Viaggio negli Usa tra New York e la California

Il nostro American dream realizzato in quindici giorni: dalla grande mela a Las Vegas, passando per Los Angeles, Beverly Hills, San Francisco…

Diario letto 35732 volte

  • di hachi84
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Prima di iniziare il racconto, vi elenco la nostra organizzazione:

- Tour deciso a tavolino da noi

- Voli prenotati su LastMinute.com

- Hotel prenotati su Booking.com

- Auto noleggiata sul sito rentalcars.com

- Passaporto con marca da bollo verificato in Questura

- Visto Esta compilato e pagato On Line

- Guide utilizzate: lonely planet e varie ricerche su Internet e piccolo dizionario d'inglese tascabile

- Cellulare con connessione Wi-Fi per utilizzare Skype e chiamare gratuitamente l'Italia

- Pagamenti: pochi soldi cambiati in Dollari dall'Italia e tutto il resto pagato con Carta di Credito che viene accettata ovunque, anche dei tachimetri dei parcheggi.

Primo giorno

Arriviamo a Milano Malpensa pieni di emozioni e aspettative! Il viaggio dei nostri sogni si stava avverando, ma il Karma negativo ci viene subito a stroncare l'entusiasmo: il volo delle 20.55 direzione Brandeburgo, viene cancellato per problemi tecnici. Ci offrono un soggiorno presso l'hotel interno della Malpensa (lo Sheraton) e ci liquidano con un “Se sistemano l'aereo partirete domani mattina, altrimenti vi imbarcheremo il prima possibile”. Quel “Se” ci ha fatto passare la notte a invocare tutte le divinità mitologiche che non ci facciano perdere il cambio per New York!

secondo giorno

Le Divinità ci hanno ascoltato e quindi riusciamo a partire il giorno dopo alle 09.15. Arriviamo a Brandeburgo appena in tempo (quell'Aeroporto l'abbiamo fatto in stile speedy gonzales) per il cambio volo delle 13.00 diretto a New York (non prima ovviamente che due bestioni della sicurezza mi sequestrino in uno stanzino per analizzare il mio zaino). Superate bene le 8 ore e 45 di volo in classe economy (avevamo parecchia adrenalina in corpo che ci ha aiutato), alle 15.45 abbiamo messo piede all'Aeroporto Kennedy. Piccole pratiche burocratiche, timbro del visto “New York” sul passaporto e via con l'Air train verso il centro.

Mettiamo la testa fuori dalla metro che era proprio sotto il “Radio City” e il fiato si mozza! L'emozione ci travolge e la voglia di baciare quelle strade è tanta (ovviamente per l'igiene ci limitiamo!). Eravamo davvero a New York... così piccoli sotto quei grattacieli, ma eravamo noi e ce l'avevamo fatta, felici come se avessimo vinto un oro alle Olimpiadi! Non perdiamo tempo, capiamo subito il “funzionamento delle Street” e con la nostra valigia in mano arriviamo al hotel “Wellingtone” nel pieno centro di Manhattan.

Sistemati al 14esimo piano, non diamo nemmeno tempo al nostro corpo di abituarsi al fuso orario che dopo una veloce rinfrescata e uno sguardo dall'alto di quel palazzo con il sorriso sulle labbra, prendiamo e andiamo subito a inoltrarci nella folla di Time Square, sentendoci dal primo momento parte di “loro”. Passiamo per Brodway, Rockfeller Center e dopo una cena al “kfc”, decidiamo di staccare la spina per quel giorno così intenso. La nostra prima notte a New York.

Terzo giorno

Di prima mattina decidiamo di andare a visitare la Chiesa di S.Paul e poi ci siamo diretti a Battery Park dove ci siamo imbarcati gratuitamente dall'Island Ferry per vedere la Statua della Libertà solo da lontano (per chi volesse invece visitarla meglio a pochi passi da Island Ferry si trovano gli imbarchi a pagamento). Tornati indietro giriamo per Wall Street & Federal hall con sosta pranzo mega-paninazzo da “Subway”. Sgambettata sul Ponte di Brooklyn con un caldo impressionante (ascoltare il moroso che ti propone di noleggiare delle bici no?!) e poi City Home, Chinatown, Little Italy... queste due mete personalmente le sconsiglio, non ci abbiamo trovato nulla d'interessante, se non la partita Italia-Spagna, molto seguita a Little Italy! Anzi Chinatown ci ha colpito solo per una cosa: la sporcizia e la puzza

  • 35732 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social