Partenza il 5/6/2014 · Ritorno il 10/6/2014
Viaggiatori: 3 · Spesa: Fino a 500 euro

La tranquilla Stoccolma

di FedeLt - pubblicato il

Salve! Quest'anno ho deciso di fare un viaggio con i miei genitori e di portare mio padre alla scoperta dei paesi del nord che lui ama tanto, così optiamo di spendere qualche giorno in Svezia e più precisamente a Stoccolma e dintorni.

1 GIORNO

Partenza da Pisa con volo Ryanair alle ore 10:00 e arrivo all’aeroporto di Skavsta alle ore 12:30, appena recuperate le valige ci dirigiamo verso il distributore automatico per acquistare i biglietti di andata e ritorno per Stoccolma con i bus della Flygbussarna al prezzo di 285kr a testa intorno ai 30 euro, paghiamo con il bancomat, premettendo che per tutto il viaggio non abbiamo mai cambiato gli euro con le corone svedesi, non c’era bisogno, accettano bancomat, carte di credito ed euro ovunque. Dopo 80 min. di viaggio nella campagna svedese raggiungiamo la stazione centrale di Stoccolma (T-centralen), qui siamo entrati nel primo negozio Pressbyrån che abbiamo visto per acquistare il ticket settimanale per i trasporti pubblici, che sostanzialmente è una tessera magnetica SL-Access a 300kr, ti da diritto ad accedere a tutte le linee metro, bus e traghetto da Gamla Stan a Djurgarden e Skeppsholmen.

Prese ognuno le sue tessere, andiamo verso l’albergo Connect city Hotel che si trova sull’isola di Kungsholmen, appena sistemati nella camera decidiamo di uscire per perlustrare la zona e mangiare qualcosa, ci accorgiamo subito dei prezzi altissimi ovunque, così optiamo per la Coop e così è stato per tutta la vacanza :P Kungsholmen è una zona tranquillissima prendiamo una delle strade principali che ci porta fino al municipio Stadshuset, poi attraversiamo i vari ponti fino ad arrivare nella zona di Norrmalm, percorriamo tutta la Drottninggatan strada pedonale nonché via dello shopping con tutte le grandi firme per poi raggiungere la Konsert-huset luogo in cui vengono assegnati i Nobel e ceniamo nell’edificio di fronte Kungshallen pieno di ristorantini con vari tipi di cucine e fast food noi optiamo per la cucina svedese, per me pyttipanna (piatto unico) e una birra poco più di 20€.

2 GIORNO

Dedichiamo l’intera mattinata alla visita del centro storico Gamla Stan seguendo anche il percorso consigliato dalla nostra guida turistica della Merian, entriamo nel Palazzo Reale Kungliga slottet gratuitamente perché il 6 Giugno è festa nazionale, approfittiamo della giornata anche per vedere Storkyrkan il Duomo e la chiesa sulla piccola isola di Riddarholmen, isola fantastica con una bella veduta del lago e del municipio infatti ritorneremo qui altre volte.

Dopo il pranzo si decide di andare a visitare il Millesgarden situato a Lidingo appena fuori Stoccolma ma raggiungibile in poco tempo con la linea rossa della metro fino alla stazione Ropsten e poi con il bus 203, anche qui non paghiamo il biglietto grazie al National day.

3 Giorno

La mattinata sarà dedicata alla visita di Sigtuna un paesino fuori Stoccolma che a quanto pare sia il più vecchio della Svezia, dalla stazione centrale T-centralen prendiamo il treno fino a Marsta e da qui il bus 575 o 570 che ci porta fino a Sigtuna, qui come prima cosa entriamo nel tourist information prendiamo la mappa di Sigtuna e andiamo alla scoperta dei vari ruderi di vecchie chiese e di pietre runiche disseminate qua e là nel paese, scendiamo poi tramite una stradina nel parco di fronte al lago per pranzare, qui ci accorgiamo di una sorta di bar/casa privata (Strand Galleriet) dove ci si può sedere nel giardino mangiando un pezzo di torta e bevendo del caffè, le torte sono fatte in casa e servite da due signore davvero gentili.

La giornata prosegue ritornando a Stoccolma alla scoperta dell’isola Sodermalm quartiere molto frequentato dai giovani e ricco di locali. Noi facciamo gli itinerari proposti dalla nostra guida, scendiamo con la metro a Mariatorget e poi raggiungiamo il sentiero panoramico Monteliusvagen per arrivare alla Bustagatan stradina caratteristica dove è stata ambientata la trilogia di libri “Millennium”. Da qui poi scendiamo verso Slussen per proseguire con l’altro itinerario che ci porterà tra le varie strade con le case del ‘700. Da Slussen siamo saliti in cima alla Katarinahissen, un ascensore panoramico con passerella da dove si ha una vista di Stoccolma e delle sue isole dall’alto, per poi raggiungere la Fiskargatan e la Katarina Kirka. Da qui poi la MasterMikaelsGata, una via con case pittoresche del 1600-1700. Dopo siamo ritornati a piedi a Slussen, dove decidiamo di andare a cena a Gamla Stan, decidiamo di entrare nel ristorante Slinger Bulten frequentato anche da gente del posto e da lavoratori, non è molto grande ma molto accogliente gestito da ragazzi cordiali, cibo buonissimo e con prezzi più che abbordabili io mangerò le famose polpette svedesi con un bicchiere di birra mentre i miei genitori carne di renna.

4 GIORNO

Il quarto giorno è dedicato alla visita di Vaxholm un paese sul mar baltico, raggiungibile con il bus 670 dalla stazione metropolitana Danderyd Sjukhus. Abbiamo girato per le vie di Vaxholm, luogo di villeggiatura per svedesi, pieno di ville caratteristiche in legno colorato, qui si può visitare il castello/forte che si trova su un’isola di fronte al porto e raggiungibile con un battello, sostiamo poi su una delle centinaia di panchine davanti al porticciolo per ammirare un panorama favoloso.

Nel pomeriggio torniamo Gamla Stan per prendere il battello (gratis con la SL-access superiore a 24h) che ci porterà sull’isola di Djurgarden, l’sola dei musei e dei parchi giochi, qui visitiamo il Museo Vasa 130kr dove c’è un galeone ripescato dal mare intatto, molto suggestivo, usciamo dal museo, percorriamo delle vie storiche Langa gatan e Breda gatan per poi ritornare nella zona dove ci aveva lasciato il traghetto, noi decidiamo però di prendere il tram e andare a visitare il quartiere Ostermalm dove vivono anche i figli dei reali di Svezia dato che di tempo ce ne era ancora molto e mossi anche dal fatto che qui le giornate in estate sono lunghissime, anzi non si fa mai veramente notte.

Percorriamo tutto il lungo mare fino a raggiungere il Musikmuseet e qui prendiamo una via che ci porta fino ad una delle piazze principali di Ostermalm dove c’è anche uno dei mercati coperti piu belli della città Ostermalm-Saluhall per poi ridiscendere lungo l’edificio e raggiungere Stureplan una piazza molto frequentata da giovani ricca di bar, locali, pub e ristoranti.

5° GIORNO

Il penultimo giorno come deciso si va a visitare il Municipio 100kr con visita guidata (obbligatoria, ma almeno era in italiano) questo edificio più di ogni altro merita di essere visto, oltre alla sala dove si svolge il banchetto di festeggiamento dei Nobel, ha varie stanze favolose tra cui la sala d’oro, poi queste sale hanno delle storie incredibili che non vi racconto per non svelarvi sorprese.

Il pomeriggio andiamo a visitare il palazzo reale fuori Stoccolma Drottningholm slottet, scendiamo alla stazione metro Brommaplan e da qui il bus 177, il palazzo si affaccia sul lago, qui siamo rimasti a bocca aperta dal fascino del posto, dietro al castello patrimonio dell’umanità, c’è un giardino grandissimo, con fontane, laghi con cigni e anatre, statue e prati infiniti, qui siamo rimasti a lungo a prendere il sole distesi sul prato, ne valeva la pena dopo giorni trascorsi facendo km a piedi.

Ritornati in città visitiamo l’ultima isola che ci rimane, Skeppsholmen, un tempo base della marina svedese, siccome non è molto grande percorriamo l’intero perimetro, proseguiamo poi il nostro percorso attraversando il ponte che la unisce alla terra ferma passando davanti al Grand Hotel e raggiungere Kungstragarden una delle piazze più belle della città, nel periodo in cui siamo stati noi c’erano degli stand dove si poteva assaporare ogni tipo di cibo ascoltando concerti e bevendo della buona birra, piazza molto frequentata.

Da qui torniamo in hotel tramite la linea Blu e raccomando durante il vostro soggiorno a Stoccolma di prendere la linea Blu, questa linea metro è davvero caratteristica, scolpita nella roccia e colorata con colori vivaci, arricchita da sculture ed opere di vari artisti, ogni stazione è diversa, praticamente una galleria d’arte sotto terra.

6° e ultimo Giorno

Spendiamo questo ultimo giorno per ritornare a Gamla Stan ad acquistare souvenirs e cianfrusaglie varie da riportare a casa e per ritornare un’ultima volta a mangiare svedese da Slinger Bulten a pranzo. Hanno i menù turistici convenientissimi, sempre cucina svedese in più un contorno a buffet, ma un consiglio è di andare presto, intorno a mezzogiorno, lì si mangia presto altrimenti rischierete di non trovar molto. Prese le valige in hotel ritorniamo alla Tcentralen per prendere il bus Flygbussarna che ci riporterà a Skavsta. Un consiglio che posso darvi e di informarvi prima sugli orari di partenza dei bus perché non partono a tutte le ore e di arrivare con largo anticipo, sia per il fatto che molte persone dovranno andare all’aeroporto e si rischia di rimanere a piedi, ma anche per via del traffico in città. Infatti noi non abbiamo impiegato i famosi 80 minuti bensì 110. Stoccolma ci è rimasta nel cuore per la sua tranquillità, il verde, i laghi, il mare, il cielo azzurro, l’energia degli svedesi e i prezzi ma è una città che consiglio e che va assolutamente visitata.

di FedeLt - pubblicato il