Il nord della Spagna

Breve ma intenso tour tra città e luoghi ricchi di storia, arte e cultura dove conoscere l'altra Spagna, quella meno turistica e più legata alle proprie radici

Diario letto 51995 volte

  • di Yorky77
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Il Castillo. Dalla Cattedrale si eleva una strada panoramica che inerpicandosi su di un colle giunge ad una vasta spianata dove un tempo sorgeva il palazzo reale di Castiglia. Dell’edificio è oggi rimasto ben poco ma da quel punto con lo sguardo si può dominare la città.

Real Monasterio de las Huelgas (1,5 km a ovest dal centro). Nel 1180 re Alfonso VIII fondò questo monastero, riservato alle religiose cistercensi di nobile stirpe, sul luogo di un palazzo destinato agli svaghi, las huelgas appunto, del re. Nella cappilla mayor si potrà rendere omaggio al sepolcro del vivace re Alfonso e della consorte Eleonora d’Aquitania.

La Cartuja de Miraflores (4 km verso est). In questo monastero certosino del XV sec. sono presenti altre due bellissime tombe, tra le più insigni di Spagna: il mausoleo di re Giovanni II di Castiglia e di sua moglie Isabella di Portogallo, capolavoro marmoreo attribuito a Gil de Siloe. A completare l’ameno quadretto familiare, a pochi passi di distanza è possibile ammirare il sepolcro in alabastro del figlio, l’infante Alonso, la cui morte prematura permise alla sorella, Isabella la Cattolica, di salire sul trono di Castiglia.

Dopo la ferale mattinata trascorsa tra tombe e sepolcri suggerisco di sostare per un veloce spuntino presso la Pasteleria Alonso del Linaje (Plaza Major 34 e Paseo del Espolon 20), sala da tè vecchio stile dove si gustano le migliori yemas de Burgos e i camelitos del Cid

Partenza per Leon, percorrendo la N 120. Lungo il tragitto che coincide con uno dei tratti più suggestivi del Cammino di Santiago, quello che unisce le due antiche capitali di Castiglia, incontreremo alcune località di notevole interesse. Piccoli villaggi di origine rurale, divenuti col passare del tempo ricchi borghi dove trovavano ristoro i pellegrini in marcia.

E così incrociamo Sasamòn, villaggio di origine romana, incorniciato da possenti mura medievali. Fromista con la bella Iglesia di San Martìn, dalla struttura romanica ma con decori pagani e romani che ne fanno intuire origini addirittura precristiane. Carriòn de los Condes, una potente cittadina di epoca medievale, di cui conserva notevoli monumenti. La sua chiesa di Santa Maria, romanica, è nota per i motivi fantastici dei rilievi presenti sulla facciata. Sahagun le cui chiese di San Tirso e San Lorenzo rappresentano mirabili esempi dello stile mudejar.

Sazi e satolli di chiese e monasteri riprendiamo il nostro cammino alla volta della bella Leòn, antica capitale dell’omonimo regno. La compagnia, ormai in odore di santità, alloggerà questa sera in un luogo del tutto particolare: niente po’ po’ di meno che la Real Colegiata de San Isidoro, edificata nel 1055 da Re Ferdinando I del Leòn per accogliere i resti di San Isidoro. Che serenità sapere che le sacre spoglie riposano a pochi metri dai nostri giacigli!

Preso possesso delle proprie, siamo finalmente pronti per il meritato desco vesperino. Pochi passi ci separano dai vicoli del pittoresco Barrio Hùmedo, quartiere antico intorno alla Plaza San Martin, così chiamato per l’alta concentrazione di locali che sin dal medioevo servono generosamente birra e vino locale. Le prelibate specialità locali: zuppa d’aglio e sanguinaccio!

Giovedì 31: LEON – OVIEDO (km 130 – 1h.20m)

La mattina sarà incentrata alla scoperta di Leòn. Tappa importantissima lungo il cammino di Santiago, la città conserva del suo passato splendidi monumenti e mirabili capolavori dell’architettura romanica, gotica ed anche rinascimentale. Non vi sono dubbi sulle origini romane della città, in questo luogo infatti si accampò la VII legio Gemina Pia Felix, reclutata tra gli iberi da Servio Sulpicio Galba, governatore della Hispania Terraconensis in rivolta contro Nerone. Leòn conobbe l’inizio del suo splendore nel X sec

  • 51995 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social