Isole Sporadi, tra spiagge e taverne

16 giorni tra Alonissos, Skopelos e Skiathos

Diario letto 3081 volte

  • di francesco.penzo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Alonissos (5-11 agosto)

È sicuramente la più “selvaggia” delle tre isole con un natura rigogliosa e un mare stupendo. All’arrivo (11.20) la stanza non è ancora pronta quindi nel frattempo un espresso freddo da Menta Cafè e poi noleggio scooter (20€/gg). La levataccia si fa sentire quindi nel primo pomeriggio è necessario riprendersi con un riposino poi assaggio della prima spiaggia, Megalo Mourtias con annessa tappa alla bella Taverna Meltemi per un primo assaggio di polpette di zucchine e souvlaki. Prima di rientrare alla pensione Andromeda giretto alla città vecchia, bellissima con concerto de The Aloni Beat (live tutti i lunedì di fronte alla taverna Panselinos all’ingresso della città) e già decidiamo che ci torneremo più di una sera.

Martedì 6 decidiamo di essere in spiaggia ad un orario ragionevole, temiamo che in pieno agosto le spiagge siano super-affollate… scegliamo di dirigerci verso Agios Dimistrios e, sorpresa, nel lato di spiaggia dove decidiamo di fermarci (quello verso nord) non c’è ancora nessuno! Prendiamo ombrellone e due lettini che sono gratuiti basta prendere una consumazione. Rimaniamo in spiaggia fino alle 18.00 poi decidiamo di andare a visitare il villaggio di Steni Vala. Si tratta di un piccolo porticciolo con molte taverne e ristoranti, scatta aperitivo e poi cena da Fanari.

Mercoledì scegliamo come meta la spiaggia di Megali Ammos, anche in questo caso posto incantevole e semideserto. Prendiamo ombrellone e lettini (10€) e passiamo tutta la giornata aspettando di vedere la foca Billy che nel pomeriggio fa capolino nelle vicinanze della spiaggia. Rientriamo alla pensione per una doccia e decidiamo di andare a cena a Patitiri alla Taverna Koumparakia dove assaggiamo un fantastico maiale arrosto. Passeggiata e ultima birretta da Mythodea, simpatico locale affacciato sul porto.

Giovedì è la volta della spiaggia di Kokkinokastro ma nel pomeriggio decidiamo di andare ad esplorare il lato nord dell’’isola arrivando fino alla baia di Gerekas. La strada è abbastanza dissestata, piena di buche e lungo il tragitto incontriamo pochissime auto e moto. La baia è carina, con la sua cantina (un furgoncino) non sembra essere un luogo molto frequentato. Rimaniamo fino al tramonto poi ci dirigiamo verso il paesino di Kalamakia (3 case e 4 taverne) per andare a cena al Ristornante Corali.

Venerdì scegliamo di andare verso sud alla spiaggia di Marpunta. La spiaggia è accessibile dall’omologo resort, chiediamo informazioni e ci dicono che possiamo stare tranquillamente sui lettini che sono a disposizione. Gli ospiti del residence preferiscono stare a bordo piscina, noi ci godiamo il mare. Per cena decidiamo di andare alla città vecchia e scegliamo un ristornate che ci aveva colpito il primo giorno per la posizione e per il menù, Astrofegia. Non rimaniamo delusi, si mangia molto bene.

Per sabato, ultimo giorno pieno, la nostra meta è la spiaggia di Milia (dopo aver provato Chrisi Milia) e per cena scegliamo una bella taverna con affaccio sul mare a Votsi, da Panoulis dove è il momento di prendere la prima Moussaka della vacanza. Porzioni abbondanti, buona qualità e prezzi onesti.

Domenica giorno di partenze, il traghetto è alle 15.00 ce la prendiamo comoda e attendiamo presso il porto sorseggiando caffe freddo e fresh orange juice.

Skopelos (11-17 agosto)

Arriviamo a Skopelos alle 15.30 e, seguendo google maps, ci dirigiamo verso la pensione Albatros che si trova a meno di 10min dal porto.

Dopo esserci sistemati si va alla ricerca di uno scooter a noleggio, chiesti un po’ di prezzi decidiamo per un 125 a 20€/giorno. Per la prima giornata decidiamo di andare a scoprire l’isola con un giro in scooter per i monasteri e poi in città con una bella passeggiata verso Panagista e il castro. Per cena decidiamo di tornare al souvlaki da Milos che si trova in una bellissima piazzetta proprio dietro il castro.

Lunedì è la volta della prima spiaggia dell’isola e partiamo da una delle più famose, Stafilos. Dopo aver passato la giornata in spiaggia prima di tornare alla pensione decidiamo di fare un giro in scooter fino a Panormos e dintorni per farci una idea di spiagge e taverne per i giorni seguenti.

Cena presso il ristorante da Rodi che ci aveva colpito per il bel giardino passandoci davanti il giorno prima. Ambiente sicuramente più raffinato delle classiche taverne ma ogni tanto ci sta

  • 3081 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social