Da Siena a Certaldo sulle tracce di Boccaccio

Abbiamo soggiornato a Certaldo, paese che diede i natali a Boccaccio e visitato gli splendidi dintorni

Diario letto 2435 volte

  • di riva2000
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 7
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Giovedì 27 Dicembre

Per festeggiare il capodanno abbiamo deciso di fare un breve viaggio nella bellissima Toscana che, anche durante la stagione invernale, ci regalerà bei paesaggi, cultura e ottima cucina. Partiamo Giovedì 27 Dicembre e raggiungiamo Certaldo che sarà la nostra casa base per questo week di fine 2018. Certaldo, che si trova a pochi Km di distanza da Firenze, è un caratteristico borgo medioevale trecentesco celebre per avere dato i natali all'illustre Boccaccio. Alloggiamo in una dimora storica: Palazzo Stiozzi Ridolfi. Abbiamo a disposizione l’ appartamento "Neifile" molto confortevole composto da una stanza matrimoniale, soggiorno con angolo cottura e divano letto e ampio bagno comprensivo anche di lavatrice. Le stanze sono tutte molto grandi, pulite e ben riscaldate. Di fondamentale importanza è il parcheggio all'interno del cortile privato poiché il centro del borgo è zona ZTL; per fortuna il gestore degli appartamenti ci fornisce il permesso per tutta la durata della vacanza. Possiamo anche godere dell’ accesso esclusivo alla terrazza della torre del palazzo che ci offre una magnifica vista su tutta la valle. Decidiamo subito che brinderemo al nuovo anno da qui godendoci lo spettacolo dei fuochi artificiali che illumineranno l’ultima notte dell’anno. Trascorriamo il pomeriggio esplorando le viuzze di Certaldo. Sui davanzali possiamo ammirare dei piccoli e caratteristici presepi, nessuna luminaria invasiva ma diverse candele che rendono l’atmosfera ancora più magica e retro. Nella piazza principale oltre al tradizionale albero di Natale e alla Natività ci sono delle statue ad opera dell’artista “Franco Mauri Franchi” che aggiungo un tocco d’arte moderna ad una piazzetta tipicamente medioevale; un grande albero di Natale con enormi decorazioni rosse completa questa magica atmosfera.

Venerdì 28 Dicembre

Partiamo in auto con destinazione Siena che raggiungiamo dopo circa 40 minuti ; parcheggiamo in via Fonte Branda in uno dei pochi posteggi gratuiti e ci incamminiamo verso il centro di Siena. Acquistiamo presso Piazza del Campo un biglietto "Cumulativo famiglia musei comunali e Torre" per la salita alla Torre del Mangia e l’ingresso al Museo Civico; La salita alla torre è un po’ impegnativa, ma dall'alto si gode di una vista spettacolare su tutta Siena. Entriamo successivamente nel Museo Civico e ci concentriamo su alcune delle opere qui esposte: Il ciclo di affreschi sul Buono e Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti nella Sala Dei Nove e il celebre cavaliere Guidoriccio da Fogliano nella Sala del Mappamondo. La meta successiva è il Duomo di Siena, visitiamo l’interno e la Cripta, acquistiamo l’ingresso alla Porta del Cielo, una visita che consiglio perché da la possibilità di visitare il Duomo dall'alto e il Facciatone, costruito in origine per ingrandire il Duomo , opera incompiuta ma che permette una vista unica. Rientriamo in serata a Certaldo e vista l’ora ci concediamo un meritato aperitivo presso l’Enoteca Boccaccio.

Sabato 29 Dicembre

Dedichiamo la prima parte della giornata alla visita di Monteriggioni, un borgo fortificato famoso per le sue mura e le sue torri ; una parte del percorso murario è pedonale a pagamento, ma secondo noi non vale il prezzo del biglietto. L’interno del borgo invece è molto interessante. Lasciamo Monteriggioni e torniamo a Siena parcheggiamo in via Baldassarre Peruzzi a pagamento e raggiungiamo a piedi via Vallerozzi, qui si trova la stupenda cappella della Lupa che espone il Palio dell'assunta vinto il 16 Agosto 2018. Abbiamo appuntamento con la nostra guida che in circa un ora e trenta ci accompagna per le sale del Museo, la visita è a offerta libera ma assolutamente da non perdere. Il Museo espone tutti i pali vinti dalla lupa e numerosi cimeli legati alla storia della Contrada, il racconto della nostra guida ci permette finalmente di capire veramente la storia e l’atmosfera vissuta durante i giorni del palio di Siena, atmosfere difficilmente avvertite durante la diretta in televisione

  • 2435 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social