Fuerteventura:El cotillo e nn solo.

Fuerteventura – El cotillo Il destino questa volta ci ha portato a Fuerteventura… un destino fatto di coincidenze, a volte, di offerte/last minute, altre volte, e dei nostri sogni di mille posti da visitare. Questa volta abbiamo programmato il viaggio ...

Diario letto 3697 volte

  • di valentina81
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Fuerteventura – El cotillo Il destino questa volta ci ha portato a Fuerteventura... un destino fatto di coincidenze, a volte, di offerte/last minute, altre volte, e dei nostri sogni di mille posti da visitare.

Questa volta abbiamo programmato il viaggio con ben due mesi di anticipo e abbiamo avuto tutto il tempo, dopo aver prenotato il pacchetto (volo+villaggio...Che ci è risultato abb economico), per pensare e progettare la nostra vacanza. E’ stata una vacanza di scoperta ...Alla ricerca degli scorci più caratteristici, dei posti più belli o dei paesaggi più mozzafiato.

Il villaggio è stato un punto di appoggio, nei primi giorni di relax e per gli ultimi in attesa del rientro a casa o semplicemente il nostro punto di arrivo dopo una giornata in giro per l’isola e non solo.. Per noi non è stato il gioco aperitivo prima del pranzo, né lo spettacolino alla sera, né il torneo di bocce... Siamo arrivati in villaggio lunedi a pranzo, dopo circa 4 ore di volo e circa 45 minuti di pullman. Come da consiglio, ci siamo seduti in alto sul pullman a due piani, ma non mettetevi verso il fondo se soffrite un po’ le curve... Nel pomeriggio siamo partiti subito alla scoperta del paese di EL COTILLO: poca gente in giro, molte case con le finestre chiuse...Subito ci è apparso molto tranquillo! La spiaggia di calette proprio di fronte al villaggio è molto carina, di sabbia fine e andando verso sud diventa un po’ più rocciosa (una strana roccia nera – vulcanica – che ritroveremo in tutta l’isola). Raggiungiamo l’estremità del paese dove c’è una torre “CASTILLO EL TOSTON” : una bella vista sul mare, sul porto e su una stupenda e lunghissima spiaggia di sabbia. Alla sera, prima della doccia ci aspetta la solita riunione del villaggio...A noi interessa andare a Lanzarote! Martedi abbiamo dato uno sguardo alla cartina e armati di asciugamani e buona volontà, ci siamo posti come meta il faro, all’estremità nord del paese. Camminando, camminando il faro è sempre lontano...Troppo lontano e alla fine ci fermiamo in una caletta. Guarderemo poi a pranzo la cartina e ci accorgeremo che in realtà è distante più di un chilometro dalla fine del paese...Ci andremo in auto! Nella caletta (spiaggia LAS LAGUNITAS) ci sono dei murettini di sassi a forma semicircolare che servono a ripararsi dal vento...Se ne trovate uno libero, approfittatene! Nella strada del ritorno abbiamo fatto varie soste alle altre calette, apprezzando l’acqua più calda delle piccole piscine naturali. Ovviamente le parti riparate dal vento erano quelle più popolate... C’è stata una costante nella nostra vacanza: il vento! Pomeriggio: in piscina a riposare. Qui sembra esserci un po’ meno vento.

La sera dopo cena abbiamo fatto un giro in paese e abbiamo scoperto due monumenti ai pescatori molto belli, molto semplici ma al tempo stesso molto rappresentativi...E poi sarà il posto, sarà l’atmosfera, a me hanno colpito molto! Mercoledi: escursione a LANZAROTE! Facendo due conti, abbiamo preferito andare con la gita organizzata perché il fai-da-te veniva un po’ troppo costoso...E poi bisogna fare un contratto particolare quando si noleggia l’auto per poterla portare su un’altra isola, nel parco si può girare solo in pullman, ecc... Partenza ore 6,30 dal villaggio. Dopo 45 minuti di traghetto (confortevole), si sbarca su Lanzarote: l’isola è stata ricoperta di lava durante un eruzione (dal 1730) durata 6 anni. Ovunque, nel paesaggio, ne notiamo le particolarità. Non c’è vegetazione, la terra è nera.

  • 3697 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social