Tanzania: Parchi, Animali, Paesaggi Magnifici

Fantastici fotosafari! un sacco di animali, paesaggi sempre vari, un viaggio breve ma ricco, organizzazione perfetta!

Diario letto 6877 volte

  • di lucia & marco
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Spesa: Oltre 3000 euro
 

...siamo tornati da quasi due mesi e non riusciamo a smettere di pensare al magnifico viaggio in Tanzania. Non siamo viaggiatori di primo pelo, abbiamo girato abbastanza, in Africa avevamo già visitato la Namibia, il Botswana e il Kenya, ma devo dire che questo viaggio ci è restato davvero nel cuore. Ci tenevo a rendere partecipi altri viaggiatori di questa nostra esperienza.

Io e mio marito Marco, insieme a due cari amici e già collaudati compagni di viaggio - Katia e Francesco - abbiamo iniziato a pensare a questo viaggio già ai primi di settembre. In altre occasioni precedenti abbiamo fatto viaggi ben più spartani, ma questa volta, anche a causa del poco tempo a disposizione (10 giorni), abbiamo deciso di regalarci qualche piccolo lusso, scegliendo campi tendati e lodges di livello. 10 giorni possono sembrare pochi in altre parti dell’Africa, ma la Tanzania del Nord ha il vantaggio di avere tutti i parchi uno vicino all’altro, con brevi trasferimenti (che per latro, non sono affatto noiosi, vista la bellezza dei paesaggi). Con qualche giorno in più avremmo potuto visitare Lake Eyasi, patria di interessanti minoranze etniche, il Parco Tarangire (che in realtà è forse meglio in estate) e la regione del Lago Natron, oppure concederci qualche giorno di relax al mare, ma purtroppo quest’anno il tempo a disposizione era quello, anche se è comunque bastato a fare un bel viaggio.

Come è nostra abitudine abbiamo iniziato a chiedere preventivi e informazioni in giro, a vari operatori sia italiani che locali. Scartati a priori tutti gli operatori classici che vendono attraverso le agenzie dettaglianti - decisamente più cari perchè i loro prezzi includono le commissioni per le agenzie - abbiamo messo a confronto 6 proposte, 3 di operatori italiani e 3 di operatori locali e, alla fine, pensa, ripensa, spulcia e paragona, la nostra scelta è ricaduta su Harmattan, un piccolo operatore veneto specializzato in viaggi in Africa che si è rivelato esperto e con prezzi competitivi. La prima cosa positiva che ho notato dopo l'invio della solita e-mail di rito nella quale davo delle indicazioni di massima sulle nostre intenzioni è che non mi è stato risposto - a differenza che dagli altri operatori - con un programma già pronto. Il Sig. Rocco Lastella - responsabile dell'Africa centrale, orientale e australe - mi ha soltanto mandato in allegato un file di informazioni di carattere generale sul paese, il clima, i periodi migliori in riferimento alle varie zone, gli alloggi, etc. E mi ha invitato a chiamarlo al telefono, scrivendo che una chiacchierata gli avrebbe chiarito le idee e gli avrebbe permesso di elaborare una proposta in linea con le nostre aspettative. Alla fine l’organizzazione si è rivelata perfetta, la consulenza e i suggerimenti di Rocco preziosissimi e il viaggio è stato un successo.

Dopo varie telefonate, e-mails, suoi suggerimenti, nostri ripensamenti e modifiche siamo giunti al nostro programma di viaggio e, ai primi di novembre, convinti, abbiamo confermato! Sapevamo infatti da esperienze precedenti di amici che se si vuole trovare posto in determinati lodges e campi tendati piccoli e di gusto (evitando gli alberghi della savana da 70 camere) e nelle zone dei parchi che in un dato periodo dell’anno sono più popolate da animali bisogna prenotare con largo anticipo. A noi interessava stare per alcuni giorni nella zona di Ndutu-Masek (tra Ngorongoro Conservation Area e Serengeti) che nel periodo da fine gennaio ai primi di aprile è interessata dalla celebre migrazione degli gnu. Tra siti internet, guide di viaggio e documentari ci eravamo informati molto su questo spostamento in massa di milioni di erbivori che sono alla costante ricerca di pascoli all’interno del grande ecosistema Serengeti ed eravamo quindi a conoscenza di quella che era la zona interessata dalla migrazione nel periodo in cui potevamo viaggiare

  • 6877 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social