Trapani e dintorni con la famiglia

Vacanza di una settimana in Sicilia tra bellezze naturali e… gastronomia

Diario letto 30594 volte

  • di NICOLAFILIPPO
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Io e la mia famiglia (due adulti e due ragazzi di 12 e 8 anni) abbiamo trascorso una settimana dal 14 al 21/06/2015 in Sicilia nella provincia di Trapani.

Siamo partiti da Bergamo con volo Ryanair su Palermo (in perfetto orario) e abbiamo ritirato la ns vettura a noleggio. E’ importante sapere che le agenzie di noleggio si trovano tutte a circa 800 metri dall’aeroporto e per arrivarci bisogna prendere una navetta gratuita con fermata proprio all’uscita degli arrivi. Ritirata la macchina (fiat 500L) siamo partiti per Trapani, in particolare Erice Mare (80 km dall’aeroporto, un’ora di macchina) in quanto abbiamo prenotato la settimana all’hotel Baia dei Mulini.

Molti preferiscono l’aeroporto di Trapani in quanto effettivamente più vicino e comodo (30 minuti dall’hotel).

Due info sulla struttura: è un villaggio con grande piscina affacciato direttamente sul mare con spiaggia privata. Molto buona la ristorazione e la disponibilità del personale (consigliatissimo). Animazione soft. L’hotel è perfetto sia per chi decide di fare una pura vacanza di relax sole-mare sia per chi vuole un punto di appoggio per poi visitare la zona (come abbiamo fatto noi).

Nell’arco della settimana noi abbiamo visitato:

San Vito lo Capo

(35 km e 40 minuti di auto dall’hotel) stazione tipicamente balneare. Spiaggia di 900 mt di sabbia bianca e mare azzurrissimo, adatto per famiglie. Ci siamo stati due volte mezza giornata per poter tornare a pranzo all’hotel (si mangia troppo bene). C’è sempre molta gente anche nei giorni feriali e sulla spiaggia libera ci si accalca.

Riserva dello Zingaro

Giornata intera. Raggiunto San Vito lo Capo si segue una bella strada panoramica per altri 12 km fino all’ingresso del parco. Si parcheggia gratuitamente dove si riesce e poi si entra pagando il biglietto (5 euro adulti). Dopo 15 minuti di facile cammino si giunge alla prima baia (dell’Uzzo) bellissima e ancora senza gente al mattino presto. Spiaggia di sassolini bianchi e mare verde-turchese. Ci fermiamo per il bagno e siamo circondati da pesci. Prima di pranzo proseguiamo per la baia successiva (Tonnarella dell’Uzzo) che si raggiunge in altri 15 minuti di facile cammino. Questa baia è più piccola anch’essa di ghiaia e di scogli (anche piatti). Il mare è azzurro-turchese stupendo. Ci fermiamo un paio d’ore perché il posto è bellissimo. Nel primo pomeriggio proseguiamo per il sentiero direzione Scopello. Camminiamo per circa un’ora su un sentiero sempre facile ma con tanti saliscendi anche ripidi (servono scarpe no ciabatte). Vediamo la cala Marinella (carina ma con mare mosso non balneabile) e Cala Beretta piccola e non paragonabile alle due dell’Uzzo. Siamo solo a metà percorso per giungere a Scopello perciò ritorniamo alla macchina e rientriamo all’hotel. Considerazione: bellissima la riserva (il più bel mare visto nella zona) ma penso che a luglio-agosto sia una bolgia. Munirsi di acqua e cibo perché non c’è nulla per rifornirsi.

Favignana

Giornata intera. Abbiamo deciso di aderire ad un’escursione che prevede la partenza dal porto di Trapani con battello (40 euro a testa bambini gratis). Arrivati al porto di Favignana (30 minuti di navigazione tranquilla) siamo sbarcati e abbiamo passeggiato per il paese. Nulla di eccezionale, la spiaggetta vicino alla tonnara tra l’altro non era pulitissima. Dopo due ore siamo ripartiti con il battello e purtroppo il mare è cominciato a diventare mosso e quindi la famosa Cala Rossa e poi la bella Cala Azzurra l’abbiamo solo vista senza possibilità di sbarco o bagno. Dopo un buon pranzo a bordo (pane cunzato e pasta al pesto trapanese) siamo partiti per l’isola di Levanzo. Molto caratteristico il paesino con acqua antistante il porto azzurrissima. Siamo rientrati nel tardi pomeriggio a Trapani con mare mosso. Considerazione: un po’ delusi, probabilmente è preferibile visitare l’isola da terra magari in bicicletta per poter apprezzarne maggiormente le bellezze che dal battello non abbiamo colto

  • 30594 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social