FLORIDA e OLD AMERICA

01 AGOSTO 2005 – Lugano – Miami Finalmente è arrivato il giorno tanto atteso per la nostra partenza per gli Stati Uniti!!! io (Laura) e mio marito (Alberto) siamo partiti alle 07.30 dal piccolissimo aeroporto di Lugano; molto più tranquillo ...

Diario letto 4997 volte

  • di Lalla75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia

La nostra gita prevede anche una tappa in un piccolo zoo per lo spettacolo dei coccodrilli...Più che impressionante una vera tristezza...I coccodrilli sono addormentati e rinchiusi in un recinto di cemento, dove un signore un po’ sovrappeso gli dà dei colpi in testa per farli reagire...Avrei preferito vederli nel loro habitat naturale...Dopo lo spettacolo rientriamo al porto e torniamo a Miami.

La sera siamo andati a cena in Lincoln road, con una conoscente di Alberto e suo marito che si è trasferita dall’Italia a Miami da ormai 4 anni, ci hanno dato dei consigli utili per proseguire il nostro viaggio verso il profondo Sud!! 04 AGOSTO 2005 – Corale Gable – Coconut Grove e Key Biscane Ultimo ma non ultimo giorno a Miami, ci ritorneremo per restituire la macchina e ripartire il 20 agosto da Miami.

La mattina incuriositi dalla nostra guida ci rechiamo a Corale Gable, zona residenziale fuori Miami...Belle case...Ma sinceramente niente di particolare, a parte le famose porte della città...Che secondo noi, solo una merita veramente di essere vista (Granada Entrance) alta 18 m e coperta di piante rampicanti, ispirata alle porte d’ingresso della città spagnola di Granada. Dopo Corale Gable ci dirigiamo verso Coconut Grove, altro posto secondo noi, mitizzato...Praticamente è un centro commerciale all’aperto, un porto e delle palazzine residenziali vista mare...Niente di eccezionale. Verso le 13.00 siamo a Key Biscane, posto molto carino, le spiagge fanno parte di una riserva naturale, molto belle e a pagamento, anche se sono tipo lagunari e sulla spiaggia ci sono moltissime alghe arenate...Ma noi come al solito, non siamo riusciti a stare in spiaggia per il troppo caldo e sole, così abbiamo mangiato qualcosa al Rusty Pelican, ristorante bellissimo! sembra di essere a bordo di un veliero, tutto in legno e corda...Con lampadari rivestiti di conchiglie; il ristorante gode di una bellissima vista su Miami! abbiamo mangiato molto bene, dopo qualche foto rientriamo a South Beach! Aperitivo al Fairwind Island in Collin Av. Proprio davanti al nostro hotel (Essex). Il locale carinissimo, molto allegro in stile Hawaiano, dove servono ottimi cocktail e alla fine si può portare via il bicchiere come souvenir. Dopo una rinfrescata in hotel ci prepariamo per la serata. Appena usciamo ci dirigiamo all’hotel Delano, uno degli alberghi più belli di Miami beach, interamente disegnato da Philippe Starck, dove possono entrare tutti per un aperitivo o semplicemente per ammirare il magnifico arredamento/design tutto bianco, veramente di classe, dopo la magnifica hall percorrendo un corridoio altrettanto magnifico, con specchi, divani e poltroncine, si raggiunge il giardino esterno dove è situata la piscina (praticamente olimpionica) e il chiosco/bar. Naturalmente anche l’esterno è curatissimo, cuscinotti bianchi, tende per pochi eletti con TV al plasma, ventilatore e divano a bordo piscina...In pratica l’opulenza ma con gusto! beviamo qualcosa e usciamo per cenare in Lincoln road, facciamo due passi e torniamo in hotel.

05 AGOSTO 2005 – Key West Partiamo verso le 09.00 dopo la colazione diretti a Key West. Da Miami sono circa 3h e mezza di macchina, noi abbiamo deciso di andare diretti a Key West senza nessuna tappa intermedia. Infatti verso le 12.30 stiamo cercando un hotel in quanto da oggi non abbiamo più niente di prenotato. La strada fino a Key West è davvero spettacolare, nel mare diversi ponti collegano le varie isolette ed è molto emozionante avere il mare da entrambi i lati della strada! arrivati a Key West dopo aver visto vari hotel decidiamo per il Paradise Inn, molto carino tutto bianco e in legno, vicino al centro, anche qui è compresa la colazione. Optiamo per noleggiare subito due bici e iniziamo a visitare la cittadina, dopo vari tamponamenti tra me e Alberto, visto che le bici non hanno i classici freni ma si fermano pedalando all’indietro...Vi lascio immaginare! con la mia coordinazione poi...Va bè sorvoliamo! Key West è veramente bellissima e particolare, casette in legno, bianche, tanta vegetazione ovunque splendidi fiori e anche qui mare cristallino, spiagge bianchissime...Colori fantastici, difficile rendere l’idea in questo racconto; adiamo subito al famoso punto più a Sud degli Stati Uniti a sole 90 miglia da Cuba, classica foto di rito alla specie di campana con l’indicazione di dove ci troviamo. Riprendiamo il nostro giro in bici e ci rechiamo a visitare la casa di Hemingway, molto bella, l’unica in tutta Key West con la recinzione in muratura e mattoncini rossi, subito dopo siamo costretti a rientrare in hotel perché sta iniziando a piovere, classico temporale estivo pomeridiano, dopo un’ora il sole è già splendido e caldo così ci prepariamo per il magnifico tramonto di Key West. Raggiungiamo Mallory Square percorrendo tutta Duval Street, via principale dove ci sono tantissimi negozietti e locali. Mallory Square è il punto ideale per osservare lo spettacolo del tramonto mentre giocolieri e artisti di strada intrattengono i turisti. Verso le 20.00 il cielo inizia a diventare giallo-rosa per raggiungere l’arancione-rosso...Come il mare...Mentre alle nostre spalle il cielo è azzurro con nuvolette rosa...Davvero uno spettacolo indescrivibile...Nessuna foto potrà mai rendere l’idea!! Dopo il tramonto ci rechiamo sul porto dove ci sono diversi ristoranti per la cena, si mangia ottimo pesce senza spendere una follia. Abbiamo assaggiato le famose Conch Frittes (polpettine di pesce fritto, tipiche di Key West, infatti Key West è chiamata anche Conch Republic). Dopo cena ci stavamo incamminando verso l’hotel quando Alberto incontra un suo vecchio amico, che abita in Brianza come noi, che non vedeva da ben 10 anni!! a volte il mondo è proprio piccolo...Non l’ha mai incontrato a casa e lo incontra proprio a Key West...Strano vero? così ci “ammazziamo di birra” insieme a lui e alla sua fidanzata e poi torniamo in hotel fortunatamente a piedi!! 06 AGOSTO 2005 - Key West - Everglades verso Naples Ultima mezza giornata a Key West, acquistiamo souvenir e assaggiamo la famosa Key Lime Pie, torta tipica di Key West a base di crema di lime e panna...Molto buona, merita di essere assaggiata!!! siamo pronti per rimetterci in viaggio! prossima tappa in programma Naples...Una delle nostre tappe intermedie per raggiungere New Orleans! Per raggiungere Naples attraversiamo le Everglades, ma senza fermarci perché ce l’hanno sconsigliato, in quanto non è proprio la stagione giusta per visitarle; sono infestate da zanzare e mosche, quindi prima di avventurarvi, pensateci bene!! inoltre noi non siamo dei tipi “avventurosi” pertanto abbiamo subito deciso di evitare! le abbiamo solo intraviste dal finestrino perché per raggiungere Naples bisogna per forza attraversarle! Verso le 18.00 circa arriviamo a Naples, cerchiamo un motel fuori città e usciamo per cena. Naples è una cittadina molto residenziale, bella gente...Diciamo anche un po’ snob...Da quando siamo arrivati è la prima volta che vediamo degli americani, vestiti bene e con la “puzza sotto il naso”!! ci sono negozi bellissimi, famiglie in vacanza...Ci sembra quasi di passeggiare nella nostra Forte dei Marmi...Per rendere l’idea! anche la spiaggia è molto curata con sabbia bianca e finissima! molto bello ma siamo un po’ stanchi così dopo una cena in un ristorantino sulla via principale e due passi torniamo al nostro motel 07 AGOSTO 2005 - Viaggio verso New Orleans – tappa a Mobile Oggi è il primo giorno di vero viaggio, praticamente stiamo in macchina tutto il giorno a macinare Km! dopotutto le distanze sono enormi e questo è uno dei nostri spostamenti più lunghi! lasciamo la Florida e arriviamo verso sera a Mobile (Alabama) e dopo aver trovato un motel usciamo ma non abbiamo molta fame così optiamo per un caffè con biscotti da Starbucks dentro Barnes and Noble (grande catena di librerie) e torniamo in hotel

  • 4997 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Spiritodivino
    , 18/2/2015 13:23
    Ciao!
    Ho appena letto il vostro diario di viaggio e sono molto affascinata, anche a me piacerebbe tantissimo fare il tour del profondo sud, quindi mi stavo domandando: che guida hai utilizzato per programmare l' itinerario, se ne hai utilizzata una?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social