Sudafrica: luci e ombre

Paesaggi e natura selvaggia protagonisti di questo viaggio.

Diario letto 2666 volte

  • di vilasi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: DUE
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Questo viaggio era stato programmato e prenotato già tre anni fa, ma per gravi ragioni lo avevamo annullato. Tuttavia il desiderio di visitare il Sudafrica continuava ad albergare nel mio cuore e così ora siedo al posto 40C sull'aereo che mi condurrà a Johannesburg. Il rollio sulla pista, l'accelerazione del velivolo , il decollo, un sogno che si avvera.

I° TAPPA: Johannesburg / Phalaborwa Kruger N.P.

Nel programmare il viaggio, abbiamo deciso che il nostro impatto con il S.A. dovesse darci le sensazioni forti, caratteristiche dell'Africa: colori, profumi, clima, istinti ancestrali di sopravvivenza. Dunque, prima tappa del viaggio il Kruger. Spinti dalle recensioni e dai diari di viaggio, abbiamo optato per il KAIA TANI, che si trova ad un km. dall'ingresso di Phalaborwa nel Kruger. Ottima scelta, perchè veramente l'ingresso è a cinque minuti di auto. Altra considerazione: il Kruger si può visitare tranquillamente con la propria auto oppure con le guide autorizzate. Abbiamo preferito la seconda soluzione, che la struttura dove abbiamo alloggiato, propone prezzi onesti. Che dire: non sarebbe potuto andare meglio! Donald è stato una guida perfetta, abilissimo a scorgere gli animali dal più piccolo (uccelli appollaiati sui rami) ai più grandi! In tre giorni di safari abbiamo visto tantissimi animali e cosa più importante i BIG FIVE hanno reso la nostra esperienza indimenticabile. Sì, siamo riusciti a vederli tutti e cinque: una famiglia di leoni al completo, bufali, elefanti, due leopardi in due giorni diversi e persino tre rinoceronti, che praticamente mi avevano detto fosse impossibile o difficilissimo avvistare. Gli altri animali sono ovunque: ippopotami, zebre, antilopi, iene, giraffe, scimmie, coccodrilli, persino tartarughe terrestri ed uccelli di tutte le grandezze. Il solo percorrere il bush con i suoi panorami mozzafiato, gli alberi ancora brulli, i termitai di tutte le dimensioni, alcuni così grandi da inglobare anche gli alberi, è veramente fantastico!! Poi il silenzio....Quando Donald fermava la Jeep e spegneva il motore per non spaventare l'animale avvistato, allora potevi percepire il silenzio/rumore del bush. Il ronzio degli insetti, il verso degli uccelli, lo stormire del vento tra i rami secchi, il rumore dei rami che l'elefante spezza per mangiarli. Così pensi che la modernità ci ha dato tante comodità, una vita più agiata, farmaci che ci allungano la vita, ma ci ha tolto la capacità e la bellezza di stare con noi stessi e di percepire non solo i rumori che fanno da sottofondo, ma le emozioni a cui non diamo la possibilità di essere sentite. Anche solo per questo, anche se non si riuscisse a vedere tutti i Big Five, vale la pena affrontare il viaggio e per cinque giorni immergersi in questa realtà. Guest House KAIA TANI 50 € a notte con colazione inclusa, possibilità di cenare in struttura con ottimo rapporto qualità/prezzo (circa 15 € a persona), Paolo e Barbara sono gestori cordiali, simpatici ed attenti alle esigenze del cliente. Consigliato.

II° TAPPA: BLYDE RIVER CANYON E GRASKOP

Oggi torniamo a Joa e lo facciamo passando per la route panoramica. Vogliamo vedere il Blyde River Canyon e ci fermeremo a dormire a Graskop in una guest house. Il viaggio in auto è confortevole, la strada in ottime condizioni, il traffico scorrevole. Il punto panoramico del canyon è una terrazza che si affaccia sul Blyde River, che scorre diversi metri più in basso. Bello, ma nulla in confronto con il cugino americano, il Grand Canyon scavato dal fiume Colorado, che ho avuto la fortuna di ammirare in un mio viaggio precedente. Le emozioni che ti trasmette sono tenui e non c'è la maestosità del paesaggio del Grand Canyon. Comunque da vedere. Abbiamo percorso le tappe previste da tutte le guide del Sudafrica: Canyon, Bourke's Luck Potholes, God's Window, Mac Mac Falls, Berlin Falls. Ingresso a pagamento per ogni sito. Le Mac Falls forse sono il luogo più suggestivo di tutti

  • 2666 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social