America, viaggio nel Southwest... ma non solo

Affascinante viaggio nel cuore del Southwest americano, alla ricerca di cultura, panorami spettacolari e profonde sensazioni

  • di mariangelo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

AMERICA THE BEAUTIFUL - Viaggio nel Southwest, ma non solo

( Angelo e Agostina - 26 Giugno – 14 Luglio 2012 )

Premessa

Quest’estate, dopo alcuni anni di assenza, abbiamo deciso di ritornare nel Parchi del Southwest americano, dando però una connotazione più specifica e culturale al nostro viaggio. Per questo abbiamo scelto un percorso più variegato, che ci ha consentito di vedere ed approfondire, seppure un po’ di corsa, parecchie cose: Chicago, la bella ed affascinante “windy city”; Denver, la “one mile high city”, vivibile e moderna; le Rocky Mountains, stupende ma con un senso, per noi “montanari”, di “déjà vu”; la regione dei “Four corners”, ovvero i luoghi degli Anasazi-Pueblo, gli antenati degli indiani Hopi; la“Navajo Nation”, un paradosso americano che funziona. Come già detto, il poco tempo a disposizione ci ha permesso solo in parte di ammirare quanto avremmo desiderato, approfondire quanto avremmo voluto, godere i momenti e le sensazioni provate, che sono state comunque intense e profonde. Di seguito il diario del viaggio:

Martedì 26 Giugno 2012

Partenza da Milano Linate alle ore 07.50. Scalo a Roma Fiumicino e successivo decollo con Airbus A330 alle ore 10.00 con arrivo a Chicago O’Hare alle ore 13.40 ( ora locale ) con volo Alitalia AZ 628. Viaggio molto lungo (circa 10 ore) ma tranquillo. Metro “Blue line” fino in centro città e sistemazione presso una camera privata dell’Hostelling International di Chicago, situato proprio nel Loop. Visita del centro città, del Millennium park e delle numerose e spettacolari fontane. La prima impressione è di una città verticale, con altissimi grattacieli, pulita e ordinata nonostante la gran quantità di persone presenti nelle strade del centro. Cena al Jordan’s pizza, un locale specializzato nella preparazione della famosa “ Deep dish pizza”, una pizza ripiena che a onor del vero non ci ha entusiasmato.

Mercoledì 27 Giugno

Colazione in Ostello, a buffet, sorprendentemente ricca e gustosa, consumata in un’ampia e ben arredata sala, circondati da una miriade di chiassosi ragazzi provenienti da tutto il mondo: una piacevole sorpresa per noi, abituati a soggiornare in tranquilli alberghi, attorniati da ospiti leziosi e compassati. Giornata interamente dedicata alla visita della metropoli del Midwest: il suggestivo Chicago river, con i numerosi e caratteristici ponti mobili – la passeggiata lungo il fiume (la famosa Riverwalk), il Millennium park con le sue innumerevoli fontane fra le quali spicca la Crown fountain, dove vengono proiettati i visi delle persone e ci si può anche rinfrescare, il Jai Pritzker pavillon, un gigantesco padiglione ultramoderno dove si possono ascoltare concerti tranquillamente seduti nel parco, il sorprendente The bean una specie di monumento in vetro a forma, appunto, di fagiolo, nel quale si riflette lo skyline della città e le proiezioni delle persone, con effetti davvero sorprendenti, il Magnificent mile, la lunga ed elegante strada degli acquisti, la Sears, ora Willis, tower, l’edificio più alto degli Stati Uniti, dalla cui sommità lo Skydeck in vetro offre un entusiasmante e adrenalinico sguardo tra le nuvole, sulla “Windy city” e sul lago Michigan. Diamo un’occhiata alla Union Station, all’interno della quale non possiamo non fotografare la marmorea scalinata dove è stata girata la famosa scena del film “Gli intoccabili” diretto da Brian De Palma, con Kevin Kostner, Andy Garsia, Robert De Niro e Sean Connery. Visitiamo l’interessante Art Institute of Chicago, un museo ricchissimo di quadri e reperti storici: una “chicca” per noi, che possiamo ammirare numerosi dipinti dei più famosi pittori impressionisti. Dopo un frugale pranzo, consumato in pizzeria, ci dirigiamo verso Lincoln park, attraversando eleganti quartieri residenziali, il Navy pier, la caratteristica Old Chicago water tower, ovviamente non più in uso, vecchie e pittoresche chiese ed un lungolago dove miriadi di bagnanti prendono il sole e si tuffano in acqua per vincere l’opprimente e fastidiosa calura. Il parco, pur bello, non è così interessante e curato come il Millennium park. Nel ritorno percorriamo un diverso itinerario, attraversando i quartieri della Old Chicago ed ammirando lunghi viali alberati, dove antiche residenze vittoriane occhieggiano tra le fronde degli alberi. La cena la consumiamo in un locale del centro, dopo di che ritorniamo nel parco, ammirando il piacevole gioco di suoni, luci e getti d’acqua di una grande fontana

  • 9186 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social