Info pratiche sulla penisola Calcidica

Sithonia, Penisola Calcidica, Grecia

Diario letto 64146 volte

  • di Michela Zanoni 2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Quest’estate abbiamo trascorso le nostre vacanze in Calcidica, dal 14 al 20 siamo stati nel secondo dito, Sithonia, e gli ultimi 2 giorni a Salonicco, la spesa totale è stata di circa 700 euro a persona.

A posteriori consiglierei di visitare prima la città e poi finire la vacanza in relax al mare. Suggerirei anche di andare in Calcidica appena fuori stagione, dove magari trovare le spiagge deserte e l’acqua cristallina tutta per se, o quasi ;) La scelta del periodo per noi è stata un po’ obbligata per motivi di lavoro, siamo stati comunque molto soddisfatti, ma penso che ad inizio luglio sia un vero paradiso!

Abbiamo prenotato il volo Ryanair circa un mesetto prima della partenza, per il costo di 138 € a testa, che per il periodo ci è sembrato buono. La partenza è da Bergamo alle 6.55 con arrivo alle 10 a Salonicco, per il ritorno partenza alle 21.45 e arrivo alle 22.55, gli orari sono ottimi perché ti consentono di sfruttare a pieno anche i giorni di viaggio.

All’arrivo all’aeroporto ci aspettava l’omino della National (maglietta giallino verde), con cui avevamo già prenotato l’auto dall’Italia attraverso autoeurope, per il prezzo di 228 € per una settimana. Bisogna andare al piano superiore dell’aeroporto prendendo l’ascensore all’esterno, poi con il loro pulmino ti portano all’autonoleggio (5 minuti circa). Arrivati ci dicono che dobbiamo lasciare 700 € di caparra per non aver fatto l’assicurazione completa, oppure ci propongono di farla al momento per 55 € di full insurance più 100 € di caparra che saranno restituiti, optiamo per la seconda opzione, dunque a questo punto consigliamo di mettere già in conto l’assicurazione completa al momento della prenotazione online. In agenzia sono comunque molto cordiali, ci chiedono dove siamo diretti e ci forniscono di mappa e consigli su cosa visitare.

Dove alloggiare

Abbiamo deciso di alloggiare sulla costa nord di Sithonia, tra i paesini abbiamo scelto Sarti, all’inizio ero un po’ preoccupata perché la pensavo troppo turistica, in realtà il turismo c’è ma è un paesino molto carino dove poter uscire la sera e scegliere tra le taverne senza spostarsi troppo (noi preferiamo spostarci di giorno ed essere abbastanza comodi la sera). Un’altra opzione valida sarebbe spostarsi ogni 2/3 giorni lungo la costa, come ho sentito fare da molte persone. Noi ci siamo comunque trovati bene, le distanze da coprire nella penisola non sono lunghe e le strade comode, cos’ Sarti risulta essere un’ottimo punto di appoggio. Siamo stati ad House Zogia, la consigliamo a tutti! Il padrone di casa è stato gentile fin dall’inizio e sarà disponibile a darvi ogni consiglio! La casa è appena fuori dal centro di Sarti, e a 50 m dal mare, la posizione è ottima per fare sonni tranquilli, andare in centro con pochi passi, o tuffarsi nel mare! Le camere sono pulite ed accoglienti. Abbiamo speso 50 € a notte per lo studio con balcone sulla stradina, sono anche disponibili camere con vista mare. Sarti non è molto grande, dunque non sarà difficile trovarlo, percorrete la strada principale del paese e troverete Hose Zogia sulla sinistra, subito dopo il panificio. Per avere maggiori info visitate il sito www.siropoulou.gr

Abbiamo visto anche il paese di Vourvorou, sicuramente più tranquillo rispetto a Sarti, ma è formata soprattutto da case per il turismo, senza un centro vero e proprio e non molte taverne. Porto Koufo mi è sembrato più carino rispetto Vourvorou, si trovano alcune taverne lungo il porto.

Dove mangiare

A sarti ci siamo trovati molto bene a “La taverna”, su un terrazzino rialzato in centro a Sarti, con insegna blu, per 2 orate con zucchine fritte e bere abbiamo speso 19€ in due! Il dolce o la frutta è offerto dalla casa.

Se andrete a mangiare in uno dei fast food potrete cenare con pite e birra con pochi euro, abbiamo provato sia Agaio che Obelix(in quest’ultimo vi consiglio il menù greco che hanno esposto sulla parete esterna) devo dire entrambi molto buoni, anche se le pite che abbiamo mangiato a Corfù erano fatte al momento e molto più buone!

In tutta la penisola il mangiare non costa molto, siamo arrivati a spendere massimo 36 € nella taverna Perlansia a Vourvorou, mangiando polipo, calamari,due porzioni di patatine fritte e una feta alla griglia, due mithos. Qua il dolce non è offerto ma il cibo è molto buono e fatto in casa, le patate sono state pelate e tagliate al minuto, buonissime!!

A Porto Koufo da suggerire la taverna tsitsikaki , due orate buonissime, verdure alla griglia, e acqua per circa 35 €

  • 64146 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social