NYC: L'essenza della Grande Mela

New York, New York! E’ canticchiando il famoso brano lanciato da Liza Minelli che sono partito insieme ad un amico per la città che non dorme mai. Il viaggio tanto agognato, dal 28 giugno al 9 luglio 2009 abbiamo iniziato ...

Diario letto 1355 volte

  • di Mr.Smith
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

New York, New York! E’ canticchiando il famoso brano lanciato da Liza Minelli che sono partito insieme ad un amico per la città che non dorme mai. Il viaggio tanto agognato, dal 28 giugno al 9 luglio 2009 abbiamo iniziato a pianificarlo già nel novembre del 2008; Il mio resoconto di viaggio non vuole essere una cronologia dettagliata di tutte le cose fatte o viste ma piuttosto un estratto della città di New York, la sua essenza, nonché una fonte di consigli (si spera utili) per chi non ci fosse ancora andato ma desidera farlo! Premetto che il mio viaggio è durato 11 giorni pieni alla fine, di cui 1 però utilizzato per una trasferta alle Cascate del Niagara e 1 per la capitale Washington. La nostra permanenza effettiva a New York è stata quindi di 9 giorni; inizialmente pensavamo fossero troppi, ma a posteriori vi dico che se volete girare la città in tranquillità dando spazio anche a quelle che non sono solo le attrazioni più famose 8-10 giorni sono la tempistica ideale. Senza contare il tempo dedicato allo Shopping! Se non è vostra intenzione fare acquisti una volta sul posto è molto probabile che vi ricrederete e alla fine sarà l’estratto conto della vostra carta di credito a ricordarvi le follie new-yorchesi. A New York ci sono sempre delle offerte pazzesche, bisogna solo trovarle, e il cambio favorevole con l’euro vi permetterà di realizzare dei veri e propri affari; Ma torniamo al viaggio: il volo dall’Italia lo abbiamo prenotato con Alitalia ancora a Febbraio 2009; Per noi che si partiva da Verona la nuova Alitalia proponeva al prezzo di 330 euro tutto compreso il viaggio negli Stati Uniti con voli Verona-Roma, Roma-NewYork e ritorno analogo; un vero affare insomma visto che in media per viaggi di questo genere si spendono 600-700 euro; di recente ho visto che la compagnia sta proponendo altre offerte davvero ottime in tutto il mondo; forse adesso capisco perché perdeva (o perde ancora?) 1 milione di euro al giorno .

Il consiglio N°1 che mi sento di darvi quindi è: pianificate il vostro viaggio con discreto anticipo (4-5 mesi): ciò vi permetterà di cogliere le offerte sia per quanto riguarda i voli che gli hotel a destinazione; Già gli Hotel.. A New york ce ne sono veramente tanti! Per tutti i gusti e per tutte le tasche! la mia ricerca è iniziata già a gennaio; mi sono detto infatti non c’era niente di meglio che iniziare l’anno nuovo pianificando le proprie ferie . I miei siti di riferimento per gli hotel sono stati tripadvisor, turistipercaso ed Expedia. È proprio su quest’ultimo che dopo lunga e accurata ricerca (ero diventato un esperto di Hotel ormai..) abbiamo prenotato in Aprile il nostro soggiorno presso l’Hampton Inn Manhattan Times Square North; l’altro Hotel che avevamo preso in considerazione era il Grand Hyatt; Comunque, dovessi tornare a New York sceglierei nuovamente L’Hampton; i motivi sono parecchi: un ottimo rapporto qualità prezzo (1.820 euro per una stanza doppia per 11 notti), la posizione strategica nel quartiere dei teatri, ovvero a 5 minuti a piedi da Times Square, a 1 minuto dalla metropolitana, a 5 minuti da Central Park; situato nella 8th Avenue all’altezza della 52° strada è davvero un hotel molto tranquillo (soprattutto se riuscite a farvi assegnare una camera ai piani alti) e con una buon isolamento acustico dai rumori del traffico delle strade. Le camere sono grandi e pulite; i letti favolosi; pure il bagno che alcuni avevano descritto come piccolo a mio parere è adeguato come dimensioni. L’Hampton poi ad eccezione della maggior parte degli altri Hotel di New York include nel prezzo anche la colazione! Non male visto che l’alternativa, una volta svegli la mattina, è di entrare in qualche starbucks o Dunkin Donuts e fare colazione là; però mettete in conto 10 dollari circa.. Il primo impatto con New York e con Times Square in particolare può essere traumatico; le migliaia di persone, le luci accecanti degli insegne, il traffico caotico (e rumoroso visto che è abitudine a quanto pare abusare del clacson ), l’odore pregnante e a tratti nauseante proveniente dalle numerose bancarelle di noccioline tostate o Hot Dog (i quali vengono cotti su delle griglie) può farvi girare la testa! Già dal secondo giorno però dovreste aver preso più confidenza e all’ultimo sentirete che tutte quelle cose vi mancheranno tanto vi sarete integrati

  • 1355 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social