VIAGGIO IN CINA 2019 NELLA TERRA DEL DRAGONE CON ITINERARIO CLASSICO PRE COVID

Giro classico della Cina Da Pechino a Xian, Chengdu & Leshan, Guilin & Yangshou, Shanghai

Diario letto 1407 volte

  • di massimo paturzo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

​Era un pò di tempo che era nei miei pensieri di visitare le attrazioni più importanti della Cina, ma visto che è ancora un paese ostico sia per la lingua che per il cibo, da renderlo impegnativo con un bambino di 3 anni, decido di farlo in solitaria, tra novembre e dicembre 2019. Ad inizio ottobre mi anticipo, inviando tramite l' Agenzia Visti Online di Roma, la documentazione per ottenere il visto(da novembre 2019 bisogna anche andare a Roma, direttamente al centro visti della cina, per le impronte digitali, previo appuntamento dato da loro). E dopo averlo ottenuto, si avvicina rapidamente la data di partenza.

Con Volo KLM/AIR FRANCE via Amsterdam, il giorno 24 novembre, alle 09:55, atterro all'aeroporto di Pechino. Cambio in Aeroporto del contante, il cambio risulta ottimo. Non avendo anticipatamente contattato nessun trasfer, contratto un taxi che mi porta velocemente, al mio hotel, PARK PLAZA BEIJING WANGFUJING, il quale risulta essere una ottima scelta, sia come posizione, colazione, pulizia, e servizi. Il tempo di fare Check in, farmi una doccia veloce, e intorno alle 12 sono già pronto per fare le prime escursioni. Il personale dell' hotel mi chiama subito un taxi, e dopo 20 minuti raggiungo sia il TEMPIO DEL LAMA che quello di CONFUCIO. Inizio con la visita del TEMPIO DEL LAMA, e percorrendo nei suoi spazi, ammiro, il Palazzo dei Re Celesti, il Palazzo dell’Eterna Armonia (Yonghegong), il Palazzo dell’Eterna Benedizione, la Sala della Ruota della Legge e la Sala delle Diecimila felicità. La Sala della Ruota della Legge è estremamente imponente; la disposizione generale della sua pianta forma una croce, e il soffitto è decorato con piccole pagode lama. La Sala delle Diecimila Felicità è il più grande edificio nel Tempio Lama. E’ affiancato dalla Sala dell’eterna Salute e dal Palazzo dell’Armonia. Nella Sala delle Diecimila Felicità, c’è un’enorme e famosissima statua del Buddha, alta 26 metri, intagliata in un pezzo intero di legno di sandalo. E’ la più grande scultura del Buddha intagliata nel legno. Percorro 10 minuti a piedi e mi trovo al TEMPIO DI CONFUCIO, luogo in cui le persone rendevano omaggio a Confucio durante le dinastie Yuan, Ming e Qing.Gli edifici principali sono la Porta Xianshi, la Porta Dacheng, il Padiglione Dacheng e il Tempio Dacheng. Di fronte al tempio vi sono il Padiglione della Lapide, il Padiglione Shensheng e il Padiglione del Bene. A ovest del tempio vi sono il Padiglione della Lapide, la Sala Zhizhai e la Porta Chijing, che è connessa a Guo Zijian. Su entrambi i lati vi sono 198 lapidi costruite durante le dinastie Yuan, Ming e Qing, preziose antichità che mostrano la storia degli antichi esami cinesi. Il rito del sacrificio veniva tenuto nella Sala Dacheng. I due templi si trovano in prossimità dello SHIJIA HUTONG. Sono quartieri caratteristici, uno spaccato di antico, in una città rivolta allo sviluppo e alla modernità. Casette caratteristiche con tetti bassi, che confinano con grattacieli. Si possono visitare anche con Risciò. Mi perdo per una mezzoretta abbondante, e decido, con le ultime energie rimaste, di ritornare a piedi in hotel. Lungo la strada faccio anche un piccolo spuntino, trovo una gradevole pasticceria. Tramite wechat (il whatsup cinese), ci sentiamo e li raggiungo nella sala da te, una coppia di amici, Marica e Alessandro, miei compaesani che sono partiti un giorno prima. Facciamo una veloce chiacchierata, e dopo mangiamo qualcosina in un ristorante vicino l 'hotel.

Giorno 25 novembre, oggi è una grande giornata. Avendola già programmata nei mesi prima della partenza, con Marica e Alessandro, siamo diretti alla visita di una delle meraviglie al mondo, La Grande Muraglia. C'erano diversi itinerari, ma quello che ci ha colpito di più, dopo molte visioni sul web, e il percorso di Jinshanling. I miei amici avendo un tour operator con tutto il pacchetto visite della Cina, io invece ho scelto città per città, differenti tour operator. Oggi inizio la tre giorni di visite a Pechino e dintorni con THE GREAT WALL JINSHANLING, con i ragazzi di TOUR JENNY BEIJING. Dopo una ora e mezza di macchina siamo tutti e tre ai piedi della cabinovia. Loro hanno anche la guida, ma risulterà inutile. La grande muraglia va goduta da sola. Arrivati in vetta, complice la bella giornata di sole e l'aria tersa, riusciamo a scorgere anche le vette dei monti circostanti. Iniziamo ad immortalare con foto e video il tutto. Il percorso che scegliamo parte dal Passo Zhuanduokou. La guida ci lascia liberi, e ci godiamo da soli il percorso. Raggiungiamo la Torre Generale, al Passo Shalingkou, per poi attraversare la Torre Jinshan Piccola. Dopo 4 ore senza accorgerci, abbiamo fatto più di 4 Km., con numerosi saliscendi. Nonostante la fatica, abbiamo goduto appieno di questa meraviglia. Questo percorso raggiunge, un altro itinerario della muraglia. Quello di Simatai. Noi ci limitiamo solo a Jinshanling. Scendiamo dalla muraglia, ma stavolta a piedi, per un sentiero che ci porta dopo 20 minuti alle macchine. Soddisfatti rientriamo in città. Prima di rientrare in hotel, ci fermiamo, al (PEARL MARKET(HONGQIAO MARKET). In Cina sono famosi, i migliori si trovano sia a Pechino che a Shangai. Fake market, dove si trovano le riproduzioni delle marche più famose al mondo. Il divertimento sta nell' estenuante contrattazioni che si hanno con i commessi e i proprietari dei negozi. A volte si può raggiungere il 60 per cento di sconto

  • 1407 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social