiume ed è raggiungibile con un breve tragitto in barca. Gironzoliamo tra i templi e lungo il fiume finchè siamo stanchi... Il biglietto per l’ingresso al complesso del Palazzo Reale costa 500 bath a testa (circa 13€). L’ingresso al Wat Pho ed al Wat Arun costano 100 bath (meno di 3€).

Una nota: all’ingresso del Palazzo Reale una signora controlla la lunghezza dei calzoncini e impedisce l’entrata a chi non abbia le spalle e le ginocchia coperte. Se volete evitare di fare lunghe file per noleggiare un pareo con cui coprirsi, arrivate vestiti adeguatamente (pantaloni lunghi e non aderenti, maglietta con mezza manica e non canotta, la signora è abbastanza rigida…) oppure portatevi qualcosa con cui coprirvi.

Spostarsi a Bangkok

La capitale thailandese è servita da una buona rete di mezzi pubblici, autobus, metropolitana, tuk tuk e taxi, inoltre lungo il fiume Chao Phraya ci sono barche di linea con fermate in corrispondenza dei templi e delle principali attrazioni. A prima vista non è semplice districarsi tra tutte queste possibilità, quindi ecco qualche sintetico suggerimento.

Le strade sono sempre congestionate dal traffico, se possibile utilizzate la metro (indicata con la sigla MRT) piuttosto che i taxi, spenderete di meno e avrete la possibilità di mescolarvi tra la gente comune indaffarata nelle sue attività. La metropolitana non raggiunge la zona dei templi, quindi dal capolinea dovrete spostarvi a piedi (se vi piace camminare) o prendere un tuk tuk per il tratto rimanente.

Il panoramico Skytrain (indicato con la sigla BTS) è un treno sopraelevato in funzione dalle 5 del mattino circa fino a mezzanotte che ha due linee, una circa est-ovest (Silom Line) ed una circa nord-sud (Sukvumit Line), con interconnessioni con le altre linee di trasporti

  • 38105 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social