Sudafrica da viaggio di nozze

Zona dei vigneti, Cape Town, Hermanus e poi il nord per i magnifici fotosafari nelle riserve di Entabeni e Timbavati

Diario letto 11520 volte

  • di gabry_06
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro

Il Sudafrica è stata la meta che abbiamo scelto per il nostro viaggio di nozze. Non entrerò nel dettaglio di tutto ciò che abbiamo visitato, ma cercherò di fornirvi qualche indicazione su questo paese straordinario e ricco di attrattive, dove la natura e gli animali lasciano un segno indelebile. Il nostro viaggio è stato organizzato dalla nostra agenzia di fiducia, concordando insieme le tappe e le scelte dei lodge per effettuare i safari (se volete info scrivetemi in privato).

Compagnia aerea: Emirates. Nulla da dire, se non eccellente. Posti comodi, pasti di qualità, puntualità e cortesia. Nel complesso la migliore compagnia aerea al mondo insieme alla Singapore Airlines. Se prenotate con anticipo i prezzi non sono eccessivi, lo scalo a Dubai è d'obbligo, ma piacevole, in quanto un giro all'aeroporto di Dubai non è mai noioso. Andata: MXP--> Dubai, Dubai --> Cape Town. Ritorno: Johannesuburg --> Dubai, Dubai --> MXP

Come volo interno tra Cape-Town e Johannesuburg abbiamo utilizzato la compagnia British, molto comune in Sudafrica, direi comoda e puntuale.

Moneta: il Rand. 1 euro sono all'incirca 14 Rand. In Sudafrica è tutto molto economico, si può cenare tranquillamente spendendo al massimo 35 euro in due e soprattutto mangiando di qualità. E' importante lasciare la mancia al termine del pasto, perché in genere i prezzi non la comprendono. Se non la lasciate vuol dire che non avete apprezzato il servizio del ristorante.

Fuso orario: stesso orario italiano se viaggiate in estate (per loro è inverno), quindi nessun problema di jet-lag. Considerate che nel loro inverno il sole tramonta verso le 18.

Clima: Noi abbiamo viaggiato in agosto, quindi per loro è il mese invernale per eccellenza. Nella zona di Cape-Town abbiamo trovato particolarmente freddo, soprattutto quando si alza il vento, molto comune nella zona del Capo di Buona Speranza. Nella zona di Johannesburg e del Kruger, le temperature sono più miti, di giorno si può stare tranquillamente in maglietta, mentre la sera è indispensabile una giacca/piumino.

Pasti: Il cibo è eccellente nei ristoranti, diversificato tra carne, pesce e verdure. Da assaggiare assolutamente alcuni piatti locali come il Bobotie (foglie di limone, curry dolce, coriandolo, peperoncino a pezzetti, uvetta e un sughetto che amalgamava la carne di manzo tritata all'interno), le Koeksisters (frittelle dolci), i Biltong (pezzettini di carne di manzo o di struzzo essicata), e diversi tipi di pesce. Nella zona dei vigneti (Franschhoek) vi sono dei ristoranti di ottima qualità e prezzi per noi contenuti dato il cambio favorevole, come “le bon vivant”. Assolutamente poi da provare sono i vini sudafricani, tra cui il vino locale Pinotage.

Sistemazioni alberghiere: non mi dilungherò nel raccontarvi tutto quello che abbiamo visitato ma posso consigliarvi alcune sistemazioni degne di nota soprattutto per l’esperienza dei safari nelle riserve naturali e nel Kruger.

- Franschhoek: Lavander Guest house, meraviglioso hotel situato di fronte ad una piantagione di lavanda

- Hermanus: Oceans 11 guest house, direttamente di fronte al cliff e perfetto per l’avvistamento delle balene nel periodo luglio-ottobre

- Cape Town: appartamenti nella zona del W/A Waterfront, dotati di cucina, lavatrice, asciugatrice, balcone immenso e tutti i confort.

- Primo safari a Entabeni game reserve presso il Lakeside lodge (circa 3 ore di auto da Johannesburg nella regione del Limpopo)

  • 11520 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. muse84
    , 2/4/2015 12:52
    Ciao, ho letto il tuo diario di viaggio, mi sembra davvero molto molto bello, io ho intenzione di fare il viaggio di nozze in SudAfrica, magari alternando una settimana di SudAfrica (avventura e safari) e una di mare con relax totale (avevo pensato al Madagascar o alle Seychelles). Innanzitutto volevo capire quanto hai speso tu e quanto tempo sei stato; in secondo luogo volevo capire qual'è il miglior periodo per andarci, noi avevamo pensato a Dicembre, ma se i costi sono eccessivi potrei andare anche verso settembre - ottobre. Tu che dritte puoi darmi? Resto in attesa di un consiglio. Grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social