Sudafrica, dove le stelle si accarezzano

Oceani, dune, foreste, safari, montagne, cibo, gente , sorrisi ed emozioni di ogni genere

Diario letto 4460 volte

  • di luciana57
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 7
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Avevamo deciso di rimanere a casa questa estate, ma la nostra incontenibile voglia di viaggiare è troppo forte e così la scelta cade sul Sudafrica, un luogo che evoca forti emozioni e che richiama un’Africa lontana fatta di spettacolari contrasti naturali, ma anche un’Africa nuova e pulsante di vita, pronta a regalare un’esperienza unica e appassionante.

Siamo in 7 (Attilio, Antonia, Mimmo, Nadia, Giulio, io e Livia, la nostra deliziosa mascotte) e trascorreremo insieme due settimane on the road. La capillare programmazione di questo viaggio inizia abbastanza presto e la prima cosa è stabilire un itinerario. Ci serve un aiuto, qualcuno che ci possa consigliare sulle tappe da fare e Mario di Xenia viaggi è bravissimo.

31/07/2012

Un volo Emirates ci conduce a Città del Capo dove siamo ospiti per 3 notti del Parliament Hotel, centralissimo e dotato di un parcheggio coperto e di stanze con una discreta vista sulla città. Ci accoglie calorosamente Antonio, il simpatico italiano, efficientissimo e rassicurante manager di questo hotel. Non vediamo l’ora di uscire fuori e dopo una veloce doccia un taxi ci conduce al Victoria & Alfred Waterfront, una zona a ridosso del porto dove i docks portuali sono stati trasformati in hotel, ristoranti, bar , pubs e negozi. Scegliamo il Karibu per chi vuole mangiare sudafricano e Meloncino per chi preferisce la cucina italiana. Entrambi offrono buon cibo a buon prezzo.

Ci rendiamo subito conto che i ritmi sono completamente diversi dai nostri, sono lenti, rilassati e soprattutto legati al ciclo della natura: ci dobbiamo adeguare e svegliarci di prima mattina.

01/08/2012

Dopo un’ottima colazione, visita della città a piedi e shopping sfrenato a Green Market Square. Colori, odori e sapori la fanno da padroni e davanti ai nostri occhi passa un elenco di immagini indelebili.

Per avere una visione d’insieme della città decidiamo di prendere il City Tour Bus. Il cielo è limpido e la giornata splendida, anche se un po’ fredda. La Table Mountain che quasi ogni giorno viene apparecchiata da una tovaglia di nuvole ci appare in tutta la sua nitidezza, ma purtroppo la funivia è chiusa per manutenzione e ci dobbiamo accontentare di vederla da sotto.

Notiamo subito una grande disparità fra bianchi e neri, i bianchi sono ricchi e i neri continuano a servire. Vediamo grandi ville o belle case per i bianchi mentre le townships dove abitano i neri pullulano di baracche di lamiera.

Il City Bus ci porta poi ad Hout’s Bay, una baia incantevole piena di pescherecci e di foche che vengono a mangiare a riva. C’è un odore molto forte ed una baracca dove cucinano un pesce freschissimo da mangiare su un pezzo di carta. Ne siamo tutti entusiasti!

Trascorriamo la serata al Mama Africa, un ristorante situato in pieno centro, sulla Long Street, Il locale, coloratissimo, propone gruppi di musica africana ed ottimo cibo, veramente da consigliare.

Ultimo giorno a Città del Capo, il cielo è coperto e, ritirata la nostra Mercedes Vito a noleggio, ci accingiamo a raggiungere il Capo di Buona Speranza cimentandoci nella guida a sinistra.

Attraversando Muizemberg e le sue famosissime cabine colorate arriviamo a Boulder’s Bay in cerca di pinguini . Camminiamo su una passerella di legno rialzata; i pinguini sono lì, buffissimi, alti circa 40 cm., a portata di carezza, alcuni si crogiolano al sole, altri tentano di fare il bagno, ma l’acqua è fredda, a giudicare da come escono in fretta.

Riprendiamo il viaggio e scendiamo fino al Capo di Buona Speranza. Con una monorotaia raggiungiamo il faro. Un lungo promontorio termina con una vertiginosa scogliera dalla quale si domina l’oceano, è davvero suggestivo. Riusciamo a percepire dove si incontrano i due oceani grazie al mescolarsi di due colori diversi. La loro potenza e maestosità è impressionante.Il mare blu si abbatte sulle rocce con una forza spettacolare creando innalzamenti dell’acqua di decine di metri

  • 4460 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social