Sudafrica fai da te: consigli per l'uso

Cari Turisti per Caso, a distanza ormai di qualche mese, vorremmo mettere a fattor comune il viaggio fatto nell’estate 2009 in Sud Africa, costruito rigorosamente da soli, anche grazie ai racconti e informazioni utili dei tanti viaggiatori che ci hanno ...

Diario letto 25554 volte

  • di Marko1972
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Cari Turisti per Caso, a distanza ormai di qualche mese, vorremmo mettere a fattor comune il viaggio fatto nell’estate 2009 in Sud Africa, costruito rigorosamente da soli, anche grazie ai racconti e informazioni utili dei tanti viaggiatori che ci hanno preceduti.

DURATA DEL VIAGGIO Dal 17 luglio al 5 agosto Numero viaggiatori 3 (Marco, Cristina e Luca) Abbiamo preferito partire prenotando tutto dall’Italia. Il pro è che non si perde tempo a cercare le strutture dove dormire, il contro è che il viaggio non permette modifiche all’itinerario.

ITINERARIO 17-18 luglio: Milano Malpensa/ Johannesburg via Dubai con Emirates.

Considerando che nella tratta Milano/Dubai abbiamo volato in business a causa di overbooking in economica, non possiamo che esprimere un giudizio più che positivo su questa compagnia aerea: puntuale, personale multilingue ed estremamente gentile.

Un po’ lunghe le 7 ore di attesa a Dubai...Ma alla fine sono passate considerando quanto è grosso l’aeroporto internazionale di questa città-cattedrale nel deserto.

18 luglio: Johannesburg Pernottamento: Chamonix Guest Lodge 900R (per una doppia e una singola) Tocchiamo terra alle nove di sera. E’ ormai buio da un po’ e fa freschino, considerando che qui è inverno. L’ingresso nel Paese è veloce e senza troppe formalità. Prima di dirigerci alla Budget per il ritiro dell’auto, acquistiamo in aeroporto una SIM Vodacom (200R con 1h traffico prepagato), rivelatasi poi molto utile e un atlante stradale, guida fedele assieme al navigatore portato da casa.

Complice i tanti racconti che sconsigliano di visitare da soli Johannesburg per la sua pericolosità, decidiamo di fermarci solo a dormire per partire poi l’indomani mattina per Graskop.

Ritirata la nostra Yaris, ci mettiamo subito in strada, testando per la prima volta la guida a sinistra. Non mi dilungo in dettagli, ma rotonde e precedenze ammetto che, per i primi giorni, hanno dato a tutti noi filo da torcere.

Arriviamo velocemente al Chamonix Guest Lodge (prenotata su www.Booking.Com), struttura assolutamente da raccomandare se l’intento è di fermarsi a Johannesburg solo per una notte e spostarsi poi velocemente verso il Nord. Prima colazione inclusa ottima ed abbondante.

19 luglio: Johannesburg/Graskop Pernottamento: Graskop Hotel (950R per una tripla) prenotato su www.Booking.Com Partiamo con un bel sole e un cielo terso verso per la parte Nord della provincia del Mpumalanga, la più piccola del Sudafrica, dove raggiungiamo, dopo 400 km, Graskop, che si presenta un luogo strategico per l’esplorazione del Blyde River Canyon (il terzo al mondo in ordine di grandezza). Piccolo incidente lungo il percorso: sfondiamo un cerchione a causa di un cratere in mezzo alla strada...Ma 1,2 e 3 la ruota è cambiata, mentre Cristina va a recuperare il cerchione rotolato nella sterpaglia. Assieme al nostro ne trova almeno altri dieci, di auto che ci hanno preceduto nella sventurata buca. Nessun autonoleggio copre con garanzia la foratura dei pneumatici...Quindi se vi capita, la spesa resta a vostro carico.

Arriviamo in hotel all’imbrunire. E’ una struttura carina, anche se un po’ vecchiotta. Ceniamo al Portoghese, ristorante nel centro di Graskop che ci sentiamo di raccomandare e soddisfatti torniamo in hotel.

Come già segnalato in tanti altri racconti, la vita notturna in Sud Africa è praticamente assente, per cui spesso alla sera ci si trova a letto già alle 10, complice anche la temperatura fresca delle sera e gli invitanti caminetti nelle hall degli hotel e nei salotti dei B&B

  • 25554 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social