L'incantevole magia dell'Egitto: CROCIERA + SHARM

La depressione post-vacanze (della serie spot-Costa-Crociere) esiste davvero!!! Sono partita col mio ragazzo il 19 luglio (non con la Costa,ma con il meritevolissimo T.O. Viaggi del Turchese) per il più fantastico viaggio mai realizzato in vita mia:15 gg comprensivi di ...

Diario letto 1239 volte

  • di Luciana Ciampoli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

La depressione post-vacanze (della serie spot-Costa-Crociere) esiste davvero!!! Sono partita col mio ragazzo il 19 luglio (non con la Costa,ma con il meritevolissimo T.O. Viaggi del Turchese) per il più fantastico viaggio mai realizzato in vita mia:15 gg comprensivi di crociera sul Nilo + soggiorno a Il Cairo + settimana a Sharm el Sheikh, e rientro in Italia il 2 agosto.

Il Turchese ha organizzato le cose a puntino e a basso costo (abbiamo speso 1.066 euro a pers.Avendo prenotato con un mese di anticipo, ma abbiamo conosciuto altre pers.Che avevano pagato ancora meno con il last minute):dalla motonave(NIle Crown II) agli alberghi del Cairo(Movenpick) e di Sharm (Marriot) erano tutte strutture a 5* con cucina, pulizia e comfort impeccabili;i voli sono stati regolari e l'assistenza efficiente.

E' stato come vivere in un sogno. Poter scoprire finalmente il fascino del grande Nilo, vedere dal vivo quelle stupende pitture e gli arcani geroglifici che adornano i magnifici templi di Luxor, Karnak, Philae e il mastodontico Abu Simbel (riprodotto sotto il falso nome di "Valle dei Re"a Gardaland) che hanno incantato i nostri occhi di bambini sui libri di scuola; ammirare le immense statue faraoniche e le grandiose Piramidi: impossibile immaginare l'emozione che ho provato nello scendere x 65 mt. Nel cunicolo che porta alle camere funerarie e all'uscita, sotto il sole, trovarsi faccia a faccia con l'enigmatica Sfinge decantata da Sofocle. Troppo languida?Eredità del liceo classico..

Sentimentalismi a parte, ero partita con il desiderio in primo piano delle acque cristalline del Mar Rosso, e sono tornata con un'abissale malinconia della Valle del Nilo: eh sì che sono due tipi di vacanza nettamente diversi! La crociera è più da turista culturale dai 30-40 anni in su(con ovvie eccezioni), non alla ricerca di emozioni notturne e con un'instancabile VIGORE FISICO dati gli impietosi orari mattinieri(in genere le 5, anche se x Abu Simbel ci siamo alzati alle 2.15 di notte!) in cui la nostra guida egiziana (il mitico ed inimitabile Nasser)ci costringeva ad alzarci x le escursioni allo scopo di evitare la terribile calura.Sacrifici completamente ripagati dalla bellezza dei posti. In più, non contento di "soffrire" già così, il nostro gruppo ha deciso di partecipare anche a tutte le escursioni facoltative che impegnavano il resto della giornata (villaggio nubiano e cataratta del Nilo*****,suoni e luci alle piramidi*, Cairo by night*****, giro delle moschee**) e quindi addio riposo! Il soggiorno a Sharm è invece per un turista estremamente diverso:amante degli agi e del relax,del divertimento notturno e diurno (che il centro di Naama Bay e le spiagge dispensano a piene mani),dello shopping e dell'abbigliamento glamour. Insomma, sembra di essere sulla riviera romagnola eccetto che x i fondali e la splendida fauna marina che popola le acque circostanti.Noi fortunatamente eravamo al Marriot che aveva la barriera nelle vicinanze, e una volta con il pedalò abbiamo raggiunto la zona dell'hotel Sofitel che vanta una delle più superbe barriere chiamata FAR GARDEN.Per il resto delle escursioni ci siamo mossi col taxi e con le guide.

Cosa dire di Sharm che non sia stato già detto? Partiamo dai consigli:1)Come prima cosa fondamentale comprare una mappa del luogo con le segnalazioni di tutti i punti diving, così da poter programmare le immersioni, visto che una settimana è veramente poca cosa x esplorare tutto. 2)Procurarsi le scarpette da mare x camminare sulla spiaggia che essendo di origine granitica è alquanto dolorosa (il mio ragazzo giocando a beach volley si è sbucciato un ginocchio causa tuffo in avanti!!!)e x raggiungere i punti di immersione sprovvisti di pontili (ma guai a camminare sulla barriera come ho visto fare da alcuni macellai che non meritano nemmeno di essere chiamati turisti! 3)Attenzione alle maree(il pomeriggio salgono)soprattutto nei punti come El Fanar dove prima di raggiungere il largo occorre nuotare a lungo sulla barriera con una distanza da essa di circa 40cm.(che potrebbe notevomente ridursi rendendo impossibile il rientro).ESSENZIALI LE PINNE! 4)Mai toccare i coralli,oltre che x ovvie ragioni di conservazione anche x evitare pericoli di ustioni e bruciori

  • 1239 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. geamater
    , 11/6/2010 12:16
    brava luciana, mi hai fatto venire voglia di andarci ;)
    d.

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social