Visitare Gozo tra tesori artistici e paradisi naturalistici nel cuore del Mediterraneo

Al centro del Mediterraneo eppure ancora nascosta, Gozo è l'ideale se cercate una meta rilassante, arricchita da un'antica cultura locale nella quale immergervi.

Siete pronti a vivere un’esperienza incredibile nel cuore del Mediterraneo? Gozo è la seconda isola dell’arcipelago maltese per estensione e rientra nell’itinerario turistico dei visitatori che scoprono in questo scrigno di tesori culturali e naturalistici in equilibrio tra l’Europa e l’Africa. Non dimentichiamo infatti che Gozo sorge proprio al centro del Mediterraneo e gode di una natura rigogliosissima che esplode, colorata e aromatica, in una distesa azzurrissima e cristallina. Alte falesie, deliziose baie, angoli rocciosi e qualche spiaggia caratterizzano le poetiche coste di questa isola vivissima nella quale trascorrere le vostre prossime vacanze estive in totale relax.

turistipercaso

Tuttavia sono ben pochi i turisti che decidono di vivere quest’isola anche dopo la partenza dell’ultimo traghetto, soggiornando in una delle tante tradizionali farmhouse che popolano le campagne goziane ed entrando in contatto con le usanze locali e i piatti tipici a chilometro 0. Mare, spiagge e incredibili tesori artistici: visitare Gozo è un’esperienza da sogno nell’insolita new entry tra le destinazioni del Mediterraneo.

Ma come raggiungere questa incredibile oasi di tranquillità non lontano dalla Sicilia? Gozo dista solamente 6 chilometri dall’isola gemella Malta. L’unica maniera per raggiungerla è via mare. Potete prendere il traghetto dal porto maltese di Cirkewwa, nella parte settentrionale dell’isola, per raggiungere il porto di Mgarr sull’isola di Gozo nel giro di venti minuti. Le corse partono da Cirkewwa ogni 45 minuti. In alternativa potete imbarcarvi a Valletta, presso il molo Lascaris. Scegliendo questa alternativa potete godere di un meraviglioso panorama sulla baia per la durata di circa 45 minuti di navigazione. Il servizio è attivo tutto il giorno, tutti i giorni, fino a notte inoltrata.

Cosa vedere a Gozo per una vacanza tra natura e cultura

Se la vita a Gozo sembra resistere ai ritmi frenetici, l’isola gemella di Malta ha moltissimo da offrire agli amanti della natura e del relax, ma anche della storia e della cultura locale. Scoprite l’isola a bordo di uno scooter o pedalando in bicicletta immergendovi nel silenzio antico di una terra che non ha dimenticato l’importanza e il valore di una vita lenta.

turistipercaso

Il Blue Hole è un degno erede del fascino naturalistico della Finestra nell’area di Dwejra. Proprio ai piedi di quel monumento in roccia si apre infatti questa caverna sottomarina perfettamente circolare, ovviamente ambitissima dagli amanti delle immersioni. Infatti è possibile accedere al Blue Sole solamente immergendosi. Relax è la parola chiave per molti dei turisti che scelgono Gozo come meta appartata per le proprie vacanze estive e che sanno di poter contare su ampie spiagge dall’aspetto decisamente caratteristico. Sicuramente le infinite distese di sabbia non sono la cifra distintiva delle coste gozitane, tuttavia le spiagge dell’isola sono dei veri paradisi mediterranei. Sans Blas Bay e Ramla Bay sorgono sul versante orientale di Gozo e sono caratterizzate da un arenile rossissimo; a San Blas e Dahlet Qorrot Bay potete invece prendere isole lontano dal caos.

turistipercaso

Wied il-Ghasri è invece il fiordo di Gozo, accarezzato da un lembo di mare cristallino e poco frequentato dai turisti. Spingetevi fino alla parte settentrionale di Gozo per scoprire l’area di Dwejra. Amatissima dagli appassionati di sport acquatici, la costa è  famosa per l’Inland Sea, una lunga caverna naturale che penetra la montagna per poi sbucare in mare aperto. Se siete andare in canoa, lanciatevi all’avventura!

Guarda la gallery
blue hole dwejra gozo

copertina

gozo - cittadella

le saline di xwejni

gozo---mixta-cave-1

blue hole dwejra gozo

gozo - wied il-għasri

mixta cave

mixta cave



    Commenti

    Lascia un commento