Sharm non si dimentica!

sharm il posto che ti restera' per sempre dentro!

Diario letto 7709 volte

  • di hyppocampo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Scrivo a distanza di 4 mesi, per raccontare del mio viaggio fatto in compagnia della mia ragazza Maddalena nella splendida e indimenticabile Sharm. Oggi l’Egitto e’ in una situazione di caos ma con questo mio diario vorrei spegnere un pò la tv e ricordare a tutti che questa terra regala sensazioni uniche che si stamperanno nella mente e che non andranno mai più via ….

Allora inizia il viaggio …. Partenza da Napoli il 26/09/2010 dopo aver prenotato il viaggio in anticipo con futura vacanze. Due parole su questo T.O. : prenotando in anticipo si riesce ad ottenere una tariffa molto conveniente e inoltre viene regalata una settimana di vacanza in Italia in un residence a scelta tra varie opportunità. Infatti noi abbiamo usufruito di questa offerta e abbiamo fatto una pre-vacanza a Giugno ad Ostuni … Spettacolo!!!!. Ma ritorniamo in Egitto. L’ hotel scelto e’ il Blue Radisson un 5 stelle che si trova a Nabq una zona di nuova espansione un pò distante dal caos di Nama Bay ma che offre un clima più ventilato e una barriera corallina quasi del tutto intatta. Premetto che prima della partenza avevo avuto tante informazioni utili su Sharm grazie a Paola la guida per caso di questo sito che si e’ dimostrata disponibile e che mi ha dato tante informazioni utilissimi e che ringrazio salutandola di cuore. Il primo ricordo dell’Egitto che è stampato nella mia mente e credo di tutti i turisti e l’impatto col caldo che si ha quando si scende dall’aereo: Incredibile avevamo lasciato l’Italia con la pioggia mentre li ci sono 35 gradi ed io ho il giubbino rischiando di incendiarmi.. In aeroporto ci aspetta Tito il ragazzo della futura che ci fa sbrigare le pratiche e che ci fa capire subito che è consuetudine dare la mancia. Infatti i primi euro vanno via per farci trasportare le valige sull’ autobus. In 10 minuti arriviamo in hotel che ci sembra fin da subito molto carino. Infatti esso è molto bello con una piscina stupenda al centro della struttura, stanze abbastanza pulite (ricordando che cmq sulla pulizia gli egiziani lasciano a desiderare ) cibo buono e anche su questo aspetto bisogna ricordarsi di non essere in Italia e quindi c’è bisogno di un po' di adattamento, e struttura abbastanza nuova. Consiglio questo albergo!. Fuori dall’hotel ci sono diversi negozietti tra i quali un negozio Vodafone e ne approfittiamo per farci una scheda egiziana per parlare con l’Italia. Un discorso a parte va fatto sui negozianti ma ne parlerò successivamente. Dopo aver sistemato i bagagli ci mettiamo a letto stanchi del viaggio e con l’attesa che il giorno seguente arrivi subito. Ci svegliamo e dopo aver fatto un abbondante colazione e aver lavato i denti (a proposito evitate di utilizzare l’acqua del rubinetto e per questo prendete una formula all inclusive utilizzando l’acqua potabile anche per l’igiene orale) scendiamo in spiaggia accolti da una fantastica atmosfera. Sembra di essere in un film di paesaggi paradisiaci. Dopo aver fatto un breve sopralluogo della spiaggia prendo maschera e pinne e attraverso il pontile che porta al mare. Indosso tutto e mi tuffo…non credo ai miei occhi sembra di essere in un acquario una miriade di colori e pesci di tutte le razze si possono quasi toccare con mano. Rimango lì per ore a cercare di vedere quante più razze di pesci possibile e in quella settimana ne ho visti tanti tra i quali pesci palla, morene, pesci leone, razze e tanti altri. Bisogna sempre ricordarsi che si è ospiti nel loro habitat e che quindi bisogna stare attenti ad esempio il pesce chirurgo diventa pericoloso se ci si va col piede troppo vicino e infatti la mia ragazza ha subito un taglio da questo simpatico “personaggio”. Comunque per chi ama il mare questa è un'esperienza assolutamente da vivere. Mentre le nostre giornate trascorrevano beate divise tra il mare i pesci la piscina e il sole, le serate erano dedicate all’uscite ed allo shopping. Nabq come detto è ad una decina di km da Nama Bay e qualcosa in più da Sharm vecchia. Per raggiungerli il modo più semplice è prendere un taxi ma non quelli messi a disposizione dall’hotel ma quelli egiziani che sfrecciano sulla strada. Con i tassista bisogna trattare, prima di prendere il taxi. 2 consigli: di solito all’andata riesci ad avere un prezzo più basso in quanto loro stanno rientrando verso Nama bay e quindi è un percorso che devono comunque fare; e poi fate vedere bene il braccialetto dell’hotel in modo che sappiano di preciso dove portarvi. Tenete presente che loro guidano al massimo della velocità e a fari spenti

  • 7709 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social