Acqui Terme e il Brachetto di Acqui DOCG

Seconda tappa del giro enoturistico progettato da Syusy e Patrizio in provincia di Alessandria
acqui terme e il brachetto di acqui docg

La seconda tappa dell’itinerario enoturistico progettato da Syusy Blady e Patrizio Roversi nel Monferrato alessandrino è ad Acqui Terme, dove si preparano ad arrivare assaggiando un buon Brachetto di Acqui DOCG.

Questo vino ha un colore molto particolare, si direbbe porpora con del rosso rubino, ed esiste leggermente frizzante, passito e anche spumante. Molto dolce, è un vino che alcuni dicono piacere alle donne, ma, al di là del connubio “donne – vino dolce” tutto da verificare, in realtà piace tanto anche agli uomini. A favore di questa narrazione al femminile c’è però una leggenda: si narra che Giulio Cesare e Antonio lo portassero in dono a Cleopatra per conquistarla!

Quanto alla cittadina, come dice il nome stesso, oltre al vino è un luogo dove si celebra anche l’acqua: ci sono imponenti resti di un acquedotto romano e, al centro di Acqui Terme, una fonte d’acqua calda, La Bollente, che sbuca proprio in piazza e a cui è dedicato un tempietto.

 

Per informazioni consultate il sito ufficiale di Alessandria & Monferrato Turismo e i siti del Consorzio Tutela Vini d’Acqui e del Consorzio Tutela Brachetto d’Acqui DOCG.

Guarda la gallery
uva del brachetto

Uva del Brachetto

brachetto d'acqui, un vigneto

Brachetto d'Acqui, un vigneto



    Commenti

    Lascia un commento

    Alessandria: leggi gli altri diari di viaggio

    Video Itinerari