Vienna + Seychelles

Palme, tartarughe e snorkeling

Diario letto 234 volte

  • di agatascheggia
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Agosto 2019 - Quest'anno partiamo con l’idea di fare un viaggio rilassante. Ne abbiamo bisogno. Il lavoro ci ha messo a dura prova e quindi meta paradisiaca unita poi a città Europea. Il 9 agosto partiamo con volo da Bologna per Vienna. Abbiamo già visto Vienna diverse volte ma mai con nostra figlia e quindi decidiamo di tornarci visto che il volo per la destinazione finale delle Seychelles partirà proprio da lì. Rimaniamo in questa bellissima città per 3 notti e 4 giorni. Vienna ha sempre il suo fascino e negli anni è cresciuta e migliorata. Moltissimi mezzi elettrici. Facilissima nello spostarsi. Noi abbiamo preso tram, autobus, treni metro e l’immancabile monopattino elettrico. Una piacevolissima scoperta è stato il lungo Danubio allestito con bar e musica e ricco di bellissimi murales. Non mi ricordavo questo lato della città . Poi ovviamente la visita all'Hofburg e la residenza estiva del Belvedere. Abbiamo soggiornato al Novotel nella zona della stazione (nuova zona commerciale) Albergo giusto qualità prezzo. Consigliamo cena al greco (Ariston e indiano "Ganesha" Restaurant). Trovati tramite internet, buon cibo e buon servizio.

Siamo al 12 di agosto e finalmente prendiamo il nostro volo per le Seychelles. Soggiorniamo a Praslin (dove ci arriviamo con il piccolo volo di 14 posti di AirSeychelles da Mahe a Praslin). Il volo è ovviamente un’esperienza da provare. Veloce (20 Minuti) ed efficiente. Giungiamo a Praslin che è già buio e Georges (il padrone di casa Villa Ideas che abbiamo prenotato tramite AIRBNB) ci viene a prendere all'aeroporto. Non starò a fare un diario di viaggio giornaliero anche perché la vita di mare è più o meno sempre quella. Noi abbiamo preso una macchina a noleggio così da poterci muovere in maniera indipendente. Consiglio l’escursione a Curiouse per chi non avesse mai visto le tartarughe secolari che sono libere sull'isola. Snorkling a Felicitè a La Digue, ma con il mare calmo anche a St. Peter difronte a Curiose. Siamo stati due volte all'isola di La Digue. Molto carino il fatto che si possa girare solo in bicicletta. Bella la spiaggia di Anse Source D’Argent.

A Praslin ovviamente da vedere la spiaggia di Anse Georgette, da prenotare prima (all'ora del tramonto quando si svuota di turisti è bellissima) e Anse Lazio (noi l’abbiamo vista di mattina e a parere nostro c’erano troppe persone). Le Seychelles sono carissime dal punto di vista del cibo (sia che tu decida di andare a mangiare fuori sia che tu decida di cucinare in casa e fare la spesa). Anche le escursioni non costano poco. Noi ci siamo affidati ai classici Beach boys (compagnia "La Bella Vita" di un ragazzo di nome Quentin per l’uscita a Curiose e con la compagna "Lizzy Boat Charter" per l’uscita a la Digue, il suo nome è Nadi. Veramente carino e professionale). Abbiamo anche fatto l’escursione alla Valle de Mai, dentro la foresta con palme e alberi secolari, nell’interno di Praslin .

Paesaggisticamente è tutto molto bello, anche se secondo il nostro punto di vista ha diverse note negative. Il mare non è cosi trasparente come mi aspettavo, forse dovuto al periodo, non so. Sulle isole ci sono troppi turisti, veramente tanti e oltre ai prezzi esagerati ci sono tantissime nuove costruzioni che stanno rendendo tutto molto finto. Non avevamo mai pensato di andare in una meta paradisiaca, siamo contenti di averlo fatto ma per chi come noi ama più i viaggi itineranti e meno statici è una meta che non mi sento di consigliare.

  • 234 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social