Sicilia occidentale

Mare, tradizioni e cultura tra Palermo, Scopello, Segesta, Selinunte e Trapani

Diario letto 30918 volte

  • di vacanzevacanze
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

16 giugno

Partiti da Ronchi dei Legionari alle 8.40, alle 13 già arrivati a Favignana grazie all'ottimo servizio di Siciliatransfert (i trasporti dall’aeroporto sembrano piuttosto difficili, conviene prenotare un servizio pulmino per poche persone). Navigazione un po' mossa con scalo intermedio a Levanzo. Camera con vista mare e con il vento che soffia forte da nord. Con navetta gratuita hotel raggiunto spiaggia di Cala Burrone: un sacco di vento anche qui ma vivibile. Alla sera giro per Favignana, paese che ricorda un po' i tempi passati anche se più commerciale e ricco di negozi. Cena a "Sapori di mare" , ottimi primi di pesce e non , con pasta fatta in casa (busiari). Chiusura con lo squisito digestivo “Marsala alla ciliegia”. Tornando a casa vista sulla vecchia tonnara Florio illuminata. Gianni si lamenta che c'è odore di pesce in tutta l'isola (odore di tonno dice, e lui non ama il pesce).... E si sente “isolato”... però gli piace!

17 giugno

Colazione su terrazza vista mare dell’hotel Tempo di mare. E poi viaaaa! Cinquantino per entrambi! Presa subito la mano, percorso l'isola in lungo e largo. In porto i pescatori che vendevano il pescato della notte e riparavano le reti. Lungo i muretti piante di bouganville, sulle rocce tappeti di fiorellini violetti, alberi di ficus, fichi d'India fioriti. Fatto sosta a Cala Rotonda, molto carina, con piccoli faraglioni e acqua verde/blu. Peccato non essere riusciti a recuperare gli asciugamani nel porta casco di Maria che non voleva aprirsi (farsi spiegare bene al momento del noleggio)! Ci siamo rifatti con una passeggiata lungo costiera selvaggia. Pranzo a base di pane cunzato (3 euro in due) e ciliegie. Sembra che metà del paese affitti bici e motorini e i negozi sono stracolmi. Ma quando sono in alta stagione, quanti motorini e bici girano? Una enormità! Degno di nota il caffè al pistacchio del “Bar al Marinaio” zona porto.

Serata con aperitivi e tapas locali. Ottimo il Campari con amaretto, limone e rametto di rosmarino decorativo che si annusa ogni volta che si beve: sensazione naso e gusto ottima! Dopo cena amaro punico, giusto per aumentare un po' il tasso alcoolico.

18 giugno

Visita alla ex tonnara Florio che in realtà è l'ex manifattura del tonno. Molto interessante! Molto al di sopra delle aspettative. Poi spiaggia a Cala Burrone (peccato niente bagno perché troppo vento e acqua troppo fredda), quindi aliscafo per Trapani che e' carina, piccola, sembra vivibile, con il mare su due lati (in uno c'è il porto), spiaggia praticamente in città, clima piacevole mitigato dall'onnipresente vento (anche troppo vivace).

19 giugno

Usciti presto dall’hotel Tiziano per andare al mercato del pesce con comodissimo bus navetta gratuito, peccato che ci fosse poco/nulla causa il mare mosso. Bello il porto dei pescherecci. C'era un pescatore che preparava degli ami enormi per i pescispada. Poi visita alla bella Basilica dell'Annunziata e il museo Pepoli. Interessanti nel museo paramenti sacri, oggetti di oreficeria e oggetti sacri fatti anche con il corallo. Degno di rilievo il quadro “San Francesco” del Tiziano. Quindi Erice con la bidonvia. Sarà per la funivia, sarà per la nebbia che dicono frequentissima, ma il golfo apparso in un'unico sprazzo di sole sembrava proprio strano. Sembrava di essere in montagna e non in Sicilia a due passi dal mare. Paese ricco di chiese di scarso interesse a parte il duomo, begli scorci, bei bastioni e soprattuto ottima la pasticceria indicata come una delle migliori di Sicilia. Gianni ha fatto anche la foto con la signora Grammatico dopo aver pranzato a base di dolcetti, vino passito e zibibbo

  • 30918 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social