Da Chicago a Miami, passando da Nashville, Memphis, New Orleans e Key West

Un viaggio nel cuore del country, blues e jazz. Indimenticabile

  • di TIZIANAFARZETTI
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Siamo partite da Firenze Peretola il 9 Agosto 2015.

Appena arrivate a fare il chek-in al terminale non trovano il mio Esta!! Ops ho invertito le lettere del passaporto quando l’ho fatto, quindi devo rifarlo subito altrimenti non parto. Questo errore mi costa ben 45,00 Euro.

Atterriamo a Chicago (dopo aver fatto scalo a Zurigo) che sono le 16,00. Provvediamo a ritirare i bagagli e ci dirigiamo all’Hotel Travelodge. L’Hotel non è male, ma soprattutto è situato in una posizione fantastica. A due passi dalla fermata della Metro ed a due passi dal Millennium Park. Se dovessi tornare a Chicago ritornerò sicuramente lì. Ci facciamo una doccia ed usciamo per cena. Percorriamo la State fino ad arrivare al Pub “Public House” dove decidiamo di cenare e spendiamo 23,00 dollari a testa. La prima impressione di Chicago è stata super positiva.

Chicago, Lunedì 10 Agosto

Con l’orario americano ci siamo svegliate all’alba. Ci siamo incamminate per la Magnificent Mile fino ad arrivare sul ponte da dove partono i battelli per la gita in barca. Decidiamo di fare il giro in battello (35,00 dollari a testa). Molto bello, lo consiglio, Chicago è magnifica. Nel pomeriggio bighelloniamo in giro per il Loop senza una meta, fermandoci nei negozi. Rientriamo per l’ora di cena in Albergo. Ci docciamo ed usciamo di nuovo. Ci fermiamo davanti all’Albergo dove prendiamo da mangiare in un fast food e ce lo portiamo su una panchina del Grant Park (a due passi dall’Albergo) e lì ceniamo ammirando lo spettacolo di musica e luci che la Buckingham Fountain ci offre. La città è tutta illuminata e lo spettacolo tutto intorno è magnifico. Ci sono molte persone nel parco ed intorno alla fontana. C’è una leggera brezza. Non si sente pericolo nell’aria. Non si vede polizia in giro. Chicago ci piace moltissimo. E’ molto pulita. Tranquilla. Verdissima.

Chicago, Martedì 11 Agosto

Anche stamattina ci siamo svegliate molto presto. Usciamo e ci incamminiamo per il Willis Tower. Strada facendo ci fermiamo al 7eleven. Le nostre colazioni saranno sempre lì da ora in poi. Economiche (6 dollari a testa). Vendono dei muffin che sono buonissimi, ed il caffè ce lo prepariamo a nostro piacimento. Portiamo via la colazione e la consumiamo in un giardino insieme a degli operai che sono in pausa lavoro. Dopo colazione saliamo sulla Willis Tower (20,00 dollari a testa). La vista è strabiliante. Ho avuto un po’ d’ansia a fare la foto nel terrazzino con il pavimento e le pareti trasparenti. La sensazione è molto strana. Le foto però sono uniche. Uscite dalla Willis Tower ci dirigiamo verso la statua di Miro’s Chicago. Proseguendo arriviamo al Millenium Park dove ci sono le prove del Grant Park Music Festival. Che meraviglia! La struttura del parco è fantastica, ed il cantante ha una voce che accarezza l’anima. Andiamo anche al famoso fagiolo di Chicago. Dopo esserci scattate delle buffe foto prendiamo la metro per andare al Lincon Park. Il quartiere per arrivare al parco è tranquillissimo. Piccole casette colorate con il portico, il dondolo, la ghirlanda alla porta, il giardino curatissimo con la staccionata. Il Lincon Park è qualcosa di veramente esagerato. C’è anche uno Zoo che è gratis, e gli animali sono tenuti benissimo. Al termine del giro ci sdraiamo all’ombra di un grande albero e ne godiamo la tranquillità. Tornate in Albergo ci docciamo ed usciamo di nuovo. Al nostro 7eleven compriamo delle patatine ed andiamo a fare l’aperitivo sul John Handcock Center alla fine della Magnificent Mile. L’unico modo per non pagare il biglietto e vedere il tramonto è andare al 95esimo piano ed ordinare da bere. Così facciamo. Saliamo al bar, prendiamo due birre (per un totale di 20,00 dollari) e ce le beviamo guardando un tramonto mozzafiato nel mentre ci mangiamo le patatine che teniamo ben nascoste nello zaino. Stiamo su un paio d’ore. Quando scendiamo anche se devastate dalla giornata decidiamo di fare lo skyline a piedi per tornare in Albergo. Intorno a noi grattacieli con mille luci. Troviamo due sdraio e ci fermiamo li ad osservare lo spettacolo che la città ci offre. Dopo un po’ torniamo in albergo costeggiando il lago ed ammirando le barche ormeggiate. Strada facendo ci prendiamo un’insalata. Sarà la nostra cena che consumiamo in Albergo. Ogni sera prima di rientrare in Albergo ci fermiamo alla Crown Fountain. Una fontana nella quale vengono raffigurati i volti di persone dalla bocca delle quali esce acqua ogni dieci minuti. Un vero e proprio divertimento per i bambini che stanno li ad aspettare di fare la “doccia” e sguazzare nell’acqua

  • 28336 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social