Mete incredibili per turisti improbabili

Alla scoperta della Slovenia, così vicina e così sconosciuta...

  • di Elisa Granucci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Per la prima parte delle nostre ferie estive decidiamo di fare un piccolo tour della Slovenia, meta tutto sommato vicino a casa ma piuttosto sconosciuta (almeno per me). Decidiamo di partire la terza settimana di luglio sperando di trovare un po' più fresco che a casa nostra in Toscana.

Per prima cosa alcuni consigli pratici:

- Per andare sulle autostrade slovene è necessaria la Vigneta che deve essere attaccata al parabrezza e ha diverse durate (noi l'abbiamo presa settimanale); attenzione perchè settimanale non vuol dire da sabato a sabato ma da sabato a venerdì sera a mezzanotte quindi fate bene i vostri conti.

- L'acqua in bottiglia è generalmente cara se comprata nei bar o comunque fuori dai supermercati (mai meno di 1,5 euro per 1/2 litro)

- Le destinazioni sono tutte abbastanza vicine fra loro ma in quelle più famose c'è abbastanza affollamento cosa che sinceramente non mi aspettavo.

Per il viaggio ci affidiamo alla nostra mitica Lancia Musa e decidiamo di fare una tappa intermedia per non stancare troppo il nostro turista più piccolo (Giorgio, 2 anni); prenotiamo all'albergo “Il Leon Bianco” vicino Palmanova che si rivela un buon albergo climatizzato e con comodo parcheggio. La posizione è ottima per scoprire le zone vicine prima fra tutti la splendida basilica patriarcale di Aquileia; in 15 minuti raggiungiamo il sito veramente poco affollato per quello che ha da offrire. La visita della basilica è gratuita e già quella di per se merita il viaggio; il pavimento a mosaico è fantastico! Noi decidiamo di pagare anche i 7 euro a testa che ci permettono di visitare le 2 cripte (una veramente fantastica contenente i resti di una precedente costruzione anche qui con mosaici spettacolari), il battistero e il campanile. Finita la visita ci rifocilliamo con una bella merenda nel bar di fronte alla struttura. Ahimè non visitiamo il museo ma siamo tutti un po' stanchi dal viaggio e decidiamo di tornare in stanza per una bella doccia. Per cena scegliamo il centro di Palmanova che tolta la piazza centrale non offre veramente nulla di particolare.

La mattina successiva sveglia di buon'ora e alle 9.30 siamo già al castello di Miramare, meta imperdibile lungo il tragitto verso la Slovenia. Un consiglio: parcheggiate lato Grignano dove c'è il porticciolo, il parcheggio è gratuito e alberato cosa che non guasta con i 40° della calura estiva. Dal parcheggio parte una breve salita che conduce a un'entrata laterale del parco del castello (gratuito), il cui edificio principale dista poco più di 5 minuti a piedi. Il giardino ha bisogno di forte manutenzione ed è un vero peccato visto la splendida posizione sul mare ma sembra veramente abbandonato; il castello invece è molto ben curato sia esternamente che internamente. Nel complesso un bel sito che, se tenuto meglio, avrebbe sicuramente potenzialità ben maggiori.

Il caldo inizia a farsi sentire e decidiamo così di tornare alla macchina e di varcare il confine sloveno; abbiamo preventivato una sosta all'allevamento dei cavalli lipizzani visto l'amore sviscerale del bimbo per i cavalli. L'allevamento si trova a Lipiza (Lipica in sloveno) ed è veramente a pochi km oltre il confine; la zona è bella e immersa nel verde volendo si può sostare qui anche solo per fare un pic–nic all'aperto. Attenzione perché qui c'è solo un ristorante per pranzare e un bar che offre però solo gelati e bibite: noi optiamo per il ristorante (visto che con il bimbo non possiamo fare diversamente) e dopo pranzo decidiamo di fare il giro all'interno dell'allevamento vero e proprio, per vedere i cavalli. A mio avviso 12 euro a testa è un po' caro ma tutto sommato ne è valsa la pena; lo spettacolo di dressage deve essere pagato a parte ma essendo piuttosto lungo noi abbiamo deciso di non vederlo

Scopri queste e altre storie su Go Live FVG! »
  • 11326 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social