Noleggiare una barca: con skipper o senza skipper?

Obbligatorio, consigliato o utile? Lo skipper è la figura che può rendere più facile un noleggio in barca. Ecco quando serve davvero

Che si tratti di una barca a vela o di un catamarano, quando si noleggia un’imbarcazione bisogna sempre scegliere se includere anche il servizio offerto da uno skipper professionista oppure no. Si tratta di un dettaglio che non conviene sottovalutare e che deve essere valutato con una certa attenzione, anche se a bordo è presente qualcuno in possesso di patente nautica. Vediamo allora nel dettaglio in quali casi vale la pena optare per un servizio di noleggio barche con skipper e in quali invece se ne può fare a meno.

Noleggiare una barca: quando lo skipper è obbligatorio

Innanzitutto, è bene precisare che indipendentemente dal tipo di imbarcazione che si sceglie, se si intende organizzare una vacanza in barca è necessario che a bordo sia presente almeno una persona in possesso della patente nautica. Questo vale sia per le barche a vela che per i catamarani; dunque, se tra i membri dell’equipaggio e dunque tra i propri compagni di viaggio nessuno ha la patente nautica, il servizio di noleggio con skipper diventa obbligatorio. 

Fortunatamente al giorno d’oggi tutte le società di noleggio barche più serie offrono tale servizio; pertanto, non è difficile organizzare una vacanza in tutta sicurezza, potendo contare su un professionista a bordo per tutta la durata del viaggio. 

Quando è consigliato il noleggio con skipper

Anche nel caso in cui tra i membri dell’equipaggio ci sia qualcuno in possesso della patente nautica, il servizio di noleggio con skipper può rivelarsi l’opzione migliore. Vale dunque la pena prenderlo in considerazione, soprattutto se si intende trascorrere una vacanza di relax. 

Senza un professionista che si occupi della navigazione, infatti, colui che possiede la patente nautica sarebbe costretto ad assumersi tutta la responsabilità e sono diverse le operazioni da svolgere per viaggiare in barca in totale sicurezza. Non ci si possono permettere distrazioni e questo significa che non si riesce a godersi appieno la vacanza, perché quello dello skipper si può considerare un vero e proprio lavoro. 

Il servizio di noleggio con skipper è dunque consigliato a coloro che vogliono trascorrere una vacanza in barca rilassante e divertente, senza doversi preoccupare di nulla. 

Quando si può fare a meno dello skipper

Potenzialmente, se tra i propri compagni di viaggio è presente una persona con la patente nautica si può benissimo fare a meno dello skipper. Come abbiamo detto però, bisogna essere consapevoli del fatto che si tratta di una bella responsabilità e che le incombenze a carico del capitano sono numerose. Questa è un’opzione che vale la pena prendere in considerazione quando non si programma una vacanza vera e propria, ma piuttosto un viaggio in barca tra appassionati. 

In tal caso non avrebbe senso ingaggiare uno skipper esterno, perché l’obiettivo è quello di mettere alla prova le proprie capacità di navigazione e divertirsi proprio per tale ragione. 

Si può fare a meno dello skipper esterno anche nel caso si volessero ridurre al massimo le spese, perché naturalmente questo è un servizio che ha un costo superiore. Attenzione però, perché se si dovessero provocare danni all’imbarcazione si rischia di andare a spendere molto di più.

Guarda la gallery
pexels-szelei-robert-1482193



    Commenti

    Lascia un commento