Slovenia, three days in the rain

Da Postumia a Lubiana con sosta a Trieste

  • di steber
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Sabato 30 marzo 2013 - Parma, Postumia, Castello Predjamski km 440

Partenza da Parma di buonora ore 6.10 in direzione Postumia. Siamo in quattro sopra una piccola 500 con la pioggia che ticchetterà sul parabrezza per quasi tutta la vacanza. Decidiamo di passare il confine a Nova Gorica, si risparmia sull’autostrada rispetto a Trieste (19.90 euro), e acquistata al confine la vignette (15 euro) entriamo in Slovenia. Il cielo è lugubre e la pioggia incessante. Arriviamo all’hotel Sport – tre stelle – situato nel centro della cittadina, alle ore 10.30. Hotel acquistato su groupon 99 euro totale per due persone, pacchetto comprendente: due pernottamenti con colazione, una cena, sauna e sconto del 10% sull’ingresso alle grotte. Sbrigate le formalità ed acquistati i biglietti alla reception euro 52.20 per due (grotte e castello di Predjamski) decidiamo, visto il meteo avverso di rifugiarci in grotta. Dopo pochi minuti di auto, parcheggiamo (3.50 euro), e raggiungiamo la biglietteria per cambiare i nostri voucher. Riusciamo ad entrare con il gruppo delle ore 12. Appena entrati scopriamo che piove anche dentro le grotte! Saliamo sul trenino che percorrendo due km ci conduce all’interno della terra ad una profondità di circa 30 m, per poi proseguire a piedi per 1,5 km. Durata della visita un’ora e mezza. Attenzione durante il tragitto in trenino a non sporgere mani o ad alzare la testa potrebbero essere mozzate! Le grotte sono immense e meravigliose. L’occhio spazia nell’oscurità per scorgere le magnifiche concentrazioni calcaree illuminate ad arte. Mi colpisce in modo particolare la “sala bianca”: ampio salone con colonne calcaree e stalattiti a forma di spaghetti dove le sfumature bianche risaltano dall’oscurità. Usciti dall’esperienza delle grotte proseguiamo per Predjamski a circa 10 km per visitare l’omonimo castello.

Il castello è ubicato in una posizione molto suggestiva, si trova a metà montagna all’ingresso di una grotta. Dalla terrazza dell’ultimo livello si ammira la vallata con il fiume ed il paesino.

Ci si può addentrare all’interno della grotta, che sale fino alla vetta della montagna, forse a causa pioggia il percorso era interdetto ai gitanti.

Decidiamo di fermarci in centro a Postumia per un caffè prima di rientrare in hotel, “bar cappuccino”, locale carino e personale gentile.

Rientrati in hotel decidiamo di scaldarci in sauna, dove ci viene offerta una tisana.

Le camere dell’hotel sono molto spartane ed antiche, ma pulite ed il personale è gentile, visto il prezzo siamo soddisfatti. Sono preoccupato per la cena compresa, da consumarsi al ristorante dell’hotel Epic – Erasmus. Resto stupito: locale molto carino e curato in stile medioevale con band inclusa, che suona cover. La scelta e tra “terra” e “mare”, scelgo “mare”, la scelta si rileverà ottima.

Antipasto di salmone in letto di rucola, gnocchi ai gamberi (squisiti), trota con contorno di asparagi (deliziosa) e gelato variegato ai frutti di bosco. Paghiamo due bottiglie d’acqua e ½ di vino euro 8.50 e passiamo al bowling annesso. Il bowling ci entusiasma, è letteralmente una discoteca: musica a bomba, luci stroboscopiche che illuminano debolmente i birilli. Decidiamo di sfidarci (1 ora per quattro 31.50 euro). Sfiniti dalla lunga giornata sprofondiamo nei nostri letti delle nostre due camere.

Domenica 31 marzo 2013 - Postumia, Lubiana a/r km 130

Piove. Sveglia e colazione. Colazione superiore alle aspettative in un salone dei primi del ‘900 immenso e di antico lustro.

Arrivati alla macchina abbiamo una sgradita sorpresa: la sera precedente ho lasciato abbassato il finestrino dell’auto, che vista l’incessante bufera di neve mista ad acqua ha inzuppato come un savoiardo il sedile lato passeggero. Il viaggio verso Lubiana si rileverà molto scomodo per i miei amici, pressati come sardine in tre nel divano posteriore della 500. Ci fermino per fare il pieno all’auto e con immenso stupore impariamo che la benzina costa 1.50 euro al litro.

Nonostante la neve durante il viaggio alle ore 10.40 arriviamo agevolmente in centro a Lubiana. La città visti il meteo e le feste è deserta e non fatichiamo a trovare parcheggio in pieno centro vicino a piazza Kongresni. Nella maestosa piazza si respira un’atmosfera viennese, ammiriamo i raffinati palazzi che la circondano. Alzando lo sguardo si staglia sopra uno sperone rocciosi di 300 m l’austero castello. Passeggiamo sotto una pioggerella fine passando davanti alla chiesa delle Orsoline, all’Università ed arriviamo al lungo fiume. Il lungo fiume è il centro della vita della città con numerosi locali. Arriviamo al cuore di Lubiana la piazza davanti alla chiesa barocca dei Francescani raggiungibile attraversando l’originale triplo ponte. All’interno è in corso la funzione religiosa, quindi proseguiamo in direzione del ponte dei draghi. Un ponte pedonale “protetto” da quattro statue di bronzo che rappresentato 4 draghi. Sosta ai puliti bagni pubblici, dove alla nostra richiesta di pagare l’addetta ci informa che sono gratuiti. Quindi proseguiamo fino alla funicolare per salire al castello. Acquistiamo il biglietto combinato: a/r in funicolare ed ingresso al castello euro 8 cadauno. Il castello comprato dal sindaco di Lubiana nei primi anni del ‘900 è stato interamente restaurato ed adibito a centro culturale. Assistiamo alla visione del filmano con la storia del castello, 10 minuti, e visitiamo il maniero. L’edificio è gradevole, degni di nota sono il panorama sulla capitale e la cappella affrescata ove sono raffigurati gli stemmi dei casati che hanno posseduto il castello. La visita del castello comprensiva del museo, delle carceri, della cappella, della salita alla torre e della cappella dura circa un’ora e mezza

Scopri queste e altre storie su Go Live FVG! »
  • 7534 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social