Skopelos, l'unione del verde dei pini e del blu del mare

Alla scoperta di questo paradiso verde nel blu dell'Egeo

  • di memetta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Lo scorso anno avevo già provato ad andare in Grecia, a Rodi, ma colpa di un biglietto aereo troppo costoso ho desistito. Durante l’inverno, io Guida per Caso di Verona, sul sito di Turisti per Caso ho cominciato a dare un’occhiata al forum Grecia e con il passare del tempo è diventato come leggere il giornale la mattina.. uno scrigno pieno di informazioni. Finché un giorno la nostra amata Puccy, consiglia ad un utente del forum in risposta a “dove andare in vacanza in Grecia per la prima volta?” di scegliere il volo più economico e poi qualcosa di bello si sarebbe costruito. Così ho preso le sue parole come oro colato, sono andata sul sito Ryanair è ho scelto la meta più economica in Grecia per l’inizio di Luglio: Volos. Leggendo tutti i diari di “Mal di Grecia” ho cercato di scegliere l’isola delle Sporadi che più si avvicinasse alla mia indole e la scelta è ricaduta, di comune accordo con il mio fidanzato su Skopelos.

SKOPELOS ARRIVIAMO!

Il 4 luglio siamo partiti da Orio al Serio alla volta di Volos. Dopo due ore di volo, alle 16, siamo arrivati nella campagna dell’entroterra greco e, onde evitare di perdere il traghetto e soprattutto con la voglia di regalarci un po’ di comodità, abbordiamo una coppia con l’intenzione di dividere un taxi per arrivare al porto. Loro acconsentono e così abbiamo il piacere di conoscere due belle persone, Carlo e Manuela, che ci accompagneranno per parte della nostra vacanza, dato che anche loro soggiorneranno qualche giorno a Skopelos. Presi i biglietti per il traghetto lento che in partenza alle 18.00 (24.50 euro Volos- Glossa) ci porterà fino a Skopelos, ci concediamo il primo Nescafè Frappè della nostra vacanza in un bar sul lungomare di Volos. La cosa che maggiormente mi colpisce è l’ospitalità ed i prezzi: con un semplice caffè ci offrono dell’acqua fresca con ghiaccio e una brioche a testa (ma noi abbiamo preso solo un caffè!). Sono molto contenta di essere riuscita a combinare gli orari e di non fermarmi a Volos; pur essendo vero che ogni luogo ha qualcosa di buono da offrire, Skopelos è risultata essere un’isola eccezionale. Appena saliamo sul traghetto scegliamo un posto all’aria aperta, per goderci l’aria tra i capelli. Lo spettacolo del mare profondamente blu con il paesaggio che ci scorre accanto di una costa brulla con gli arbusti verdi mi lascia già d’incanto. Il traghetto ferma a Skiathos intorno alle 21.00 quando comincia ad esserci buio.. le luci accese al calar del sole offrono uno scorcio magnifico su Skiathos. Impaziente aspetto l’arrivo a Glossa alternando passeggiate a bordo ponte alla lettura nella sala interna. Il mio fidanzato amante spassionato del mare riesce a scorgere anche dei delfini che nel tratto di mare aperto tra Skiathos e Skopelos passano vicino al nostro traghetto.

Arriviamo a Glossa con una mezzora circa di ritardo, intorno alle 22.00, ma ad attenderci c’è l’autobus di Skopelos che attraversa tutta l’isola, in effetti la maggior parte dei turisti soggiorna a Skopelos Town. Con 4.50 euro arriviamo in 45 minuti dall’altra parte dell’isola; io cerco di sbirciare il paesaggio dal finestrino ma c’è talmente buio che purtroppo non vedo proprio nulla. All’arrivo scendo dal bus e trovo un signore con un cartello riportante i nostri cognomi.. quasi incredula gli mostro un grande sorriso di ringraziamento; non sapevamo che il signore della pensione prenotata la mattina stessa in aeroporto tramite booking.com ci attendesse alla fermata del bus. Ci accompagna così verso la pensione Marialena che ci ospiterà solo questa notte (30 euro per una stanza doppia con un piccolo terrazzo che da direttamente sul porto, pulita ma non un granché per tutto il resto ad esser sinceri, ma per una notte ci si adegua). La notte soffia un vento spaventoso che ci fa sbattere continuamente lo scuro e così mi addormento con la speranza di trovare una giornata migliore al mio risveglio.

1° GIORNO: STAFYLOS-LIMNONARI

Inizia davvero il primo giorno di vacanza: la mattina svegli presto scendiamo al porto per far colazione in una bar e Pietro assaggia spavaldo una Milk Pie per colazione.. quel “serpentone” di pasta fillo ripieno di crema al latte fritto (simile alla tipica Skopelos Pie, ripiena invece di formaggio che assaggeremo in seguito) un po’ troppo impegnativa da portare a termine. Ci offriamo un altro lusso della vacanza: prendere il taxi per raggiungere la pensione che avevamo prenotato perché avevamo capito che la strada sarebbe stata alquanto ripida ed impegnativa da fare con le valigie. Così in 5 minuti, arriviamo alla pensione Panorama, al confine della Chora, in posizione sopraelevata, le cui stanze hanno terrazzini che danno sulla baia accanto, quella di Glyfoneri. Lascio subito una nota positiva a riguardo perché è stata una delle note più piacevoli del viaggio, l’appartamento era molto ben attrezzato con piatti posate, frigo, tv, phon; pulito ed ordinato, nel cortile aveva degli alberi da frutto che avevano proprio il profumo della campagna! La signora Aleka, che gestisce gli appartamenti è sempre stata gentile, disponile e presente, offrendoci anche una bella serata a metà del nostro soggiorno, per vedere le stelle, la Luna, Giove e Saturno con un amico che lavorava per la Nasa, proponendo per tutti gli ospiti anche un piccolo aperitivo con Skopelos Pie fatta da lei, e le honey balls (che forse in greco hanno un altro nome!).

Alla mattina della partenza ha mandato la figlia a prenderci e portarci al porto (alle 6.30 del mattino), inoltre il giorno prima della partenza le avevamo detto che avremmo voluto acquistare le prugne perché avevamo sentito fossero buonissime e così ce le ha fatte avere da una signora del posto, sotto miele, davvero squisite! Il tempo di lasciare le valigie ed usciamo subito dall’appartamento che stanno ancora sistemando dato il nostro anticipo rispetto al check in e scendiamo a piedi percorrendo per la prima volta gli stretti vicoli della Chora per arrivare al porto e cercare una macchina a noleggio

  • 38993 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social