Skopelos e Skyathos:due isole, due anime

Viaggio nelle due perle dell'arcipelago delle Sporadi: Skyathos e Skopelos. Due isole, due differenti anime, ma gli stessi sapori e profumi della vera Grecia.

Diario letto 49565 volte

  • di marcos69
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Nella spiaggia saremo in meno di 20 persone, fino a quando a metà pomeriggio non attracca il battello delle escursioni proveniente da Skyathos, il “Poseidon”, che sbarca non meno di 200 persone, per la visita alla chiesetta. Fortunatamente rimane solo per un’ora, poi la spiaggia ritorna il paradiso di prima e ne approfitto per dello snorkeling tra i ricchi fondali. Prima di partire ci gustiamo uno yogurt greco con miele e un Nescafè frappè (la bevanda più bevuta nelle isole greche) al chiosco del parcheggio. Lungo la strada del ritorno facciamo una breve sosta alla spiaggia di Kastani, che nel tardo pomeriggio si anima di giovani, grazie alla musica e al bel prato per giocare con i racchettoni. Cena alla taverna Rigas con kebab di pollo e sardine fresche alla griglia.

VENERDI 22/07: GLISTERI e GLIFONERI beach

Oggi andremo alla spiaggia di Glisteri, poco a nord di Skopelos town, in una baia piccola e ben riparata dalle correnti. Dalla strada che collega Panormos con la città deviamo subito dopo Ditropo direzione Ananias, accorciando il tragitto e percorrendo così una delle strade più belle e panoramiche dell’isola. Dopo qualche km, al bivio con una chiesetta giriamo a destra e dopo 2km a sinistra. Dopo poco si scorge dall’alto il porto e la città di Skopelos e successivamente la spiaggia di Glifoneri e Cape Tripiti.. Scesi un po’ di quota si va a sinistra e poi si segue indicazione per Glisteri beach. La spiaggia è tranquilla e di ciottoli, attrezzata, dotata di parcheggio e di una bella taverna con il museo di famiglia Kosmas Giorgios e l’arco ricostruito usato nelle scenografie del film Mamma Mia. Il mare è piatto e cristallino, con fondali che si apprezzano di più con maschera e boccaglio. Verso le 16 ci trasferiamo alla spiaggia di Glifoneri (indicazione per Ag. Kostantinos), a ridosso della città. Qui troviamo, oltre alla quiete, sabbia fine dorata, mare calmo e dal colore turchese, ricchi fondali con strane conformazioni (specie verso Cape Tripiti). Nel pomeriggio si può godere dell’ombra naturale di alcuni alberi, oltre cha a quella degli ombrelloni.

Prima di tornare in hotel, facciamo sosta in città per dello shopping presso lo shop Archipelagos Skopelos di Yorgos Soulios, che 35 anni fa ha creato nella casa più vecchia del porto questo splendido negozio-museo di ceramiche, tappeti, bigiotteria e dipinti di artisti e artigiani greci, citato anche nel mensile Dove. Il titolare con un discreto italiano ci spiega le tecniche usate: io acquisto una ceramica e un’icona di Irini Kokori.

Per cena accettiamo l’invito dei nostri vicini di camera Luciana e Simone ad andare alla cittadina di Glossa presso il ristorante Mistrali, dove sono già stati. Si trova all’inizio della via principale dopo la piazza con la chiesa. Ha una bella terrazza panoramica sul mare e menù molto invitante con porzioni generose. Spendiamo in totale 78 € per 2 ricche insalatone, 1 porz. di gamberoni con patate, 3 porz. .di spaghetti con gamberoni, vino, acqua e 1 ouzo. Dopo cena risaliamo i pittoreschi vicoli della cittadina in stile macedone, fino alla chiesa principale dove ci accoglie una graziosa piazza con alberi e i tavolini di un bar sottostanti, con qualche paesano. Bella atmosfera, sembra di essere all’interno di un film greco!

SABATO 23/07: LIMNONARI beach

Prima della partenza, consueta tappa al nostro market di fiducia Màxo per prendere le squisite Skopelos Pie al formaggio e spinaci e salutare la gentilissima titolare.Oggi ci recheremo a quella che è definita la spiaggia più bella dell’isola: Limnonari…e lo è veramente. Racchiusa in una piccola baia, ha sabbia fine bianca e acque che vanno dal turchese al verde per il riflesso della vegetazione. Si possono trovare aree libere e attrezzate, 2 taverne, parcheggio gratuito, toilette. Anche se i bus hanno fermate in tutte le spiagge principali, qui è meglio arrivare con mezzo proprio perché la fermata è lontana. Alle 10,30 c’è poca gente, poi per le 12 si riempie un po’ rimanendo comunque vivibilissima. Qui ho nuotato tra i fondali più belli e ricchi di pesci dell’isola, specie nel lato destro della spiaggia, dove a 20mt dalla riva si formano delle piccole grotte naturali

  • 49565 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social